san leonardo

Le parole strazianti del padre "Chiedo scusa a tutti"

Le parole strazianti del padre "Chiedo scusa a tutti"
Ricevi gratis le news
0

«Chiedo scusa per quanto accaduto». Sono poche e strazianti le parole di Fred Nyantakyi. «Chiedo scusa a via San Leonardo e al palazzo». Stringe un fazzoletto di carta nel pugno, annuisce in segno di gratitudine ad ogni pacca sulla schiena, abbassa gli occhi e si concede ad ogni abbraccio: è lui il papà della famiglia sconvolta dal duplice omicidio di martedì, in cui sono morte Patience Nfum e la piccola Magdalene.

Ha perso moglie e figlia per mano del secondogenito Solomon, papà Fred, eppure si scusa. E ringrazia. «Grazie Italia, grazie città di Parma, grazie a tutti voi che siete qui». La sua voce è un filo in un megafono: circondato da una folla di persone, è in strada a fare i conti con una vita sconvolta. Solo 48 ore fa era a Londra, dove stava tentando di costruire un futuro migliore per sé e la sua famiglia: ora è tornato a Parma e la sua famiglia è distrutta. Eppure si scusa. Eppure ringrazia. La comunità ghanese e tanti cittadini di Parma ieri sera hanno preso parte alla fiaccolata organizzata in poche ore da alcune associazioni del territorio per manifestare vicinanza alla famiglia Nyantakyi e dire no ad ogni forma di razzismo.

A guidare il corteo che dalla chiesa di San Leonardo si è spinto fino all’abitazione teatro della tragedia, proprio il padre. Un prolungato Alleluia lo accompagna, insieme a centinaia di amici e concittadini. In una mano la candela, l’altra curva a proteggerne la fiamma. Riesce a trattenere la disperazione quasi sino all’arrivo, Fred, ma di fronte alla porta del palazzo al civico 21 non ce la fa più e scoppia in un pianto silenzioso che sgretola il cuore. Tende la mano e appoggia un cero sotto i tanti biglietti che i vicini e gli amici di Maddy hanno voluto lasciare sulla porta.

«So che da qualche parte, là in alto, ci state guardando, Angeli» recita un cartoncino giallo. E così sussurra un’amica che si avvicina al papà, nel tentativo di donare una parola di aiuto. «Lo sai dove sono ora, sono con Dio». Tra i primi a fare le proprie condoglianze al padre, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, presente con molti fra assessori e consiglieri comunali. «Mi fa piacere essere qui per far sentire la vicinanza mia e dell’intera città alla famiglia e a tutta la comunità ghanese – ha spiegato il primo cittadino-. Parma è partecipe del vostro dolore: non esistono distinzioni. Siamo qui per voi».

Il presidente della comunità ghanese di Parma, Emanuel Femi, lancia l’invito ai suoi connazionali perché domenica si radunino in stazione, per decidere insieme alla famiglia come organizzare il funerale di Patience e Maddy.

«Noi ghanesi siamo brave persone, lavoratori» sottolinea. Nel caldo torrido di un giovedì sera fatto di lacrime e grida, il traffico si fa paziente e la massa di persone che affolla la strada è un tutt’uno con le case, i marciapiedi e i bar dai quali i clienti escono a con lo sguardo basso per prendere parte al dolore. «Il dramma ha colpito una famiglia straniera che stava compiendo il proprio percorso d’integrazione – commenta Mounia Elfasi, dell’associazione Donne di qua e di là -. Quello che non posso fare a meno di chiedermi, in queste ore, è perché nessuno abbia ascoltato i silenzi di quel ragazzo».

«Non c’è un noi o un loro – aggiunge -. Questa è una tragedia di tutta la città». In tanti, poi, ci tengono a far arrivare le proprie parole a papà Fred: pensieri di solidarietà, partecipazione, condivisione. Amici, come sconosciuti: ciascuno a suo modo, anche solo con una presenza raccolta, contribuisce a scrivere un messaggio ben preciso: la violenza, così come la solidarietà, non ha colore.

Tra le varie realtà che hanno collaborato al passaparola che ha reso possibile l’abbraccio collettivo di ieri sera, oltre alla comunità ghanese di Parma, anche: Non una di meno, Consulta dei popoli del Comune di Parma, comunità senegalese, associazione Scanderbeg della comunità albanese, W4W Donne per le donne, Donne di qua e di là, associazione Mani, Centro Interculturale, Ciac, Coordinamento e solidarietà, Voce Nuova Tunisina, Agedo, L’Asterisco, Maschi che si immischiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

Orietta Berti in una foto d'archivio

Par condicio

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Intervista

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era

PGN

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani lo speciale "Amico dentista"

INSERTO

In edicola lo speciale "Amico dentista"

Lealtrenotizie

Sarcone, il nuovo re della cosca che tentava di intimidire i testimoni dell'affare Sorbolo

'NDRANGHETA

Sarcone, il nuovo re della cosca che tentava di intimidire i testimoni dell'affare Sorbolo

POSTALLUVIONE

Ponte della Navetta, appalto all'impresa Buia

Lutto

L'ultimo viaggio di Cavatorta

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Appello

Il sindaco di Collecchio: «Cerchiamo padroni per 15 cani»

NOCETO

Addio a Mario Reverberi, colonna del volontariato

Colorno

Rubata l'auto a servizio di un malato di Sla

Avis

Izzi: «Pochi disposti a tenere gli stili di vita sani necessari per donare»

ODONTOIATRI

Falsi dentisti, c'è l'app per stanarli

san leonardo

Commerciante straniero permette di fermare il ladro d’auto italiano

2commenti

OSPEDALE

Day hospital oncologico al Cattani: lavori verso la conclusione. Ecco come sarà: foto

Intervento da 1,3 milioni di euro. Parcheggi riservati ai pazienti in cura

FATTO DEL GIORNO

Giovanni Reverberi, parmigiano prigioniero a Dachau: la sua storia in un libro toccante Video

La nipote di Reverberi, Natalia Conti, è fra coloro che tengono viva la memoria di quanto accadde in quegli anni

VOLANTI

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

14commenti

Palacassa

Concorso per un posto da infermiere: 3mila al Palacassa, candidati anche da Agrigento Foto

L'obiettivo di molti partecipanti è entrare in graduatoria, sperando in una chiamata entro i prossimi tre anni

7commenti

TG PARMA

Le elezioni 2018 costeranno 584mila euro al Comune di Parma Video

Allarme

Ore 7: attimi di paura in via Emilia Est

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'indispensabile ruolo di Silvio l'ineleggibile

di Vittorio Testa

1commento

L'ESPERTO

Un immobile in successione? Si può vendere. Ecco come

ITALIA/MONDO

Salute

Le sigarette elettroniche pericolose per gli adolescenti

ALTO ADIGE

Slavine in Vallelunga: travolta una casa, evacuato anche un albergo Foto

SPORT

Tuffi

Tania Cagnotto è diventata mamma

Tg Parma

Di Cesare: "Con il Novara sarà dura, vengono da una vittoria" Video

2commenti

SOCIETA'

GUSTO

Carbonara: ecco la vera ricetta romana  Video

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

2commenti

MOTORI

novita'

Honda Civic, finalmente il diesel. Il 1.6 spiegato in tre mosse

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video