14°

Parma

La Facoltà di Architettura di Parma riqualificherà San Polo d'Enza: è il primo esperimento del genere

Ricevi gratis le news
6

E' il primo esperimento del genere in Italia: un’intera facoltà universitaria di architettura studierà e riprogetterà la riqualificazione di un paese. Grazie alla convenzione che il Comune di San polo d’Enza (5.800 abitanti circa) ha sottoscritto con l’università degli studi di Parma, centinaia di studenti sono coinvolti nel progetto del Corso di Laboratorio di Progettazione Architettonica I dell’ateneo parmense, volto alla raccolta di idee per la riqualificazione sia del centro storico del comune che di alcune aeree adiacenti.

I progetti sul centro storico verranno elaborati dagli studenti più vicini alla laurea mentre gli iscritti al primo corso si occuperanno delle aeree adiacenti. Giovedì scorso, alle 14, settanta studenti, che frequentano il primo corso della facoltà di Architettura dell’università di Parma, hanno invaso pacificamente San Polo per iniziare a studiare il paese, un cantiere a cielo aperto.

Gli studenti, accompagnati dai professori architetti Marco Maretto e Paolo Castagnetti, sono stati prima ricevuti, nella sala consiliare, dal sindaco, Mirca Carletti, dall’assessore Edmondo Grasselli e dalla responsabile dell’ufficio tecnico Ana De Balbin. «Grazie a questa convenzione ci sarà un forte investimento di idee sulla riqualificazione del centro e per noi è veramente una grande opportunità – afferma il sindaco di San Polo, Mirca Carletti – far progettare la riqualificazione degli edifici e degli spazi pubblici del nostro territorio all’università di Parma cioè all’eccellenza dell’architettura. Quando sarà completata la tangenziale il centro del paese potrà divenire un centro commerciale naturale e abbiamo bisogno di idee e progetti per la sua trasformazione».

«Fate parte di un 'esperimento', il primo in Italia – ha detto il prof. Maretto rivolgendosi agli studenti – che vede l'università protagonista del territorio italiano, in questo caso di San Polo. Siete architetti in erba e avrete una grande responsabilità nei confronti di San Polo ma sono convinto che riuscirete ad ottenere ottimi risultati».

Agli studenti viene richiesto di elaborare una proposta progettuale per la riqualificazione di un’area attualmente non utilizzata ed in stato di degrado: l’area dell’ex cartiera di San Polo che si trova dietro a piazza I Maggio. Le proposte degli studenti coinvolgeranno in particolare il progetto di un nuovo complesso architettonico a destinazione residenziale, commerciale e culturale, in sostituzione del volume attualmente occupato dall’edificio ex cartiera. I progetti riguarderanno inoltre lo studio degli spazi pubblici adiacenti, in particolare piazza Primo Maggio, interpretandoli quali punti nodali del centro commerciale naturale, per il quale già alcune proposte sono in fase di elaborazione da parte di gruppi di neolaureati e laureandi.  «I progetti dovranno essere il risultato di una riflessione sui tessuti caratterizzanti la morfologia urbana del comune di San Polo – spiega il prof essor arch. Paolo Castagnetti - «L'intenzione è quella di ottenere progetti di qualità che possano sintetizzare, nelle differenze, specificità ed analogie, proposte in grado di restituire un certo assetto fisico spaziale rispetto al contesto di appartenenza più ampio definito dal centro storico di San Polo d’Enza».  Davanti all’ex cartiera gli studenti hanno seguito la lezione tenuta dai professori che hanno spiegato quali sono gli obiettivi da perseguire nei progetti da elaborare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Matteo Fattori

    05 Dicembre @ 16.49

    Buonasera a tutti. Sono uno studente parmigiano coinvolto nel progetto di riqualificazione in questione e volevo precisare, che per quanto noi studenti ne sappiamo, non dovremo realizzare nessun centro commerciale. Si tratta solo di riqualificare un parcheggio, che diventerà una piazza, annettendo inoltre nel progetto di riqualificazione, una strada che adesso viene transitata da mezzi pesanti e veicoli che verrà chiusa e diventerà parte della piazza, che sarà area interamente pedonabile. Infine,dovremo restaurare (e in parte verrà anche demolita), una ex cartiera, nelle immediate vicinanze dell'attuale parcheggio da riqualificare, che quindi farà parte dell'ambizioso progetto. L'intera opera serve per ridare a San Polo un'area consona al suo centro storico. Inoltre sinceramente, dubito che un qualsiasi nostro progetto che presenteremo, verrà seriamente preso in considerazione e realizzato, seppur ci metteremo tanto sforzo e lavoro.

    Rispondi

  • francesca

    05 Dicembre @ 09.12

    Il metodo è buono,ma il fine!!?centro commerciale naturale? è una contraddizione in terminis: così gli studenti diventeranno complici di uno scempio,a parte che peggiorare l\'aspetto di sanpolo è impresa difficile...

    Rispondi

  • sabcarrera

    04 Dicembre @ 20.56

    I centri commerciali attuali a stento riescono a stare aperti. Ne abbiamo bisogno di altri? Lasciamoli stare questi poveri paesi andavano molto bene prima degli interventi di regioni, comuni, privati.

    Rispondi

  • stefano

    04 Dicembre @ 16.39

    Sono tutte balle! Da sempre le facoltà di architettura hanno impegnato gruppi di studenti per studiare e proporre soluzioni urbane che le Amministrazioni hanno a volte utilizzato per la redazione dei piani urbanistici. Alcuni professori della Facoltà di A. di Parma cercano di proporsi alle Amministrazioni pubbliche per poi avere incarichi pubblici!!!! O si inventano continuamente dei Convegni di qualsiasi tipo in cui invitare Sindaci ed Amministratori pubblici. Ma se davvero si limitassero ad insegnare BENE ai propri studenti non sarebbe meglio???

    Rispondi

  • Ago&Filo

    04 Dicembre @ 14.00

    "centro commerciale naturale"?!?!? ma se sono altri 8 i centri commerciali pervisti dal nuovo PSC di Reggio Emilia? Oltre, naturalmente a quelli già esistenti. Come può un comune competere contro simili potenze? Cinema, supermercati, birrerie, aperture prolungate, parcheggio gratuito e sempre disponibile! Altri tentativi erano stati provati (Traversetolo) miseramente falliti. Qualche anno fà, paesi come San Polo, erano poli turistici, in grado di attirare giovani e turisti dalle province limitrofre. Oggi sono solamente paesi "dormitorio", grazie anche alla cementificazione selvaggia, sono riusciti a perdere anche quella pace e tranquillità che li distingueva dalla città (aumento del traffico, inquinamento, atti criminosi).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Romanzo famigliare supera i 5 milioni di spettatori è campione di ascolti in tv

TELEVISIONE

Romanzo famigliare supera i 5 milioni di spettatori è campione di ascolti in tv

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Chiusa indagine alluvione 2014: 6 indagati tra cui il sindaco Pizzarotti

tg parma

Alluvione 2014, chiusa l'indagine. Tra i 6 indagati c'è Pizzarotti

Il sindaco su Fb: "Abbiamo fatto tutto quello che si doveva fare, prima, durante e dopo"

tg parma

22enne di Parma travolto da un treno in stazione: è gravissimo in Rianimazione Video

sicurezza

Massese, il prefetto promette nuovi autovelox Video

dopo l'Inchiesta Stige

Bola: "Per Gigliotti mai ruoli societari nel Gs Felino"

Il presidente: "Non sono dimissionario". Domenica manifestazione di sostegno con i bambini del settore giovanile

serie B

Parmamercato: Faggiano scatenato...a tutto campo

1commento

festa

Sant'Antonio, la messa per i piccoli-grandi "amici" è sempre un successo Gallery

anteprima

Alluvione 2014, chiuse le indagini: domani sulla Gazzetta tutti i particolari Video

roccabianca

Schianto tra due auto e un camion sul Ponte Verdi: muore un 60enne

Ferito un 43enne parmigiano. E torna la protesta per un tratto "ad alto rischio"

2commenti

Colorno-Cremona

I carabinieri vanno a casa per arrestarlo per truffa, ma trovano una "sorpresa"

1commento

sondaggio

Ecco la vostra Top 11 di serie B (Girone d'andata)

5 stelle

Parlamentarie: i nomi dei 28 parmigiani in corsa. E le esclusioni che fanno discutere

4commenti

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

6commenti

PARMA

Scuole elementari: due casi di scabbia al Maria Luigia

2commenti

Confconsumatori

Telegramma in ritardo, donna saltò concorso: Poste condannate 

Poste Italiane condannate per “perdita di chance”

CONDANNA

Si avventa contro la fidanzata e le fa sbattere la testa contro la portiera dell'auto

2commenti

LUTTO

E' morto Luigi Renzi, popolare ex gestore del bar Capriccio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

L'EDITORIALE

I fantasmi evocati dalla razza bianca

di Vittorio Testa

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

di Daniele Rubini*

1commento

ITALIA/MONDO

IL CASO

Le due Coree sfileranno insieme alle Olimpiadi Video

roma

Maiale tra i rifiuti a Roma, la Raggi: "E' di un Casamonica"

1commento

SPORT

football americano

Jags, Patriots, Vikings (da infarto) e Eagles a caccia del Superbowl

CALCIO

Uefa: "Il fairplay finanziario ha portato dei frutti"

SOCIETA'

ASSICURAZIONI

Rc Auto: saranno riconosciute le coppie di fatto

gusto light

La ricetta "green" - Riso venere con porri e curry

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

DETROIT

Le novità del Salone: è sfida tra pick-up Gallery