22°

Parma

Don Scaccaglia, il parroco che divide la città

Don Scaccaglia, il parroco che divide la città
Ricevi gratis le news
31

Roberto Longoni

Chi lo ama e chi non lo segue. Un prete che unisce il mondo e di­vide la città, don Lu­ciano Scaccaglia. Ecumenico e «scomodo» (e l'aggettivo qui sta anche per schierato) a un tempo. Scomo­do a parole, sia scritte che dette: con quelle frasi vergate in gran­de, esposte davanti alla chiesa e con le omelie «politiche». Op­pure nei fatti. Come quando aprì le porte di Santa Cristina agli immigrati senza tetto: una trentina di cristiani e musulma­ni per oltre una settimana dor­mì tra le navate e accanto al ta­bernacolo («Gesù si sentiva in compagnia» sorride il sacerdo­te). In quel caso, anche tra i suoi fedeli qualcuno non approvò.

«Buona parte era d'accordo con me, con la mia convinzione che la chiesa debba essere luogo d'asilo - ricorda don Scaccaglia -. Ma secondo gli altri quella fu una dissacrazione».

Le brande sono sparite da tem­po da Santa Cristina. Sono ri­maste la catena al leggio («Bi­sogna liberare la Parola di Dio»), e le bandiere della pace dietro l'altare («Credo nella for­za del dialogo») dal quale pen­de un drappo con un Gesù afri­cano («E' Cristo che si veste dei vari colori del mondo»). E' qui che don Luciano celebrerà que­sta mattina alle 11,30 una messa che vale cinquant'anni, visto che la sua consacrazione risale al 9 ottobre 1960. Sarà una fun­zione più multietnica del solito...
 

L'intervista completa sulla Gazzetta di Parma in edicola 10-10

VIDEO - Perchè don Scaccaglia divide la città? Intervista al "pretaccio" (21 aprile 2008, in occasione di un incontro con Candido Cannavò, autore del libro "I pretacci")

              Don Scaccaglia nell'archivio gazzettadiparma.it/Tv Parma

SETTE ORDINAZIONI - Non erano soli, Luciano Scaccaglia e Giovanni Coruzzi (a sua volta intervistato ierisulla Gazzetta) , quel 9 ottobre di cinquant'anni fa. Con loro, sono stati ordinati sacerdoti altri 5 parmigiani: monsignor Sergio Sacchi, a lungo canonico della Cattedrale e parroco di via Isola (ora è parroco di Fontanellato, ma è in procinto di andare a Gaiano), don Ettore Bonani, ora coparroco di Sant'Andrea Bagni, don Euclide Agnesini, pastore di Sant'Ilario Baganza, don Giuseppe Bertozzi, parroco di Berceto, e don Giancarlo Reverberi, ex parroco di Fontanellato, scomparso da ormai 5 anni.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Pietro

    11 Ottobre @ 11.33

    Per Ale 80 scusa del ritardo nel rispondere non so se leggerai questo scritto in quanto e` gia passata una giornata. Sono andato a rileggere il mio scritto ma non ho trovato nessuna paola "okkupazione" ho fatto altri errori ,ad esempio ho scritto casa al posto di caso, ma sto scrivendo da un computer che ha la tastiera con lettere e l`impostazione in Arabo, ad esempio gli accenti li inserisco con l`apostrofo etc etc. Se pensi che sia staniero ti sbagli di grosso sono un "pramsan da sas" ( scusa se ci sono errori nella scrittura in dialetto) sono nato, cresciuto educato a Parma centro" gnaca ad dla da l`acqua" ma in tal Sas.

    Rispondi

  • Matteo

    11 Ottobre @ 11.28

    Definire un prete un personaggio politico del genere è pura follia. Chi incita alla rivolta, giustifica la violenza (da una sola parte però..quella degli immigrati), dà rifugio a ladri e spacciatori per me dovrebbe stare in galera altro che a predicare! La cosa peggiore è che questo personaggio fa tutto questo ben protetto (e finanziato) dal Vaticano. Penso che almeno un prete dovrebbe essere al di sopra delle parti, altrimenti dovrebbe avere il buon gusto di lasciare la Chiesa e entrare in politica, dove elementi del genere sono all’ordine del giorno.

    Rispondi

  • MONICA

    11 Ottobre @ 11.01

    Non mi permetto di giudicare i commenti di altre persone e nemmeno i comportamenti di altri, posso solo dire che io personalmente ho conosciuto don Luciano circa 40 anni fa quando era parroco di una comunità (Cristo Risorto) in espansione nel quartiere di via Trieste-via Venezia; io avevo circa 6-7 anni quando ho cominciato a frequentare la sua parrocchia e devo dire che è sempre stato un parroco vicino alla gente comune... non solo agli islamici..... Ricordo in particolare che noi ragazzi andavamo a catechismo volentieri, Don Luciano ci coinvolgeva in molte attività sia ludiche (che belllo il periodo della Sagra Settembrina!), che di volontariato (ricordo ancora le biciclettate in Seminario per preparare i pacchi di medicinali da inviare ai missionari nel terzo mondo). In particolare ricordo che in un momento di difficoltà familiare lui era presente con il suo conforto .... e poi in risposta a qualcuno volevo dire che si.... ho visto don Luciano ridere e anche spesso, ma a dire la verità nel mondo di oggi c'è poco da ridere!!! Anch'io non sono sempre d'accordo su quello che don Luciano fa o dice ma però sono convinta che ho davanti una persona con cui ci si può confrontare liberamente e che, se anche commette qualche errore (come tutti del resto), lo fa con cuore puro e non per un tornaconto personale come tanti altri parroci e non! Concludendo posso solo dire che ora sono mamma e vorrei che mio figlio avesse nella nostra comunità una guida così (anche scomoda a volte), ma che insegni ai giovani che bisogna lottare nelle cose in cui si crede e essere disponibili anche per chi è meno fortunato di noi, anche se viene più facile ora seguire come molti insegnano la dottrina della convenienza....! Don ti abbraccio e sì ..... ricordiamoci che siamo tutti figli di DIO! Monica

    Rispondi

  • Fabio

    11 Ottobre @ 10.58

    Don Luciano Scaccaglia, per quello che conosco della sua attività pastorale, vive e fa vivere il Vangelo, la parola di Dio, e nello specifico l'accoglienza come la praticava Gesù di Nazaret, che se abbiamo compreso bene le scritture era il Figlio di Dio e dell'Uomo, quindi uno straordinario "personaggio" in carne ed ossa. Possono essere forse discutibili i modi e le occasioni, forse è vero ci sono inviti a personaggi politicizzati solo di una parte ma è pur sempre un uomo di Fede che spesso invece delle critiche andrebbe preso come esempio, se non altro per la coerenza del messaggio di fratellanza e di Pace che porta avanti. Nella Chiesa che è in Parma: "Grazie di esserci don Luciano!"

    Rispondi

  • francesco

    11 Ottobre @ 10.00

    Qui si discute , qualche volta dottamente, più spesso volgarmente, sul sesso degli angeli , ed intanto la casa, anzi la Chiesa, brucia, e la prevalenza anche numerica dell'Islam è ormai una realtà. E’ ora che la Chiesa, ed i suoi preti, escano dal loro lungo Medioevo e rispolverino l’originario messaggio evangelico, nel loro stesso interesse. Basta con gli orpelli ed i fasti delle cerimonie religiose, dei porporati ingioiellati, quando non inquisiti per corruzione come il cardinal Sepe, basta fare l’occhiolino a ricchi, potenti e benpensanti premurosi solo di tenersi stretti ed ostentare i loro averi, talvolta guadagnati a spese della collettività ( vedi l'enorme evasione fiscale, stimata per difetto a 150 milioni di euro) ( nel 1997 a Calcutta, ai funerali di madre Teresa i poveri cui lei aveva dedicato la sua vita furono cacciati dal tempio affollato solo di teste coronate, capi di stato con relative first lady e cosiddetti VIP : una vergogna ). Basta con l’assurdo, innaturale celibato sacerdotale cattolico, introdotto nel 1200, cui mai Gesù fa cenno, cercando di salvare il salvabile prima che la crisi delle vocazioni desertifichi conventi e seminari: nelle nazioni protestanti l’istituto famigliare ha retto alla prova del fuoco, non ha diminuito affatto il fervore apostolico della missione pastorale ed ha evitato gli spettacoli miserandi e squallidi che affliggono il cattolicesimo attuale. Basta con la discriminazione di genere verso le donne (assente anch’essa nell’apostolato di Gesù) cui è vietato il sacerdozio (anche qui protestanti ed anglicani docent). Possiamo contare solo su preti come Scaccaglia per svegliare il popolo bue addormentato dal consumismo orgiastico, perchè si alzi ad invocare un'altra Chiesa !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

1commento

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

43commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

1commento

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

SOCIETA'

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro