20°

Parma

Tassi, un modenese alla guida della Mobile

Tassi, un modenese alla guida della Mobile
Ricevi gratis le news
0

La parlata è familiare, di chi è (quasi) tornato a casa. L'accento  di un poliziotto che non ha bisogno di «indagare» per scoprire uno dei principali difetti di Parma. «Di certo il clima, perché è lo stesso di dove sono nato io -  sorride -. Mi troverò bene comunque». Parola di modenese di Vignola. A Parma Enrico Tassi ha già lavorato, al Tardini una domenica sì e una no, in forze a quella che una volta si chiamava «Celere» («Erano i tempi di Scala - ricorda -. Si giocava un gran bel calcio») fino al 1993. Era agente del Reparto mobile di Bologna, ora viene  a dirigere la Squadra mobile di Parma.  Ieri mattina in borgo della Posta la presentazione del vicequestore aggiunto che succede ad Alfredo Fabbrocini.

«C'è un certo movimento come funzionari - dice Gennaro Gallo -. E' giusto così: che chi lo merita abbia la ricompensa dovuta. Andare allo Sco (la squadra speciale di investigatori che ha sede a Roma e nella quale presta servizio da ieri Fabbrocini, ndr) non è da tutti. I giovani devono darsi da fare». Un riconoscimento a chi è partito e un benvenuto a chi prende il suo posto. «Che svolga un'attività proficua a vantaggio della città - prosegue il questore -. Certo, sarebbe meglio non ci fossero reati. Ma visto che così non è, auguro buon lavoro al dottor Sassi a capo di una sezione la cui caratteristica è proprio quella di essere una squadra».   
L'impegno, il nuovo dirigente della Mobile lo promette tutto. «Vengo a raccogliere l'eredità di un collega che s'è guadagnato la stima di tutti. Un compito duro - allarga le braccia il funzionario -. Sarebbe più facile sostituire una persona che ha lasciato un pessimo ricordo. Farò tesoro anche delle indicazioni del dottor Fabbrocini, per affrontare questa nuova sfida». Quarantasei anni, una passione per la vita attiva («Soprattutto per gli sport invernali, anche se tre anni a Massa mi hanno avvicinato a quelli acquatici») e per il proprio lavoro, Tassi, vice questore aggiunto lo è diventato facendo carriera un gradino dopo l'altro. Una gavetta senza sconti, la sua. Agente del Reparto mobile di Bologna, poi fino al 2003 ufficiale di polizia giudiziaria e ispettore alla Mobile bolognese, prima della vittoria del concorso da dirigente.
 «Il primo incarico da funzionario è stato alla guida della Mobile di Biella, fino al 2006. Poi, sempre alla Mobile, a Massa Carrara». Ed è qui che Tassi, con il suo scarno manipolo di investigatori, s'è messo in luce con l'inchiesta «Do ut des», sui pubblici appalti, che ha portato all'arresto di nove persone, tra le quali il direttore del carcere di Massa Carrara.
«Con Parma, ricordo un'operazione congiunta contro i ladri di rame - aggiunge -. Indagine che ha portato a diversi arresti l'inverno scorso». Ora, il ritorno al di qua dell'Appennino. «Ho accettato subito, con entusiasmo. E' un incarico prestigioso: questa è una realtà universitaria, che raccoglie ragazzi provenienti da tutt'Italia, sede di un'agenzia europea. Una città strategica, anche dal punto di vista delle vie di comunicazione». Strategica anche per fare il «pendolare» con Vignola? «Ho già trovato casa in centro: sono qui per investire tutte le mie energie su questa realtà. Sono felice di essere a Parma».rob.lon. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

IGERS

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

VIA EMILIA EST

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

2commenti

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

GAZZAREPORTER

Parma 2017, bello spettacolo Barriera Garibaldi...

4commenti

Euro Torri

Ruba una felpa e spacca una parete in cartongesso

Un giovane minorenne italiano

Via Bizzozzero

Auto pirata investe una bambina. Chi ha visto?

Appello della mamma della piccola

Incidente

Auto contro scooter a Fontevivo

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

3commenti

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

1commento

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

7commenti

Comune

Sciopero generale di venerdì 27 ottobre, i servizi garantiti

ambiente

Prima l'acqua poi il vento, ma misure d'emergenza fino a giovedì

6commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

RUGBY

Doppia intervista: Minozzi e Giammarioli, «gemelli» azzurri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

3commenti

SPORT

GAZZAFUN

Lucarelli il migliore con l'Entella: consolida il primo posto

serie b

Le pagelle in dialetto

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

2commenti

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

L'UTILITARIA

Skoda Fabia Twin Color più ricca

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro