22°

Parma

Escort e sesso - Vignali: "Tutto falso". E il sindaco si difende anche su Facebook e You Tube

Escort e sesso - Vignali: "Tutto falso". E il sindaco si difende anche su Facebook e You Tube
Ricevi gratis le news
93

Una giornata tra rivelazioni e polemiche, e con la controffensiva del sindaco Vignali, che - tirato in ballo da una escort con accuse di incontri sessuali a pagamento - respinge queste accuse ("Tutte falsità") e diffonde la sua replica anche atraverso Facebook e You Tube. Ecco la cronaca delle ultime ore:

Nadia Macrì, escort ascoltata dalla Procura di Palermo nell'ambito di un'inchiesta su un "giro" di prostituzione d'alto bordo, coinvolge nelle sue dichiarazioni il sindaco di Parma. Dichiarazioni tutte da verificare. Il sindaco, da parte sua, spiega di non averla mai incontrata, né pagata o "raccomandata" come lei sostiene.
Nell'aprile 2009 Nadia avrebbe incontrato il premier Berlusconi a Villa Certosa. Secondo il suo racconto - riportato dal Corriere della sera - a un anno di distanza avrebbe incontrato anche il sindaco di Parma Pietro Vignali. «Quando ho bisogno di soldi vado a Parma, c'è un bell'hotel vicino alla stazione», scrive il Corriere, secondo cui Nadia spiega di aver ricevuto, in un'occasione, 500 euro dal sindaco per una prestazione in una villa. E in seguito Vignali le avrebbe procurato un nuovo incontro con il premier.
Il sindaco, intervistato dal Corriere, spiega di non ricordare il nome di Nadia Macrì ma solo un breve incontro davanti a un hotel alla presenza di altre quattro persone. Nadia si avvicinò a bordo di un'auto, disse al sindaco che loro avevano un'amica comune (Perla Genovesi, che in passato «bazzicava» negli ambienti di Forza Italia) ma non è successo nient'altro. Vignali aggiunge: «Non sono tipo da andare a pagamento...», né le ha promesso alcunché, dato che lui ha con il premier un rapporto di natura istituzionale. «E comunque, non rientra nel mio costume».
Gli atti dell'inchiesta sono stati trasferiti a Milano, perché lì si sarebbe verificata l'ipotesi di reato di favoreggiamento della prostituzione (tra l'altro Nadia ha detto di aver incontrato tre volte Silvio Berlusconi e di aver consumato con lui prestazioni sessuali in due occasioni).

IL LEGALE DEL COMUNE: "ASSOLUTA INFONDATEZZA DELLA NOTIZIA". L'avvocato Mario Bonati ha inviato la nota che pubblichiamo: "Con riferimento alle notizie comparse sulla stampa, in ordine alle dichiarazioni rese da certa Nadia Macrì, il Sindaco di Parma, dott. Pietro Vignali, ne ribadisce, mio tramite, l'assoluta infondatezza, riservandosi di adottare, sul piano giudiziario, tutte le iniziative del caso, a tutela della sua immagine, nei confronti di tutti coloro che contribuiranno, ulteriormente, a diffondere notizie false, quanto diffamatorie, sulla sua persona".

LA DIFESA DI VIGNALI SU FACEBOOK E YOU TUBE - Il sindaco, nel tardo pomeriggio, ha deciso di difendersi anche attraverso la rete. Sulla sua pagina di facebook ha scritto: "E' allucinante: chiunque può lanciarti accuse gravissime e sbatterti sulle pagine dei giornali senza alcun riscontro. Mi attribuiscono una storia di sesso a pagamento: è falso, tutto falso. Ma la cosa che ho più a cuore è Parma. Non permetterò a nessuno di rovinare questa città". E a questa nota ha aggiunto un video che si può guardare anche su YouTube

 

NADIA SU FACEBOOK: "SIETE CON ME?". L’ex escort Nadia Macrì oggi ha aggiornato il suo profilo su Facebook lanciando una specie di appello: «Siete con me??? datemi un bel si!!!», ha scritto nel pomeriggio.
Nella notte la giovane, che vive a Reggio Emilia e sul social network è amica di Perla Genovesi, aveva lasciato un altro commento, altrettanto sibillino: «a tutti i fannulloni un bel tiè!!!». Intanto per ora la lista degli amici di Nadia su Facebook è «bloccata»: «Spiacenti, questo utente ha già troppe richieste di amicizia», risponde in automatico il sistema.

"ERO UNA ESCORT, AVEVO BISOGNO DI SOLDI". «Sì, ero una escort fino a poco più di un anno fa. L’ho fatto per diverso tempo perché avevo bisogno di soldi. Con Berlusconi? Di lui non parlo. L’avvocato mi ha detto di non dire nulla di ciò che ho detto ai magistrati. Se sono tranquilla? Certo, quando uno dice la verità non può che esserlo». Così Nadia Macrì, 28 anni, al "Resto del Carlino" dopo che il suo nome è filtrato dall’ inchiesta sui festini e sugli incontri con silvio Berlusconi.
La giovane lavora come ragazza immagine e ballerina al "Panther", locale di Cittanova di Modena e abita a Reggio Emilia con il fidanzato Davide, con il quale convive da circa un mese («Non parlo di questa storia», taglia corto al telefono lui, titolare di un negozio e una galleria d’arte). Prima Nadia viveva con la madre e la sorella in una palazzina a Villa Cella, frazione di Reggio, dove da qualche giorno non ci sarebbe più nessuno. La mamma sarebbe tornata nella sua Napoli. La giovane ha detto di avere un figlio di 6 anni, «che non posso vedere», ha sottolineato. Un amico definisce la giovane «una ragazza molto bella e misteriosa. A volte spariva per un paio di giorni senza dire dove andava...». Da Facebook, intanto, è "scomparsa" l’amicizia da social network che fino al pomeriggio Nadia Macrì, sulla sua pagina, risultava avere con un politico reggiano del Pdl.

L'AVVOCATO TAORMINA: "BRUNETTA MI CALDEGGIO' MOLTISSIMO LA CAUSA DI QUESTA RAGAZZA". «Renato Brunetta mi caldeggiò moltissimo la causa di questa ragazza, che mi portò in studio non una volta sola, ma più volte. Si trattava di una vicenda molto delicata perché le era stato tolto il bambino in seguito a maltrattamenti che lei avrebbe esercitato su questo bambino di un anno e procedeva il tribunale di Modena». Lo ha detto l’avvocato Carlo Taormina intervistato da Teleradiostereodue.
Taormina ha confermato l’incontro con Nadia Macrì, la donna che ha affermato di aver avuto rapporti sessuali a pagamento con Silvio Berlusconi, Renato Brunetta e il sindaco di Parma Pietro Vignali.
Di Brunetta e Nadia Macrì, Taormina parla anche, con maggiore dovizia di particolari, in un’intervista a «il Fatto Quotidiano», in cui descrive la ragazza come «molto appariscente» e «provocante nei modi».
«Mi disse che era una sua amica» riferisce l’avvocato, secondo il quale Brunetta seguiva le vicende personali della Macrì «come se fosse una sua problematica personale, altro che conoscenza di un giorno». Inoltre, l’attuale ministro gli telefonava «in continuazione» perché Taormina ottenesse dal tribunale ciò che la ragazza desiderava. Il rapporto («professionale, beninteso») tra l’avvocato e Nadia Macrì è poi finito, racconta, perché «dopo un colloquio con un magistrato di Modena che mi spiegò bene i termini della sua situazione legale, ho preferito lasciare la difesa».

IL PROCURATORE DI PALERMO: "PERSEGUIAMO I REATI, NON LA VITA PRIVATA". Il procuratore della Repubblica Edmondo Bruti Liberati sta esaminando gli atti che ha ricevuto ieri in tarda serata da Palermo, riguardo l’inchiesta su presunti festini a luci rosse, nelle ville del premier, e in cui si ipotizza il favoreggiamento della prostituzione, in vista dell’assegnazione del fascicolo a uno dei suoi sostituti.
In particolare Bruti sta vagliando il racconto di Nadia Macrì, la escort amica di Perla Genovesi (arrestata lo scorso luglio a Palermo nell’ambito di un'inchiesta sul narcotraffico), che ha raccontato ai magistrati palermitani di avere avuto due incontri sessuali con Silvio Berlusconi e di avere ricevuto ogni volta una busta con 5 mila euro, come compenso. La escort ha inoltre riferito di essere stata presentata al premier in una delle due occasioni dall’agente dei vip Lele Mora e dal direttore del Tg4 Emilio Fede e inoltre ha chiamato in causa anche il ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta.
Il procuratore Bruti ha spiegato che l’inchiesta al momento rimane «separata dal caso Ruby». «Se dovessero emergere connessioni - ha aggiunto il procuratore - non è inverosimile che l’indagine venga affidata a uno dei pm» che si sta occupando della vicenda con al centro la giovane marocchina.
Bruti, davanti ai giornalisti, ha ripetuto almeno un paio di volte che «è ovvio che noi perseguiamo reati, commessi a Milano, e della vita delle persone non ci interessiamo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Kenny

    23 Marzo @ 10.07

    Forse sarebbe meglio scrivere ex sindaco nel titolo.....

    Rispondi

  • inside

    28 Febbraio @ 10.04

    perché non scrivete anche di quelli che vanno a prostitute sui viali che sono a centinaia , forse perché sono di altri partiti , questa mi sembra una campagna di sciacallaggio.

    Rispondi

  • sabcarrera

    04 Novembre @ 18.09

    A pensar male spesso si becca.

    Rispondi

  • Furioso

    04 Novembre @ 17.28

    In effetti il video su YouTube fa veramente sorridere. Non fa sorridere per niente. invece, tutto questo bailamme, da qualsivoglia parte o ideologia politica vi si assista.

    Rispondi

  • Furioso

    04 Novembre @ 17.26

    In effetti il video su YouTube fa veramente sorridere. Non fa sorridere per niente. invece, tutto questo bailamme, da qualsivoglia parte o ideologia politica vi si assista.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

4commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

1commento

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

CATALOGNA

200mila manifestanti in piazza a Barcellona

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»