-2°

ordinanza

Piazzale Pablo e parco Falcone: scatta il divieto alcolici

Piazzale Pablo e parco Falcone: scatta il divieto alcolici
Ricevi gratis le news
13

Ecco quali sono le altre zone coinvolte dal provvedimento

Chiara Pozzati

Svolta «proibizionista»: vietato bere in piazzale Pablo e nel cuore del centro. Così muta la geografia anti-brindisi e degrado. Chi viene pizzicato a sorseggiare alcolici en plein air, oltre al sequestro di bottiglia, lattina o bicchiere che sia, rischia un verbale da 450 euro tondi tondi. In sostanza, l’altolà a vino e affini – giorno e notte – raggiunge altre aree cittadine.

Andiamo a scoprire le strade che, grazie alla delibera di giunta e soprattutto al recente regolamento di polizia urbana, sono comprese nel provvedimento. Tra le «new entry» spiccano - il parco Falcone e Borsellino, il vicino largo Calza e piazzale Picelli. Quest’ultimo già inglobato nell’area rossa oltretorrentina, adesso diventa sorvegliato speciale a tutti gli effetti. Curiosa è anche la stretta nel cuore del centro, alle spalle di via Cavour. Parliamo di borgo Santa Brigida, via Sant’Antonio e borgo Serena. Rimangono naturalmente i settori dove il divieto era già in vigore.

In primis piazza Duomo e l’area limitrofa al Battistero, poi piazza della Pace, la Pilotta e piazzale Dalla Chiesa. E ancora via D’Azeglio, via Bixio, via Imbriani e piazzale Santa Croce. «Si tratta di un provvedimento nel solco della continuità. Soprattutto alla luce dei frutti ottenuti in Oltretorrente – chiosa l’assessore alla Sicurezza, Cristiano Casa -. Grazie alle ordinanze urgenti, ai controlli mirati - sia sugli esercizi commerciali che per strada - da parte della polizia municipale e delle altre forze dell’ordine abbiamo ottenuto ottimi risultati in questo quartiere. Ecco perché abbiamo deciso di estendere il divieto al consumo dell’alcol in altre aree dove si registrano criticità».

E aggiunge: «Si tratta di un’azione resa possibile grazie al nuovo regolamento di polizia urbana, che era “fermo” al 1982 e che abbiamo rispolverato. Con questa delibera abbiamo identificato nuove zone che necessitavano di quest’intervento».

E dalle parole su carta promette di passare subito ai fatti, con la polizia municipale e gli ispettori “sguinzagliati” tra habitué e commercianti nelle vie dove l’alcol non è permesso. «Per quanto riguarda invece la vendita l’attenzione rimane alta. Dopo lo stop in quattro esercizi commerciali nel piazzale della Stazione, stiamo valutando nuovi provvedimenti. Questo sulla base degli accertamenti svolti dalla polizia municipale e in stretta collaborazione con il Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico».

In pratica, sulla scorta delle indagini dei vigili, «mirate all’individuazione dei locali critici», altri esercizi commerciali potrebbero finire nel mirino. Rimane solo da capire l’effetto delle sanzioni amministrative, perché come spesso accade, le multe – anche se salate – rimangono per molti carta straccia. Specialmente per chi non ha nulla da perdere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele

    24 Aprile @ 22.45

    mandra_sala@libero.it

    Le solite balle elettorali, provvedimenti inapplicabili dell'ultimo minuto. ... solo per fare chiasso. Ma i cittadini mica sono fessi !!! Ricorderanno al voto i 4 assessorati di Casa: ZERO risultati come somma. Ciao ciao.... Casa. Go Home...Vai a Casa....

    Rispondi

  • Roberto

    24 Aprile @ 22.19

    il divieto va esteso anche al Parco Ducale, fateci un giro e vedrete quanti nullafacenti stiano seduti sulle panchine bevendo lattine e bottiglie di birra che vengono quasi sempre lasciate sul posto.

    Rispondi

  • remedello di sopra

    24 Aprile @ 19.55

    Perfetto! Da piazzale Picelli, prendiamoci la scomodità di spostarci in piazza Matteotti. Sono ben 80 metri di distanza e ci sono più panchine, non dobbiamo sederci sugli scomodi muretti della scuola

    Rispondi

  • Berta

    24 Aprile @ 13.02

    Ok a tutte le critiche e alle differenze tra droga e alcool, ma qualcuno potrebbe spiegarmi per quale motivo uno dovrebbe mettersi, bottiglia o lattina o cartone in mano, a bere degli alcolici in mezzo a un piazzale o per strada? Sarò retrograda e all'antica, ma il fatto di bere per strada per me sarà sempre associato all'immagine dell'alcolizzato ubriacone. E non è certo un'immagine dignitosa.

    Rispondi

    • the mari

      24 Aprile @ 16.19

      hai perfettamente ragione Berta... è indecoroso bere una birra seduti su una panchina, leccare un gelato, non parliamo poi di fare un pic nic in un parco o una festicciola per i bimbi... Parma è la petit capitale, non possiamo permetterci cadute di stile

      Rispondi

      • filippo

        24 Aprile @ 19.49

        magari fatti un giro al parco falcone e vedrai che oltre a bere ( le bottiglie le lasciano a terra) fanno altro....ti consiglio un giro alle 18, feriali o festivi ok?

        Rispondi

    • Pipeto

      24 Aprile @ 16.14

      brava Berta!

      Rispondi

  • Filippo

    24 Aprile @ 11.38

    filippo.cabassa.1970@gmail.com

    Con le multe questi nuovi italiani ci faranno quello che ci fanno adesso con i fogli di via.

    Rispondi

    • filippo

      24 Aprile @ 16.12

      esatto omonimo, sono in 30 tutti i giorni a spacciare davanti alle mamme, hanno anche una donna che gli porta i pasti....io me ne sono accorto passandoci 2 volte al mese, qualcuno evidentemente ancora no

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande