19°

Parma

Trapianto di rene AB0 incompatibile da donatore vivente: a Parma per la prima volta in Italia

Trapianto di rene AB0 incompatibile da donatore vivente: a Parma per la prima volta in Italia
Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa
 

Il primo trapianto di rene AB0 incompatibile da donatore vivente mai eseguito in Italia è stato effettuato nelle scorse settimane presso l’Ospedale Maggiore di Parma. Se ne dà notizia oggi per il positivo decorso post-operatorio.

Si tratta di un intervento per lo più eseguito in paesi quali il Giappone, gli Stati Uniti ed in Svezia e che fornisce una nuova opportunità per il trapianto di rene da donatore vivente. Ciò risulta particolarmente rilevante a causa della ridotta disponibilità di donatori cadavere. I tempi di attesa per il trapianto da cadavere si sono infatti in Italia progressivamente allungati sino a superare i tre anni di media. In Italia i trapianti di rene da vivente sono meno del 5% del totale: l’utilizzo di donatori AB0 incompatibili potrebbe aumentare di almeno il 20-30% le opportunità di  identificare  un potenziale donatore vivente. La legislazione italiana regola i trapianti di rene da vivente in modo rigoroso.

Nel caso del trapianto eseguito a Parma, il rene è stato donato dalla moglie, di gruppo sanguigno A1, al marito, di gruppo sanguigno 0.

Per definire il gruppo sanguigno di un soggetto, è importante ricordare che esistono due tipi di molecole presenti naturalmente sulla superficie dei globuli rossi e delle cellule del rene come di altri organi: il tipo A (distinto ulteriormente nei sottotipi A1 e A2) e il tipo B. Ciascuno di noi può possedere o entrambe le molecole (gruppo AB), o una sola delle due (gruppo A o gruppo B), o nessuna di esse (gruppo 0).  I soggetti di ciascun gruppo producono naturalmente anticorpi rivolti contro i gruppi sanguigni che non possiedono e la quantità di anticorpi contro il gruppo sanguigno estraneo (“titolo”) varia da soggetto a soggetto.  Per esempio, i soggetti di gruppo 0 producono anticorpi sia contro il gruppo A sia contro il gruppo B; un soggetto di gruppo A produce anticorpi contro il gruppo B (e viceversa un soggetto di gruppo B produce anticorpi contro il gruppo A); un soggetto di gruppo AB non produce invece anticorpi.

L’incompatibilità di gruppo sanguigno AB0 è stata a lungo considerata una controindicazione assoluta al trapianto di rene. Il trapianto di rene in un soggetto AB0 incompatibile comporta infatti l’immediata aggressione da parte degli anticorpi del ricevente nei confronti dell’organo trapiantato, con conseguente rigetto e perdita irreversibile della funzionalità dell’organo. Maggiore è il titolo degli anticorpi presenti nel gruppo sanguigno del ricevente, più precoce e grave è il rigetto.
I primi trapianti di rene AB0 incompatibile effettuati nel mondo, con successi peraltro rari, risalgono agli anni ’80, ma solo negli ultimi anni, grazie ai progressi nelle strategie terapeutiche, si sono potuti raggiungere risultati paragonabili a quelli dei normali trapianti da donatore vivente ABO-compatibili.

Per effettuare un trapianto di rene AB0 incompatibile è necessario instaurare sul ricevente un trattamento desensibilizzante, che ha inizio circa un mese prima del trapianto. Il trattamento desensibilizzante prevede la rimozione di anticorpi dal sangue tramite una procedura detta aferesi e l’inibizione della produzione di anticorpi contro il gruppo sanguigno estraneo. A Parma si è adottato un protocollo che ricalca quello utilizzato in Svezia, e che fa ricorso ad una particolare tecnica di aferesi che prevede la rimozione selettiva degli anticorpi contro il gruppo sanguigno estraneo e la somministrazione di farmaci immunosoppressori che inibiscono la produzione degli anticorpi.

Il fatto che il donatore fosse di gruppo sanguigno A1 e che l’iniziale titolo degli anticorpi del ricevente fosse elevato sono due fattori che hanno caratterizzato l’intervento eseguito ed hanno reso più impegnativa la terapia desensibilizzante.
Dal punto di vista chirurgico, l’intervento risulta identico ai normali trapianti di rene.
Il decorso del paziente trapiantato è attualmente regolare e sovrapponibile a quello di un normale trapianto ABO-compatibile. 

Il paziente è stato seguito da Umberto Maggiore, responsabile del reparto degenze del Centro Trapianti dell’U.O. di Nefrologia e da Carlo Buzio direttore dell’U.O. di Nefrologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. Gli interventi sono stati eseguiti dai chirurghi Maria Patrizia Mazzoni e Enzo Capocasale (U.O. Clinica chirurgica e dei trapianti d’organo, diretta da Mario Sianesi) e Raffaele Dalla valle (U.O. Chirurgia d’urgenza, diretta da Ernesto Tamborrino). Fondamentale per il trattamento desensibilizzante è stata inoltre la collaborazione con Maria Sassi (U.O Immunoematologia e trasfusionale, diretta da Massimo Franchini), e Paola Zanelli (U.O. Genetica medica diretta da Mario Savi).
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro