12°

Parma

Avevano la coca in tasca i picchiatori nigeriani

Avevano la coca in tasca i picchiatori nigeriani
Ricevi gratis le news
2

Luca Pelagatti

E' arrivato in Italia chiedendo asilo politico ma invece  è finito in carcere. Ma quelle che gli hanno spalancato la porta della cella di via Burla non  sono certo le sue idee. Ma piuttosto le botte che ha rifilato ai carabinieri e i venti grammi di coca che gli sono stati trovato addosso. Ha 26 anni e un regolare permesso di soggiorno D.A.B., il nigeriano che nel pomeriggio di lunedi, insieme a O.F., un connazionale trentenne, ha aggredito all'Eurotorri tre militari del Nucleo investigativo che li stavano pedinando, nell'ambito di una indagine sullo spaccio di coca. I due immigrati, teoricamente residenti a Sant'Ilario ma di fatto senza fissa dimora, erano tenuti d'occhio da alcuni giorni  e i militari li hanno notati mentre con circospezione si stavano dividendo  nel parcheggio del centro commerciale. E quel qualcosa è sembrato essere, con ogni probabilità, droga porzionata in vista di un appuntamento con qualche cliente. Così i carabinieri  si sono fati avanti  per bloccare i  sospetti che però non hanno esitato: e dopo un accenno di fuga i due immigrati si sono rivoltati contro i militari. Con pugni sparati in pieno  volto, calci, anche morsi.  Due dei carabinieri del nucleo investigativo hanno infatti  riportato profondi morsi che tuttavia non sono apparse le ferite più gravi. Due di loro infatti sono stati colpiti al corpo e in serata sono stati sottoposti ad accertamenti per stabile se avessero riportato danni al fegato e alla milza. Ammaccate da calci e pugni. Nonostante questo assalto uno dei due è stato però immobilizzato mentre l'altro, che aveva  perso nella colluttazione anche  la maglietta e le scarpe è fuggito. Sulle sue tracce si sono lanciati i militari che sono stati aiutati da alcuni passanti che hanno fornito informazioni utili per guidare l'inseguimento. «E' fuggito da quella parte», «è andato laggiù»: anche grazie a queste indicazioni la caccia è durata davvero poco. E nel giro di alcuni minuti il fuggitivo è stato bloccato da una pattuglia delle volanti arrivata in supporto in via Europa. I due sono quindi stati portati in caserma e perquisiti: addosso e nelle loro vettura, in particolare in un piccolo nascondiglio ricavato nel cruscotto, sono stati recuperati circa una ventina di grammi di cocaina. Per questo, e per la loro violenta reazione, i due sono stati arrestati con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio, resistenza,  violenza e lesioni.
Ora si indaga per cercare di risalire all'origine della sostanza e per scoprire chi fossero i clienti che si rifornivano da questi pusher che, forse contando sul permesso di soggiorno in regola, speravano di poterla fare franca. E che vistosi scoperti hanno iniziato a picchiare senza come impazziti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • umberto

    14 Ottobre @ 08.28

    bonsu non era uno spacciatore.

    Rispondi

  • CEDRIC

    13 Ottobre @ 23.26

    A casa sta gentaglia!!Perchè non scendono in P.zza i compagni?nel caso Bonsu si è addirittura mossa la tv di stato!per questi carabinieri pestati?

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

1commento

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

2commenti

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

carabinieri

Traffico rifiuti a Livorno, sei arresti. Intercettazioni choc: "I bambini? Che muoiano"

1commento

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS