12°

Parma

Tep, quattro consiglieri rimettono il mandato. Bernazzoli: "Attendo l'esito di un'analisi sui conti aziendali"

Tep, quattro consiglieri rimettono il mandato. Bernazzoli: "Attendo l'esito di un'analisi sui conti aziendali"
Ricevi gratis le news
16

I consiglieri Tep Alessandro Fadda e Graziano Buzzi, e i revisori Bruno Rastelli e Luciano Ragone hanno rimesso il loro mandato  a Vincenzo Bernazzoli. Il presidente della Provincia, per il momento, ha congelato le richieste: attende infatti l'esito di un'analisi approfondita sui conti dell'azienda voluta dal cda. Se si accerteranno delle colpe, ha spiegato,  le dimissioni verranno accettate e saranno chieste "azioni di responsabilità" anche verso gli amministratori.

 “E’ un momento straordinario della vita della Tep, in cui si decide il suo futuro - spiega Bernazzoli in un comunicato stampa - Proprio per questo ritengo ci si debba assumere la responsabilità di fare chiarezza per il bene di una azienda che è patrimonio pubblico, dunque dei cittadini, strategica per il trasporto pubblico”.  Nella nota, il presidente della Provincia delinea la situazione in cui si trova oggi l’azienda, alla vigilia di un processo di privatizzazione, sotto la scure dei tagli del Governo nel trasporto pubblico, e in attesa dell’esito che avrà l’investimento compiuto nella banca Mb. E su questo Bernazzoli è categorico: “Assicuro tutti i cittadini che il mio interesse è tutelare il bene pubblico e se ci saranno rischi sul patrimonio di Tep, non escludo nessuna azione che ci permetta di recuperare l’investimento, né eventuali atti nei confronti dei responsabili, siano amministratori, funzionari, dirigenti interni o soggetti esterni all’azienda”. L’intervento del presidente della Provincia - si spiega - ha l’obiettivo di sgombrare il campo dalle “polemiche strumentali” e dal rischio di vedere ridotta a “querelle” una materia così complessa. Per farlo Bernazzoli ricostruisce il quadro, a cominciare dalla privatizzazione in corso in cui si metterà in vendita dal 40 al 49% di azioni. “Puntiamo ad avere un socio che immetta risorse ma che abbia anche capacità manageriali perché riteniamo che questo processo debba portare con sé più opportunità per il territorio” - spiega il presidente. La privatizzazione sottolinea, avviene in uno scenario in mutazione in cui ci sono in atto accorpamenti e fusioni, come sta accendo fra Bologna e la Romagna dove si sta creando un’unica azienda. ”Mentre il mondo si muove noi siamo fermi e invece dobbiamo star dentro il cambiamento da protagonisti”. La Tep, si sa, è una delle migliori aziende in questo campo, ma non per questo non ci sono problemi, a cui si aggiungono quelli creati con la manovra del Governo, ricorda Bernazzoli, che ha tagliato alla Regione 70 ml di euro proprio nel trasporto pubblico. “Il disastro non è avvenuto solo perché la Regione ha deciso di metterci le risorse mancanti e questo permette di salvare le aziende, le corse e i lavoratori.”
La vicenda dell’investimento di 8,5 ml di euro “decisi dal solo Presidente” e di cui per il momento è stato restituito 1 milione di euro, si inserisce in questo contesto. “Sono stato più volte accusato di voler coprire amministratori e tecnici di nomina della Provincia, ma assicuro tutti i cittadini che la salvaguardia del patrimonio della Tep è interesse primario della Provincia. Io sono interessato alla chiarezza”. Due i livelli: quello che si profila se ci sono eventuali responsabilità penali e che riguardano l’indagine della Magistratura e della Guardia di Finanza, “abbiamo piena fiducia perché sappiamo che ci sono strumenti e competenze adeguate per fare piena luce. Noi siamo tranquilli e aspettiamo l’esito”. Le eventuali responsabilità penali avrebbero una incidenza anche sul secondo livello, che è quello che attiene la responsabilità civile.  “Stiamo assistendo a una discussione che non ritengo utile, un modo non corretto perché reca danno all’azienda e una sovraesposizione al limite del linciaggio per persone e professionisti. A fronte di questa situazione e per evitare che l’azienda sia coinvolta in polemiche strumentali i membri del Cda della Provincia hanno rimesso a disposizione nelle mie mani il mandato ricevuto. Li ringrazio per la loro serietà e disponibilità”.
E’ di ieri la notizia che il Cda di Tep ha deciso da dare mandato a una società esterna per un’analisi complessiva dello stato dell’azienda. Una cosa utile, dice il Presidente Bernazzoli, che permette di avere da un soggetto terzo il quadro della situazione, in un lasso di tempo breve. “Intendo avvalermi di questa opportunità per prendere decisioni che ritengo opportuno assumere, sia per l’azienda e eventuali responsabilità, sia in merito all’accoglimento delle dimissioni. Assicuro che le decisioni che assumerò saranno orientate all’esclusivo interesse della Tep e a tutela del patrimonio pubblico”.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giuseppe Dallara

    02 Dicembre @ 13.43

    Mi sembra che si faccia confusione: il merito non è che Mauro ha fatto autonomamente l'investimento folle di 8 mil di euri "nostri" in una banca di Milano! in cui era amministratore ed investitore il suo amico Costa, a sua volta amico di sempre di Vignali? E che quegli euro sono persi? E che la TEP per recuperarli li chiede a noi coi biglietti aumentati e licenziando gli autisti? Vogliamo buttarla in politica?

    Rispondi

  • emilio

    02 Dicembre @ 10.25

    Amici, la correttezza e il buon governo non sono nè di destra nè di sinistra ma sono al di sopra di entrambe. In quest'ottica va vista la vicenda. Un manager (Mauro) ha sbagliato mettendo a rischio 8 milioni dell'azienda, il CdA e i Sindaci o hanno avallato o hanno ignorato la cosa. Di fronte all'evento i due azionisti (Comune e Provincia) avrebbero dovuto far dimettere TUTTI SUBITO visto che, non dimentichiamolo, si tratta di soldi pubblici. Ogni diversa interpretazione è faziosa e di parte e trascura i principi che sono alla base di una sana e corretta amministrazione della cosa pubblica.

    Rispondi

  • Sara

    02 Dicembre @ 08.43

    Caro Robert, veramente anche per Berlusconi basterebbe il giudizio della procura. Peccato che non si faccia processare! Perché non si rimette anche lui al giudizio di un'autorità? Le troiette sono solo un corollario, ce ne sarebbe già abbastanza con le sue vicende giudiziarie. Sui tuoi gusti sessuali non discuto, anche perché non è che mi interessino poi così tanto... Saluti

    Rispondi

  • Attila

    02 Dicembre @ 07.49

    Caro Filippo, come mai ora dobbiamo rimetterci al giudizio della societa esterna ..... delle autorità competenti .... alla procura .... ecc ecc QUANDO TOCCA BERLUSCONI BASTA LA PAROLA DI UNA TROIETTA QUASIASI ???? QUESTA E' LA DEMOCRAZIA DELLA SINISTRA ????? BEH PREFERISCO IL PREMIER CHE VA CON LE DONNE A QUELLI CHE TROMBANO CON I TRANS.

    Rispondi

  • Attila

    02 Dicembre @ 02.24

    Mo guerda chi comunista chi ..... mo vot dir chi s'en acort chi robon anca lor?????

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

1commento

capodanno

Ecco le locandine: Fedez si fa. Ma dove? Domani la risposta

1commento

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

solidarietà

"Parma facciamo squadra" in campo per i bimbi poveri

Campagna fondi al via: Barilla, Chiesi, Fondazione Cariparma e Forum Solidarietà in prima linea

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS