-1°

Parma

GCR - Il No di Verona, una follia l'inceneritore

Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa
 

Alla manifestazione di Verona di sabato scorso il GCR ha dato il suo pieno appoggio e adesione, il fronte contro i mostri mangia futuro si allarga sempre più e i cittadini contrari non si riescono più a contare. Perché gli inceneritori sono affari per pochi e rovina dei più.
La città scaligera è stata invasa da migliaia di manifestanti rumorosi e colorati, ciascuno con un cartello, uno striscione, un simbolo, che dicevano chiaramente di no al progetto dell'inceneritore di Ca' del Bue.
Il tentativo della giunta comunale di rassicurare, di insistere sull'alta tecnologia che verrebbe utilizzata nell'impianto non ha funzionato e non è servita a tenere la gente chiusa in casa. Da tutto il Veneto sono accorsi a sostenere il fronte dell'alternativa.
Ormai sono disponibili ovunque gli studi che dimostrano la pericolosità di questi impianti.
Ormai è arcinota la composizione dei fumi che un inceneritore diffonde su un territorio vastissimo.
Riciclaggio spinto dei rifiuti, riduzione della loro produzione all'origine (ad esempio con la riduzione degli imballaggi), trattamento a freddo dei rifiuti residui.
Non è semplicemente il fronte del no quello che protesta, ma una cittadinanza attiva capace di proposta concreta, fattibile, verificabile.
La manifestazione di sabato fa ben sperare sulla possibilità che anche questa città si risvegli, il
corteo era un grande carnevale fatto però di persone serie e determinate.
Colorato, rumoroso, pacifico, dalla stazione di Porta Nuova lungo il tragitto il fiume si ingrossa e raccoglie forze. In piazza Bra sono in cinquemila. Tutti insieme per dire “no” all'incenerimento di rifiuti a Ca' del Bue, per ribadire i propri timori sulla minaccia ad ambiente e salute, rappresentata dall'impianto, e per lanciare proposte alternative.
Al corteo partecipano politici locali di diverso orientamento, dalla sinistra al centrodestra, membri di comitati e associazioni ambientaliste, esponenti e agricoltori della Coldiretti. Ma soprattutto ci sono i cittadini di San Giovanni Lupatoto, Zevio e San Martino Buon Albergo, cioè i tre Comuni limitrofi all'impianto, quelli più esposti ai fumi emessi dall'incenerimento.
Gli organizzatori chiedono come a Parma, e ottengono, che nessuno esponga bandiere di parte, ma solo striscioni relativi alla manifestazione.
Anche a Verona in testa al gruppo ci sono i bambini, i figli di quei cittadini che abitano nei pressi dell'impianto: vestiti da angioletti, con ali di cartone. Dietro quattro diavoli con tanto di corna e mantello rosso guidano il «carro dell'inceneritore di Ca' del Bue»: una ciminiera a sovrastare l'Arena, simbolo della città, gettata dentro un bidone della spazzatura.
In fascia tricolore ci sono anche i sindaci dei tre Comuni: San Martino, San Giovanni e Zevio, con rispettivi Consigli comunali al seguito. Reggono un proprio striscione: riguarda la quota di raccolta differenziata raggiunta sui loro territori, che si aggira tra il 75 e l'80%. Quindi l'inceneritore a che serve?
Qui i comuni limitrofi sono agguerriti, riciclano ma pretendono di più, non sono supini al gestore dei rifiuti come sui territori di Parma succede nei confronti di Iren a cui tutto è dovuto e delle cui “attenzioni” si ha reverenza e timore.
Massiccia la partecipazione di Coldiretti, ma a Parma dove sono i sindacati degli agricoltori, non scendono uniti per salvare il comparto? Solo alcuni coraggiosi alzano i loro vessilli?
Dov'è il consorzio del Prosciutto di Parma?
Cinque trattori chiudono il corteo, ne erano previsti una trentina, ma le condizioni del traffico e la voce che sarebbero piovute sanzioni ha fatto desistere molti conducenti. Sui mezzi ci sono fragole, asparagi, mele, pesche, kiwi, il 10% della produzione ortofrutticola nazionale.
I prodotti che come a Parma verranno rovinati dall'inceneritore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5