-1°

Parma

«Bonici? In Bonlat riempiva una casella»

«Bonici? In Bonlat riempiva una casella»
Ricevi gratis le news
0

 Era entrato a 21 anni in Parmalat, Giovanni Bonici. Assunto nell'88, con un contratto di formazione, per passare in rassegna montagne di fatture, il ragionier Bonici da Borgotaro. Poi, dopo aver peregrinato in alcune sedi italiane - da Sud a Nord - nel '97 venne spedito in Sudamerica come direttore amministrativo di Parmalat Venezuela, per poi diventarne presidente tre anni dopo. Fu mandato lì per ristrutturare l'azienda. E la missione fu compiuta, secondo il suo difensore, Antonino Tuccari. 

«E' lo stesso Tonna a sottolineare che dopo l'arrivo di Bonici, la redditività è molto buona - dice l'avvocato davanti ai giudici del processo sul crac di Collecchio  -.  Parmalat Venezuela verrà iscritta a valore zero nel 2004, dopo l'arrivo di Bondi,   ma non dimentichiamo che il tribunale di Milano, e la Corte d'appello conferma questo aspetto, mina la credibilità di Lagro, il consulente di Pricewaterhouse che fece quella valutazione di Parmalat Venezuela, mai entrata in amministrazione straordinaria».
Un'eccezione, dunque, secondo la difesa, la realtà venezuelana nel panorama desolante del Sudamerica, sommerso dai debiti. «Inoltre - aggiunge Tuccari - a lui non possono essere imputate operazioni precedenti il 2000, perché fino a quell'anno si limita a fare i conti dell'azienda e ne diventa presidente quando Grisendi cade in disgrazia».
Ma dal maggio 2003, sette mesi prima del crac, Bonici è anche capo di Bonlat, la grande discarica dei falsi del gruppo. Come poteva il ragioniere di Borgotaro essere il numero uno di quella società delle Cayman senza sapere nulla degli artifici progettati a Collecchio? «Il suo ruolo in Bonlat era formale, riempiva una casella,  come sottolineò lui stesso in aula a Milano rispondendo a una domanda della presidente Ponti, così come non percepì  mai alcun compenso per quell'incarico - spiega Tuccari -. La sua funzione virtuale è confermata da Del Soldato. E' vero che Bonici ha utilizzato Bonlat, ma per fare elusione fiscale, il che può urtare il nostro senso civico,  ma non c'era  nulla di illegale».   
 Tutte le operazioni targate Bonlat, però,  sono risultate inesistenti. Una marea di falsi, a partire dalle cessioni di latte in polvere a Cuba, fiumi e fiumi da poter far affondare l'isola. 
«Ma Bonici riconosce fin dai tempi dell'inchiesta sempre e solo determinati contratti, tutte le altre firme non sono sue, per questo avremmo voluto una perizia calligrafica sugli originali, che però sono stati distrutti - precisa Tuccari -. Bonici firmò  14.500 tonnellate di latte in polvere per Cuba: considerate che lui ne trattava circa 36mila l'anno, come poteva dunque sospettare  che si trattasse di una truffa?».
Ma il nome di Bonici è legato  anche all'altro grande bluff di Parmalat, il fondo Epicurum,     sempre con sede alle Cayman. «Bonici si limita a segnalare due persone per Epicurum, invia i curricula, ma anche in questo caso non percepisce nulla - sottolinea il difensore -. Ha sempre  preso solo il suo stipendio di dipendente Parmalat, non ha mai ricevute gratifiche».  
Condannato a 2 anni e mezzo a  Milano in appello per aggiotaggio, dopo essere stato assolto in primo grado, l'ex numero uno di Bonlat deve fare i conti in questo processo con accuse ben più pesanti: associazione a delinquere e bancarotta fraudolenta, imputazioni per cui i pm hanno chiesto una condanna a 5 anni.  Anche lui dunque faceva parte del clan di Collecchio, secondo la procura. Eppure - ricorda in aula il suo difensore - «quando era rinchiuso a San Vittore, Calisto Tanzi fu intercettato mentre diceva alla moglie che Bonici non sapeva nulla, mentre Ugolotti (il prestanome inserito nei cda di varie società del gruppo, ndr)  sapeva tutto». La speranza è che i giudici credano all'ex cavaliere.G. Az. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto di Nicola Riccò

calcio

Parma a caccia dei gol

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5