Parma

Scuola: «La Regione lavora con le mani legate»

Scuola: «La Regione lavora con le mani legate»
Ricevi gratis le news
0

Caterina Zanirato

Una realtà minacciata, quella della scuola, nei territori montani. Che se già Comuni, Comunità montane, Provincia e Regione hanno cercato in tutti i modi di salvarla, ora è arrivata allo stremo delle forze. Proprio per parlare del futuro scolastico dei territori dell’Appennino, ieri mattina, l’assessore regionale Patrizio Bianchi ha incontrato l’assessore alle politiche scolastiche provinciale, Giuseppe Romanini, e i sindaci dei comuni sull’Appenino.

Le mani legate
«E' importante ascoltarvi per capire le vostre esigenze e le situazioni che state vivendo - commenta Bianchi -. Due sono i concetti fondamentali che emergono: la scuola è un elemento fondamentale per mantenere vivi i Comuni montani, a rischio spopolamento, un pilastro per la civiltà. Ma è anche vero che stiamo lavorando con le mani legate: la Regione avrà 380 milioni in meno di finanziamenti statali e per quanto la scuola sia tra le nostre priorità, lo sono anche la sanità e i trasporti. Il secondo nodo della questione, su cui stiamo cercando di lavorare, è l’autonomia gestionale: si parla sempre di federalismo, ma mai c’è stato così tanto centralismo in un tema così cruciale. Serve una normativa che dia più competenza alle Regioni e alle Province nell’organizzazione e nella gestione delle scuole, mentre dallo Stato serve una certezza di bilancio. La scuola deve essere pensata per i cittadini, in base alle caratteristiche del territorio, non dall’alto. Bisogna plasmarla sui bisogni reali. Proprio su questo stiamo cercando di lavorare. Certo, limare sugli sprechi sarà dura, visto che già in questi anni abbiamo fatto l’impossibile. Anche se è vero che ci sono nuove possibilità tecnologiche da sfruttare, come internet, per l’apprendimento».

La realtà di Parma
Una realtà quanto mai complessa anche nella provincia di Parma. «Ci sono 134 classi di scuole primarie - commenta Romanini - con un numero medio di studenti di 15,5 per classe. Ci sono 80 classi di scuola secondaria di primo grado, con una media di 17 alunni a classe. Ci sono circa 1380 alunni che frequentano le scuole secondarie di primo grado e 2089 che frequentano la scuola primaria. E se nelle ex elementari ci sono 32 pluriclasse, nelle ex medie ce ne sono 40. Il numero medio di alunni, per ogni istituto comprensivo, è di 930. Finora abbiamo tirato avanti con un sistema di deroghe, che però funzionerà solo fino a quando ci sarà personale. Vogliamo sia salvaguardare i plessi scolastici, ma anche la qualità didattica, attraverso una scuola flessibile che è impossibile con una riduzione ulteriore dell’organico. E dopo due anni di tagli, l’intero sistema è stressato, servono assolutamente delle proposte innovative». Un’attenzione, quella rivolta al mondo della scuola, confermata dallo stesso presidente della Provincia, Vincenzo Bernazzoli: «La scuola è importante per la montagna - afferma - e stiamo cercando di fare il possibile. Ma i nostri finanziamenti piangono: ci ritroviamo con 47 milioni in meno. Effettueremo operazioni di razionalizzazione, ma sicuramente non vogliamo diminuire i servizi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Tom Schumacher è il produttore della versione musical di "Frozen"

Stati Uniti

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

Notiziepiùlette

Ultime notizie

64 offerte di lavoro per articolo Gazzetta 20 febbraio 2018

LAVORO

64 nuove offerte

Lealtrenotizie

Congregazione delle Domenicane per Scuole Luigine

SCUOLA

Porta, c'è l'accordo con la Proges: si va avanti

meteo

Parma, allerta a livello giallo

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

3commenti

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

TRAFFICO

Tamponamento risolto sulla tangenziale nord. Il traffico scorre

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

15commenti

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

DI NOTTE

Maiatico, razzia dei ladri nelle case

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

UNESCO

Città Creative per la Gastronomia: il progetto entra nel vivo

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Una scintilla per le idee. La vera vittoria di Parma 2020

di Marco Magnani

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

2commenti

ITALIA/MONDO

Giustizia

Gli stupratori di Rimini "come iene sulla preda"

tribunale

Corona, l'ex fotografo esce dal carcere e va in comunità

SPORT

tg parma

Gazzola: "Abbiamo piena fiducia nel mister" Video

3commenti

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

SOCIETA'

Spettacolo

Gibson, la storia del rock è sommersa dai debiti Video

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

3commenti

MOTORI

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day