-1°

Parma

Parto in casa: sempre più parmigiane lo scelgono

Parto in casa: sempre più parmigiane lo scelgono
Ricevi gratis le news
0

di Alessia De Rosa

Nell’Italia dei parti cesari c'è chi va controcorrente. Un ritorno alle origini che negli ultimi anni ha dato vita ad una nuova generazione: quella dei nati in casa.
Voglia di tradizione o solo nostalgia del passato, anche a Parma aumentano le mamme che snobbano la sala operatoria per ritornare a partorire tra le mura domestiche. La nostra città è un’oasi felice per chi desidera partorire in casa: l’Emilia Romagna è infatti una delle poche regioni italiane a rimborsare parzialmente il servizio per chi sceglie di farlo privatamente, ma a causa di costi troppo elevati - che variano dai duemila ai tremila euro - sono ancora molte le donne che rinunciano.
A Parma, il servizio pubblico per partorire in casa, totalmente gratuito, esiste dal 2000: «Negli ultimi anni c'è stato un aumento di richieste. Sono soprattutto le donne che già hanno fatto questo tipo di esperienza a ritornare per la seconda gravidanza - spiega Marilena Toscani, ostetrica responsabile Ausl del parto a domicilio -. Complice una maggiore conoscenza del servizio e il passaparola, registriamo mediamente una ventina di parti all’anno, anche se le richieste sono maggiori ma non tutte arrivano alla fine del percorso».
Ottimo stato di salute - della madre e del bambino - e una distanza di non oltre trenta minuti dalla struttura ospedaliera, sono i prerequisiti fondamentali richiesti dall’Ausl: «La gravidanza deve essere fisiologica e se durante il travaglio verifichiamo complicazioni si va in ospedale» - continua la Toscani. Ma prima di arrivare al momento tanto atteso, il protocollo da seguire prevede alcune tappe importanti: «Effettuiamo una serie di colloqui conoscitivi e informativi con la neo-mamma o la coppia che decide di intraprendere questa strada - aggiunge la Toscani -. In questo modo, dopo aver accertato le condizioni di salute della gestante e del bambino, ci accordiamo per il parto in casa. E' importante conoscere la vita della futura madre, rispondere ad eventuali dubbi e paure e cercare di capire quanto la sua sia una decisione concreta».
Spesso chi sceglie di partorire in casa deve far fronte ad una certa disapprovazione sociale secondo cui solo all’interno di un ospedale il parto è sicuro. «In realtà è una concezione sbagliata: le ostetriche - figure chiave del parto a domicilio - sono preparate per affrontare le emergenze e in qualsiasi momento ci si può trasferire in ospedale. E proprio per una maggiore prevenzione, quando comincia il travaglio viene allertato sia il 118 che l’ospedale di riferimento» - continua la Toscani. Ma cosa spinge le donne a partorire in casa? A rispondere è Francesca, che tra meno di due settimana darà alla luce il suo primo figlio: «Dopo aver letto molti libri  ed essermi informata, ho deciso insieme al mio compagno che questa esperienza faceva al  caso nostro - spiega -. E' un momento troppo importante  per essere vissuto "confusamente" in ospedale, dove ci sono troppe persone che ti girano intorno».
Così, fin dai primi mesi di gravidanza Francesca si è rivolta alle ostetriche di «Gaia», un’associazione di ostetriche libere professioniste di Parma. «A convincermi è stata la voglia di accogliere mio figlio nel modo più privato possibile e non esiste ambiente più intimo della propria casa».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5