19°

Parma

"Popolo e democrazia": da sabato un ciclo di incontri

Ricevi gratis le news
0

S’intitola “Il popolo che manca” , ed è una riflessione ad alto livello, con nomi di rilievo internazionale, su termini ormai iper-inflazionati del nostro quotidiano: termini come “popolo” e “democrazia”, dei quali, nel flusso ultramediatizzato dei nostri giorni, s’è quasi perso il senso vero. A proporre la riflessione è l’associazione Centro Studi Movimenti di Parma, che con la collaborazione dell’associazione Il Borgo e con il patrocinio della Provincia e della Regione organizza un ciclo d’incontri politico-filosofici sul tema. Gli appuntamenti di “Il popolo che manca. Sguardi filosofici sul rapporto fra democrazia e popolo” saranno il 23 ottobre, il 27 ottobre e il 5 novembre: nel primo (sabato 23 ottobre, ore 14,30, Auditorium Banca Monte Parma) si parlerà di “Derive della democrazia e costruzioni del popolo” con un ospite d’eccezione come l’argentino Ernesto Laclau, teorico della politica tra i più noti a livello internazionale; nel secondo (mercoledì 27 ottobre, Università di Parma, Aule al Parco, ore 9), di “Soggettività oltre il popolo?”; nel terzo (venerdì 5 novembre, Sala Borri di Palazzo Giordani, ore 15,30) di “Storie e mondi del popolo”.
“Oggi, in una società veloce che fatica a fermarsi un attimo a pensare sulle cose che organizzano il nostro vivere sociale e la politica, proporre una riflessione filosofica su questi temi diventa non solo un’occasione per osservare l’oggi ma anche uno strumento utile: uno strumento rivolto a tutti ma soprattutto ai decisori, a chi di queste cose si occupa da mattina a sera e non ha il tempo e i supporti per ragionarne in termini profondi”, ha detto nella presentazione di oggi in Provincia l’assessore provinciale alla Cultura Giuseppe Romanini. “L’iniziativa è nata dallo studio di un gruppo di ricercatori del Centro studi sul volume “La ragione populista” di Ernasto Laclau. Partendo da qui abbiamo voluto ragionare su due concetti iper-inflazionati come democrazia e popolo, in uno spirito non di banalizzazione ma appunto di ragionamento”, ha spiegato Marco Baldassari, ricercatore del Centro studi, che ha aggiunto: “Uno dei nostri obiettivi è anche quello di portare la riflessione filosofica e teorico-politica fuori dalle aule universitarie”.
Il programma è stato illustrato in dettaglio da Diego Melegari, ricercatore del Centro studi. “L’intento non è di condannare moralisticamente o di giudicare, ma di comprendere: il che non significa che il nostro non sia un comprendere appassionato”, ha osservato Melegari, mentre il presidente del Borgo Eugenio Caggiati ha ribadito come si tratti di un “progetto che vuole soprattutto invitare a riflettere e a prendere coscienza. Di popolo ci riempiamo tutti la bocca, ma ci rendiamo conto che su questi temi c’è di fatto una deriva, non solo italiana”. Per informazioni: info@csmovimenti.org.

Gli incontri -
  Il primo incontro, “Derive della democrazia e costruzioni del popolo” (sabato 23 ottobre, ore 14.30, Auditorium Banca Monte di Palazzo Sanvitale), avrà come ospite d’eccezione, per la prima volta a Parma, il professore argentino Ernesto Laclau, tra i più dibattuti e ascoltati  teorici della politica. Ernesto Laclau, nel presentare i suoi studi sul populismo e sulla democrazia, dialogherà con alcune voci critiche: Ida Dominijanni (Il Manifesto) Davide Tarizzo (Università di Napoli L’Orientale), Gianfranco Borrelli (Università Federico II di Napoli) e Fabio Frosini (Università di Urbino). L’incontro, quindi, sarà l’occasione per spiegare al grande pubblico le ricerche del filosofo argentino, che, partendo dallo studio della costruzione delle identità nazional-popolari che accompagnarono il peronismo in Argentina, sono approdate, attraverso un particolare recupero del concetto gramsciano di egemonia e del pensiero post-strutturalista, a un’originale elaborazione della categoria di popolo, ancora poco studiata in Italia. Partire dalla costruzione delle identità collettive consentirà di approfondire molte tematiche di estremo interesse per l’oggi, non solo per cercare di andare al di là della banalizzazione che spesso avvolge concetti come “democrazia e “popolo”, ma per tentare una ridefinizione del “fare politica” e per discutere di come si possa riattivare una concreta  partecipazione.
Il secondo incontro, “Soggettività oltre il popolo?”, è per mercoledì 27 ottobre (Università di Parma, Aule al Parco, Scienze politiche ore 9.00): sarà un momento di confronto tra numerosi studiosi e ricercatori tra cui Sandro Mezzadra, Laura Bazzicalupo, Alberto Burgio, Sandro Chignola, Nello Preterossi, Matteo Truffelli che cercheranno di sviluppare, a partire dalla riflessione di Laclau, il tema del populismo, nelle sue diverse sfaccettature e declinazioni: dal riemergere dell’irrazionale, delle passioni e dell’antipolitica, al suo radicamento in uno spazio territoriale, dalla problematica di un contesto internazionale mondializzato ma al contempo frammentato in localismi identitari, all’urgenza di nuove soggettività politiche capaci di una trasformazione del presente.
L’ultimo appuntamento, “Storie e mondi del popolo”, è per il 5 novembre alle 15,30 nella Sala Borri della Provincia di Parma (Palazzo Giordani): ci si soffermerà, questa volta, sulla forma storica del popolo e della democrazia affrontando alcuni casi internazionali del nostro tempo, che vedono il riemergere di politiche spesso definite “populiste”. I relatori di quest’ultima giornata saranno il filosofo Domenico Losurdo, che affronterà il rapporto tra democrazia e popolo in un’ottica comparativa con realtà non solo europee, il giornalista Maurizio Chierici, che si soffermerà sul caso sudamericano, e lo storico dei paesi Arabi Massimo Campanini che getterà uno sguardo sul mondo mediorientale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro