11°

Parma

Sull'auto che uccise un agente della Stradale dopo l'inseguimento fra Parma e Reggio: in semilibertà, va a fare una rapina

Sull'auto che uccise un agente della Stradale dopo l'inseguimento fra Parma e Reggio: in semilibertà, va a fare una rapina
Ricevi gratis le news
45

Sei anni fa fu protagonista di un drammatico inseguimento lungo l'Autosole fra Parma e Reggio, finito in tragedia: l'auto su cui viaggiavano lui e un albanese, per cercare di forzare un posto di blocco travolse e uccise un agente della Polstrada di Modena. Ora torna alla ribalta della cronaca negativamente, per un episodio che è anche destinato a rinfocolare le plemiche sulla severità delle pene e sulla concessione delle misure alternative al carcere.

I fatti. Michele D'Ambrosio, 37enne bolognese, il 20 aprile del 2004 venne segnalato in A1, insieme a un complice,  su una Porsche rubata a Casalpusterlengo ( e con due chili di cocaina a bordo). Fu allertata la Stradale di Parma, per presidiare - insieme alla Polizia - i caselli di Parma Ovest e Parma Centro. E fu proprio un'auto della Polstrada di Parma ad agganciare quella dei fuggitivi.

Vistisi ormai tallonati, i fuggitivi cercarono di forzare il posto di blocco al casello successivo: quello di Reggio Emilia, falciando la pattuglia di Modena nord e uccidendo l'agente Stefano Biondi, prima che l'auto fosse a sua volta centrata dalla pistola di un collega di Biondi.

Arrestato, D'Ambrosio è stato poi condannato a 14 anni (il guidatore venne condannato all'ergastolo). Un mese fa, era stato ammesso alla semilibertà: e lui ne ha approfittato per rapinare un negozio a Bologna, armato di pistola. Scattati allarme e inseguimento, anche questa volta la sua fuga - in moto - è finita a un posto di blocco, dove ha cercato di passare finendo però contro una Volante. E ora, evidentemente, i tempi della sua detenzione dovrebbero allungarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    29 Ottobre @ 16.08

    Gigi sicuramente non tutti ma non sono tutti comunisti come i preti non sono tutti pedofili.

    Rispondi

  • pier luigi

    29 Ottobre @ 15.03

    Ho notato anch'io che molte volte 'lavorano' il sabato e la domenica quando vi sono processi e come agli esami in una o due sessioni annuali. La volta che fui designato giudice popolare (non ho ancora capito perchè in camera di consiglio è entrato il 'togato') 'lavorammo' per circa venti giorni ( sei processi) e poi? l'unica consolazione fu che le pene vennero confermate a bologna. Indubbiamente la preparazione ha comportato indagini che hanno tenuto impegnato gip, il gup e il presidente e non dimentichiamo la polizia, però tutti in tempi diversi e ben distinti, non venitemi a dire che non hanno tempo per riposarsi e andare a cavallo come il buon borrelli. Non penso di sbagliare quando definisco i magistrati sacerdoti laici di una fede 'materiale' (perchè colpisce gli atti e qualche volta le intenzioni che è peggio). Ma questi sacerdoti sono tutti 'santi'?????????????????

    Rispondi

  • MANRICO

    29 Ottobre @ 11.38

    ....ERGASTOLO X CHI HA PERMESSO LA SEMILIBERTA'- SOLO IN ITALIA SUCCEDONO FATTI SIMILI.....

    Rispondi

  • Geronimo

    29 Ottobre @ 10.36

    @allino:Le spiego io visto che so e probabilmente più di lei visto che ho lavorato nella giustizia. Come si stabilisce una pena? Si guarda il reato o i reati, la fedina penale, si guarda se esistono le attenuanti generiche e poi si calcola e condanna. Il giudice se sussistono i requisiti deve (e quì i requisiti ci sono) concedere la semilibertà anche perchè l’assassino non è lui. Mi creda che i magistrati non sono una casta e tra l’altro, come i giudici, pagano solo che la giustizia vera ha altro a cui pensare invece di indire continue conferenze stampa. Il giudice alla fine applica la legge, basti pensare alle frequenti arrabbiature dei magistrati per le sentenze dei giudici. La legge secondo quello che ho studiato, vedo e accade, la fa il parlamento, solo che gente come lei preferisce credere ad un presidente del consiglio che da ancora la colpa ai magistrati rossi. Ultima cosa sa che i magistrati ne lavorano anche 15 ore al giorno, li trovi in procura anche sabato o domenica? Al contrario quello che rallenta la giustizia italiana sono gli avvocati che “giustamente” fanno i loro interessi rallentando i processi con falsi certificati medici e impedimenti arrivando presto alla prescrizione dei reati (legge fatta non dalla magistratura ma dal parlamento e applicata dai giudici).

    Rispondi

  • elisa

    29 Ottobre @ 09.51

    io penso ai famigliari del poliziotto..penseranno.. io ho perso mio figlio mio marito o magari padre..e sto pezzo di schifezza gira ancora per bologna rapinando ancora.. questa ragazzi è la legge italiana..rubi spacci uccidi..ma sei casualmente fuori dalla galera. siamo ridicoli vero? molto direi. mi vergogno di esser italiana a volte.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

In casa con l'arsenale: arrestato

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

CALCIO

Nuovo "colpo" dei crociati: il Parma prende Ciciretti dal Benevento Foto

1commento

SORBOLO

Auto fuori strada a Enzano: un ferito

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

gazzareporter

Via Doberdò, dove la segnaletica stradale viene ignorata: pericolo e poca disciplina Gallery

3commenti

lutto

Addio Bruno, spirito guerriero e animo gentile: aveva 49 anni

L'INCHIESTA

Alluvione, il pm: «Pizzarotti non lanciò mai l'allarme, nemmeno dopo il crollo del ponte della Navetta»

1commento

MEDICINA

Uno spray imita lo smog e porta i farmaci al cuore: scoperta (anche) parmigiana

5 STELLE

Parlamentarie: la rabbia degli esclusi di Parma Video

1commento

PARMA

Tabaccaio prende una mazza e mette in fuga il rapinatore 

TECNOLOGIA

Custom, fatturato oltre 130 milioni

Acquisito il 52% di power2Retail

UNIVERSITÀ

Andrei: «Nuovo corso di laurea dedicato al food»

tg parma

22enne di Parma travolto da un treno in stazione: è gravissimo in Rianimazione Video

1commento

dopo l'Inchiesta Stige

Bola: "Per Gigliotti mai ruoli societari nel Gs Felino"

Il presidente: "Non sono dimissionario". Domenica manifestazione di sostegno con i bambini del settore giovanile

roccabianca

Schianto tra due auto e un camion sul Ponte Verdi: muore un 60enne

Ferito un 43enne parmigiano. E torna la protesta per un tratto "ad alto rischio"

2commenti

Lutto

Langhirano piange il veterinario Alfio Monti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

L'EDITORIALE

I fantasmi evocati dalla razza bianca

di Vittorio Testa

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

di Daniele Rubini*

1commento

ITALIA/MONDO

Maltempo

L'uragano Friederike flagella il Nord Europa: 5 morti

La Spezia

Bimbo di 5 anni muore in ospedale per meningite

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

ASSICURAZIONI

Rc Auto: saranno riconosciute le coppie di fatto

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova