Parma

Via Burla, troppi detenuti. E mancano 150 agenti

Via Burla, troppi detenuti. E mancano 150 agenti
Ricevi gratis le news
1

Chiara Pozzati
Luci e ombre delle carceri emiliano romagnole: anche Parma finisce sotto la lente dei consiglieri regionali del gruppo assembleare Sinistra ecologia libertà-Verdi.
Le celle di via Burla sovraffollate, come il resto d’Italia, ospitano 142 detenuti in più rispetto alla capienza regolamentare. I carcerati, infatti, sono a quota 510 mentre la struttura potrebbe accoglierne solo 368. Al contempo, il calo del numero di agenti di polizia penitenziaria è impressionante: «Si parla di 150 posti vacanti - ha spiegato Elia De Caro dell’associazione Antigone - senza contare la diminuzione degli educatori passati da 9 a 2 nell’arco di pochi anni».
 Ottima è invece la relazione tra il carcere di via Burla e il territorio: sono infatti 22 i detenuti che godono di misure alternative e del reinserimento nel mondo nel lavoro, mentre nel resto della Regione si parla di 2 o 3 persone al massimo. Infine, considerando che la spesa media giornaliera per ciascun detenuto è di 120 euro, la nostra città sborsa quotidianamente più di 60 mila euro.
 Questo in sostanza è quanto emerge dalla visita effettuata in via Burla non più tardi di ieri mattina dal consigliere regionale nonché ex assessore provinciale Gabriella Meo insieme al consigliere Gian Guido Naldi e all’assessore provinciale Marcella Saccani. I tre politici, accompagnati da alcuni rappresentanti dell’associazione Antigone, proseguono i sopralluoghi dietro le sbarre degli istituti penitenziari dell’Emilia Romagna. Dopo Rimini, Ravenna, Reggio Emilia, Piacenza e Bologna hanno visitato la casa circondariale di Parma, definendola «una struttura rinnovata e gestita più che positivamente, dove il legame col territorio è ben saldo e palpabile».
La ristrutturazione del carcere di via Burla, che ha preso il via due anni fa, sta per concludersi e il giudizio dal punto di vista socio sanitario è positivo: «Si tratta di un carcere ad ampio respiro dove i detenuti vengono assistiti e seguiti durante tutto il loro percorso». Dai corsi di studio, all’inserimento nel mondo del lavoro: «Anche se è grave il calo degli educatori, figure fondamentali all’interno di un carcere - aggiunge Naldi -. Inoltre sarebbe importante dare vita a una serie di attività lavorative interne al penitenziario che possano però riflettersi all’esterno e portare un indotto».
«Continueremo a insistere per introdurre il garante regionale per la tutela dei diritti dei detenuti anche in Emilia-Romagna, previsto dalla normativa ma non ancora nominato - ha assicurato Naldi - prezioso per un’azione ancora più efficace contro “l'emergenza carceri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Egiziano

    24 Novembre @ 16.53

    Le carceri sono piene e sovraffollate a causa della legge fini giovanardi. Una legge che ha favorito la diffusione di droghe, specialmente la cocaina. La giunta Vignali cosa ha fatto per risolvere il problema? Ha seguito lo zar de noantri nella fallimentare guerra alla droga. La regolamentazione della vendita di cannabis e' l' unica soluzione.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

1commento

capodanno

Ecco le locandine: Fedez si fa. Ma dove? Domani la risposta

1commento

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

solidarietà

"Parma facciamo squadra" in campo per i bimbi poveri

Campagna fondi al via: Barilla, Chiesi, Fondazione Cariparma e Forum Solidarietà in prima linea

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS