14°

Parma

Battistero: ecco come le telecamere hanno svelato i vandali

Battistero: ecco come le telecamere hanno svelato i vandali
Ricevi gratis le news
35

COMUNICATO STAMPA
 
Sono due minorenni ad aver divelto un colonnotto del Battistero nel tardo pomeriggio del 12 novembre. I due giovani sono stati denunciati dalla Polizia Municipale al termine una accurata indagine, portata a termine grazie al contributo delle immagini registrate dalle tre telecamere di sorveglianza ubicate nell’area e ad una attenta attività investigativa da parte del Nucleo Sicurezza Urbana della Municipale.
I ragazzi, uno di nazionalità italiana e l’altro straniero, sono stati denunciati al tribunale dei minori per danneggiamento al patrimonio artistico nazionale.
 
“Si tratta dell’ennesima prova dell’importanza dell’installazione delle telecamere nella zona del Battistero – afferma Fabio Fecci, assessore alla Sicurezza -  al pari di quanto avvenuto in seguito all’episodio vandalico delle scorse settimane, anche in questo caso ci hanno permesso di individuare i responsabili dell’accaduto. Spero che in futuro, anche a seguito dell’ennesima dimostrazione di efficienza della Polizia Municipale, non si ripetano più atti vandalici contro il Battistero, grande patrimonio artistico della città. Ricordo infine che la Polizia Municipale da diverso tempo controlla l’area, sia con personale in divisa che in borghese

La vicenda - Oggi sulla Gazzetta di Parma in edicola la sequenza dei fotogrammi delle telecamere decisivi per l'identificazione dei vandali

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giorgio Ossimprandi

    22 Novembre @ 23.05

    Oggi ,dopo molto tempo,sono stato in centro.Ho notato,che le tanto detestate scritte, insieme ad altri scarabocchi minori,fanno ancora bella mostra ai piedi del Battistero. In compenso, la Piazza e tutto il circondario sono tempestati di cicche!!!!!!

    Rispondi

  • Francesco L.

    22 Novembre @ 10.59

    non capisco la polmica è giusto che vengano puniti i responsabili e se minorenni come in questo caso sono le famiglie che devono pagare! L'inciviltà e la maleducazione tra i giovani d'oggi è da attribuirsi solo ed esclusivamente alle famiglie "moderne". io sono per l'educazione a suon di sberle e frustate almeno una volta si cresceva con il senso del giusto e sbagliato. oggi invece non si distingue piu tra giusto e sbagliato, si fa tutto perchè tutto è concesso! se poi il genitore è straniero andrebbe punito, padre o madre, con 2 mesi di lavori forzati

    Rispondi

  • roberto

    22 Novembre @ 10.07

    Portici del grano! Anche sotto i portici del grano sulla scalinata del municipio bivaccano e insozzano. Nessuno che interviene?

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    22 Novembre @ 08.01

    Per HARRIS81 di ieri mattina (scusa il ritardo, ma ieri non ero al lavoro, e poichè la mail mi tirava in ballo personalmente il collega ieri al lavoro non ha risposto) - "L'arroganza" che mi attribuisci (sapevo di avere tanti difetti e anche di essere molto permaloso: arrogante credevo proprio di no...) è commisurata al semplicismo di certe critiche, che mi sembrano più prevenute che obiettive. Ben diverso è il caso della critica che fai tu, e alla quale provo a non sottrarmi. Ecco le mie risposte (mie anche nel senso che sono la mia personalissima opinione e rappresentano solo me stesso) - 1) Il successo della Gazzetta. Io nella Gazzetta di carta ho lavorato pochissimi anni (prima ero in tv e ora sono al web) e quindi ne posso parlare quasi da fuori. Proprio per questo mi spiace quando, nell'analizzarne il successo, si parla solo dei "grandi mezzi" (già qui non è vero: negli anni '50-'80 la sfida era con il fortissimo Resto del Carlino, così come sul web oggi ci misuriamo con la corazzata Repubblica...) e non si percepisce la grande professionalità dei suoi giornalisti. Ti assicuro che in nessun giornale di provincia (e io ne leggo tantissimi) c'è lo stesso livello, anche se poi la notizia del fungo o della scimmia in autostrada possono far sorridere. Ero in Gazzetta nei giorni tristissimi di Tommy, e ho visto i nostri cronisti misurarsi ogni giorno con quelli del Corriere, Repubblica ecc.: ti assicuro che il loro lavoro era quasi sempre il migliore. Ecco perchè dico che è giusto criticare il nostro e vostro giornale, ma vi assicuro (e ripeto ancora che lo dico quasi da fuori) che è un'eccellenza professionale al pari di altre della nostra città. E il discorso dei mezzi è sempre meno importante, ai tempi del web: tu potresti mettere in piedi un sito dall'oggi al domani, e sai che la storia è piena di piccoli siti diventati vere e proprie potenze giornalistiche .2) Tutto questo, ovviamente, non risponde invece alle tue obiezioni sui contenuti. E' chiaro che ogni giornale ha la propria impostazione e la propria linea editoriale, che può piacere o no: e infatti è giusto che vi sia il massimo plurallismo. Però, anche qui, a volte i giudizi sono ingenerosi. Tu parli di "elefanti" che ci sono passati davanti. Certo: è vero che di fronte - che so - a un Tanzi, c'è stata nei primissimi giorni (lo dico da allora direttore di Tv Parma) una certa "prudenza". Ma se tu guardi gli articoli di ottobre/novembre di - ad es. - Repubblica e Sole 24 ore (che forse dovrebbero avere più strumenti di una Gazzetta, sulle notizie economiche e sulle voci che girano a Milano) vedrai che non erano meno "tranquilli" dei nostri. E Parmalat, perdipiù, aveva quasi nel dna una storia di cadute e resurrezioni. Faccio questo esempio per dire che non sempre la verità è chiarissima. Certo, si può e si deve fare di meglio (anche se il paragone con l'articolo "soft" non regge: quello, per noi, è un "copiaeincolla" da 30 secondi, mentre una inchiesta sulle partecipate richiede tempo e persone). E' giusto che ci chiediate di più,e mi spiace se ho dato nella risposta una impressione di arroganza. Però (e ripeto che non mi riferisco al tuo post) vorrei che anche chi ci chiede - legittimamente - di essere più "obiettivi" lo chiedesse con altrettanta obietttività, e non guardandoci dall'alto al basso. Non sempre è così.

    Rispondi

  • parmense doc

    21 Novembre @ 23.20

    continuio a dire che quella è una banda MULTIETNICA...essere nati in italia o arrivati in italia 2 mesi fa non vuol dire essere italiani...fino a prova contraria la cittadinanza ancora conta...questa è gente che al loro paese se ne frega di tutto, figuriamoci qui...e poi trovano disadattati italiani che si prestano subito ad aiutarli....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Striscia torna a Parma,  i musulmani:  "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

1commento

politica

Elezioni, domenica sera la lista dei partiti in lizza per il Parlamento Video

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

SORBOLO

Auto fuori strada a Enzano: un ferito

gazzareporter

Via Doberdò, dove la segnaletica stradale viene ignorata: pericolo e poca disciplina Gallery

5commenti

lutto

Addio Bruno, spirito guerriero e animo gentile: aveva 49 anni

L'INCHIESTA

Alluvione, il pm: «Pizzarotti non lanciò mai l'allarme, nemmeno dopo il crollo del ponte della Navetta»

2commenti

MEDICINA

Uno spray imita lo smog e porta i farmaci al cuore: scoperta (anche) parmigiana

5 STELLE

Parlamentarie: la rabbia degli esclusi di Parma Video

3commenti

PARMA

Tabaccaio prende una mazza e mette in fuga il rapinatore 

TECNOLOGIA

Custom, fatturato oltre 130 milioni

Acquisito il 52% di power2Retail

UNIVERSITÀ

Andrei: «Nuovo corso di laurea dedicato al food»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

milano

Torna casa il "caracat" sequestrato dai carabinieri

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova