11°

17°

Parma

La difesa: Silingardi non era il “grande vecchio”

La difesa: Silingardi non era il “grande vecchio”
Ricevi gratis le news
3

Seduto in prima fila, ascolta il racconto della sua vita. Non si perde un passaggio dell'arringa dei suoi difensori, Luciano Silin­gardi. Pronto a suggerire o cor­reggere numeri e dati. Cifre della Parmalat di Calisto Tanzi, di quel crac che da sette anni è il suo incubo. E rischia di diven­tare un inferno, se il tribunale dovesse accogliere la richiesta dell'accusa di 6 anni di pena, do­po la batosta della Corte d'ap­pello di Milano che lo scorso maggio l'ha condannato a 3 anni per aggiotaggio ribaltando l'as­soluzione di primo grado.

Membro del cda di Parmalat finanziaria e alla guida del comi­tato di controllo interno dal 2001 al 2003, oltre che ex numero uno di Cariparma, cosa sapeva della grande truffa che si celava sotto la facciata rispettabile di Parmalat? Molto, o forse addirittura tutto, per l'accusa, visto che «quando Calisto ordinava, lui eseguiva». «E' diventato il “grande vecchio” di Tanzi - ironizza l'avvocato Giu­seppe L'Insalata che difende Si­lingardi insieme al collega Luca Troyer -. I pm hanno studiato an­ni, insieme ai consulenti, alla Fi­nanza e agli stessi autori dei falsi per avere chiara la situazione, mentre Silingardi avrebbe dovu­to capire tutto già allora. E' lo stes­so pm che fa pesanti rilievi sulla Consob, eppure Silingardi avreb­be dovuto immaginare gli errori dell'organo di controllo»...

Tredici anni da sindaco di Parmalat  per l'avvocato Davide Fratta. Un lungo periodo, ma sempre nella società  che stava sotto la holding Parmalat finanziaria (Parfin), la  casa madre. Una distinzione fondamentale per il suo difensore, Romano Corsi, perché   Parfin e non Parmalat spa era il cuore del gruppo e dei grandi falsi.
 «Invece,  tutto ciò che riguarda Parfin riguarda anche Parmalat: questo è il sillogismo dei pm - sottolinea -. Il comitato di controllo, per esempio, è solo in Parfin. E le riunioni di budget  avvenivano senza i sindaci, si trattava di incontri ristretti. I dati  sottoposti ai sindaci erano alterati».
Ma per la procura Fratta aveva tutti gli strumenti per capire che i  bilanci erano zeppi di anomalie, eppure non fece mai nulla. Un'inerzia che rischia di costargli una condanna a 4 anni, la pena chiesta dall'accusa.
«I segnali d'allarme di cui parla il pm sono significativi? - si chiede  Corsi - Lo stesso  sindaco Martellini (l'unica che chiese  chiarimenti e poi non fu riconfermata, ndr) disse che a nessuno venne in mente l'assenza di liquidità - sottolinea l'avvocato -. Erano quindi allarmi pregnanti?  Perché solo in questo caso potremmo dire che Fratta è venuto meno ai suoi doveri».

 

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • il Viandante delle Beccherie

    26 Ottobre @ 16.57

    Gianluca non faccia troppo affidamento sul fatto che tutti i coinvolti finiscano in carcere. Qui tra prescrizioni, indulto, sospensioni condizionali, affidamento ai servizi sociali, Legge Ex-Cirielli, ecc... sarà già un miracolo se, 1 o 2 degli imputati, che saranno condannati in via definitiva, riusciranno a varcare le soglie di una casa circondariale. Se poi ci mette che magari il governo Berlusconi, qualora il lodo Alfano sia silurato definitivamente, potrebbe tentare di varare il processo breve, cioè il dimezzamento dei termini di prescrizione. In quel caso, il processo parmalat chiuderebbe i battenti il giorno successivo all'entrata in vigore della legge, per intervenuta prescrizione per tutti gli imputati. No mi creda, io non vedo molti motivi di soddisfazione, neppur minima, per i circa 300.000 risparmiatori italiani truffati dal clan Parmalat.

    Rispondi

  • gian luca

    26 Ottobre @ 10.58

    L'unica soddisfazione per quelle persone che hanno perso i risparmi di una vita sarà almeno di vedere accolte le richieste fatte dai pm e tutti i coinvolti finire VERAMENTE in carcere , visto che di riprendersi il maltolto non se ne parlerà....

    Rispondi

  • franco

    26 Ottobre @ 09.21

    E bravo avvocato, i pm hanno studiato mesi per avere chiara la situazione CHE ANCHE LUI HA CONTRIBUITO A CREARE. Era alla guida del comitato di controllo, ma cosa controllava per che cosa percepiva un lauto stipendio ? In tutta questa vicenda Tanzi 'rischia' di essere l'unico colpevole di una squadra di truffaldini formata dalle tre scimiette ....non vedo non sento non parlo... ma incasso.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

1commento

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va