-4°

Parma

Privacy violata: nei guai poliziotto e carabiniere

Ricevi gratis le news
1

Anche un poliziotto della questura di Parma e un carabiniere in forza al nostro comando provinciale sono finiti nel mirino della polizia postale di Roma.
Lo sfondo è un'indagine delicata, condotta su scala nazionale proprio dai segugi  della Rete, incaricati di vigilare sulla sicurezza informatica, specializzati nello stanare ogni genere di utilizzo distorto o illegale delle tecnologie.
A metà settimana un drappello di investigatori era arrivato a Parma dalla capitale, per una serie di accertamenti e verifiche.
Hanno fatto tappa negli uffici di borgo della Posta e in quelli di strada delle Fonderie. Il motivo? Si sospetta che il poliziotto e il militare dell'Arma abbiano all'occorrenza dato una mano agli «sherlock holmes» di un'agenzia investigativa privata, anche quella di casa nostra. Come? Passando informazioni (dietro compensi in denaro) acquisite da terminali e banche dati in uso alle forze dell'ordine.
Non siamo certo nel campo dei segreti di Stato, si tratterebbe di un genere di informazioni molto più «spicciole» come possono essere l'indirizzo di una seconda casa, un numero di cellulare di persone che per varie ragioni erano  «attenzionate» dagli investigatori privati.
Informazioni comunque riservate e non accessibili a un cittadino qualsiasi: quei «dati sensibili» a protezione dei quali esiste una griglia di leggi e norme sulla privacy rigorose. 
Sulla vicenda, per ora, nessun commento ufficiale dai vertici locali di polizia e carabinieri. Gli agenti della postale romana sarebbero comunque stati nelle abitazioni del poliziotto e del carabiniere: da entrambi si sarebbero fatti consegnare varia documentazione, dalla casa del militare avrebbero anche portato via un pc.
Il carabiniere risulta «momentaneamente spostato ad altro incarico», ovvero non più fisicamente in servizio in strada delle Fonderie, ma trasferito in una sede vicina. L'agente della questura in questi giorni risulterebbe in ferie, e per lui non è stato preso alcun tipo di provvedimento.
Le violazioni in cui sarebbero incappati potrebbero essere più di una - dall'indebito accesso a dati protetti alla violazione del codice della privacy - aggravate dal fatto che a commetterle sarebbero stati due agenti di polizia giudiziaria.
Ma anche per gli investigatori privati che avrebbero chiesto gli «aiutini» non è un azzardo pensare si possa profilare qualche grana all'orizzone, ad esempio una denuncia per corruzione di pubblico ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mike

    22 Novembre @ 00.02

    E i nomi ? Oh beccano il mareca il ragazzetto con due canne subito il Nome ..... Poliziotto e carabiniere no . L ultima frase nell articolo mi fa sorridere , si prospettano anche guai per gli investigatori privati , scommettiamo che pagheranno solo loro per corruzione di pubblico ufficiale . Il poliziotto e il carabiniere sicuramente verranno trasferiti ad altro incarico ..... Licenziati mai , e noi li paghiamo .

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Tom Petty

Tom Petty

MUSICA

Tom Petty è morto per overdose accidentale

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ladro in fuga si lancia da una finestra al quarto piano: ferito e... arrestato Foto

FURTI

Ladro in fuga si lancia da una finestra al quarto piano: ferito e... arrestato Foto

Di chi sono tutti questi oggetti rubati?

Serie B

"Tutti a Cremona!": diario della trasferta dei tifosi crociati Foto Video

Uno dei pullman ha qualche problema al motore in autostrada ma riesce a raggiungere lo stadio di Cremona

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

via d'azeglio

Prima minaccia i clienti, poi lancia bottiglie contro le vetrine: inseguito e bloccato

2commenti

incidente

Frontale nella notte al Botteghino: due feriti

WEEKEND

Teatro, escursioni e lo spettacolo dei fuoristrada: l'agenda 

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

1commento

mobilità

Maxi zone a velocità limitata nel Cittadella e nel Montanara Video

1commento

SQUADRA MOBILE

Nella borsa aveva un chilo di marijuana: 34enne arrestata

1commento

politica

Pizzarotti: "Nel M5s restano solo gli yes man. Con me usata la linea sovietica"

6commenti

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

FURTI

In "gita" per rubare giubbotti: fermati in due, uno è minorenne

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

GAZZAREPORTER

"Il Cortile del Guazzatoio è ancora un parcheggio"

1commento

TECNOLOGIA

Alla Stazione sperimentale gli alimenti si stampano in 3D

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La strana democrazia delle parlamentarie

di Francesco Bandini

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Aggredito sul bus da un gruppo di adolescenti, ne accoltella uno

politica

Nessun accordo, è shutdown in Usa: bloccate le attività federali

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

società

Droga, prostituzione, sigarette: gli italiani spendono 19 miliardi annui in attività illegali

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"