17°

Parma

La Facoltà di Architettura di Parma riqualificherà San Polo d'Enza: è il primo esperimento del genere

Ricevi gratis le news
6

E' il primo esperimento del genere in Italia: un’intera facoltà universitaria di architettura studierà e riprogetterà la riqualificazione di un paese. Grazie alla convenzione che il Comune di San polo d’Enza (5.800 abitanti circa) ha sottoscritto con l’università degli studi di Parma, centinaia di studenti sono coinvolti nel progetto del Corso di Laboratorio di Progettazione Architettonica I dell’ateneo parmense, volto alla raccolta di idee per la riqualificazione sia del centro storico del comune che di alcune aeree adiacenti.

I progetti sul centro storico verranno elaborati dagli studenti più vicini alla laurea mentre gli iscritti al primo corso si occuperanno delle aeree adiacenti. Giovedì scorso, alle 14, settanta studenti, che frequentano il primo corso della facoltà di Architettura dell’università di Parma, hanno invaso pacificamente San Polo per iniziare a studiare il paese, un cantiere a cielo aperto.

Gli studenti, accompagnati dai professori architetti Marco Maretto e Paolo Castagnetti, sono stati prima ricevuti, nella sala consiliare, dal sindaco, Mirca Carletti, dall’assessore Edmondo Grasselli e dalla responsabile dell’ufficio tecnico Ana De Balbin. «Grazie a questa convenzione ci sarà un forte investimento di idee sulla riqualificazione del centro e per noi è veramente una grande opportunità – afferma il sindaco di San Polo, Mirca Carletti – far progettare la riqualificazione degli edifici e degli spazi pubblici del nostro territorio all’università di Parma cioè all’eccellenza dell’architettura. Quando sarà completata la tangenziale il centro del paese potrà divenire un centro commerciale naturale e abbiamo bisogno di idee e progetti per la sua trasformazione».

«Fate parte di un 'esperimento', il primo in Italia – ha detto il prof. Maretto rivolgendosi agli studenti – che vede l'università protagonista del territorio italiano, in questo caso di San Polo. Siete architetti in erba e avrete una grande responsabilità nei confronti di San Polo ma sono convinto che riuscirete ad ottenere ottimi risultati».

Agli studenti viene richiesto di elaborare una proposta progettuale per la riqualificazione di un’area attualmente non utilizzata ed in stato di degrado: l’area dell’ex cartiera di San Polo che si trova dietro a piazza I Maggio. Le proposte degli studenti coinvolgeranno in particolare il progetto di un nuovo complesso architettonico a destinazione residenziale, commerciale e culturale, in sostituzione del volume attualmente occupato dall’edificio ex cartiera. I progetti riguarderanno inoltre lo studio degli spazi pubblici adiacenti, in particolare piazza Primo Maggio, interpretandoli quali punti nodali del centro commerciale naturale, per il quale già alcune proposte sono in fase di elaborazione da parte di gruppi di neolaureati e laureandi.  «I progetti dovranno essere il risultato di una riflessione sui tessuti caratterizzanti la morfologia urbana del comune di San Polo – spiega il prof essor arch. Paolo Castagnetti - «L'intenzione è quella di ottenere progetti di qualità che possano sintetizzare, nelle differenze, specificità ed analogie, proposte in grado di restituire un certo assetto fisico spaziale rispetto al contesto di appartenenza più ampio definito dal centro storico di San Polo d’Enza».  Davanti all’ex cartiera gli studenti hanno seguito la lezione tenuta dai professori che hanno spiegato quali sono gli obiettivi da perseguire nei progetti da elaborare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Matteo Fattori

    05 Dicembre @ 16.49

    Buonasera a tutti. Sono uno studente parmigiano coinvolto nel progetto di riqualificazione in questione e volevo precisare, che per quanto noi studenti ne sappiamo, non dovremo realizzare nessun centro commerciale. Si tratta solo di riqualificare un parcheggio, che diventerà una piazza, annettendo inoltre nel progetto di riqualificazione, una strada che adesso viene transitata da mezzi pesanti e veicoli che verrà chiusa e diventerà parte della piazza, che sarà area interamente pedonabile. Infine,dovremo restaurare (e in parte verrà anche demolita), una ex cartiera, nelle immediate vicinanze dell'attuale parcheggio da riqualificare, che quindi farà parte dell'ambizioso progetto. L'intera opera serve per ridare a San Polo un'area consona al suo centro storico. Inoltre sinceramente, dubito che un qualsiasi nostro progetto che presenteremo, verrà seriamente preso in considerazione e realizzato, seppur ci metteremo tanto sforzo e lavoro.

    Rispondi

  • francesca

    05 Dicembre @ 09.12

    Il metodo è buono,ma il fine!!?centro commerciale naturale? è una contraddizione in terminis: così gli studenti diventeranno complici di uno scempio,a parte che peggiorare l\'aspetto di sanpolo è impresa difficile...

    Rispondi

  • sabcarrera

    04 Dicembre @ 20.56

    I centri commerciali attuali a stento riescono a stare aperti. Ne abbiamo bisogno di altri? Lasciamoli stare questi poveri paesi andavano molto bene prima degli interventi di regioni, comuni, privati.

    Rispondi

  • stefano

    04 Dicembre @ 16.39

    Sono tutte balle! Da sempre le facoltà di architettura hanno impegnato gruppi di studenti per studiare e proporre soluzioni urbane che le Amministrazioni hanno a volte utilizzato per la redazione dei piani urbanistici. Alcuni professori della Facoltà di A. di Parma cercano di proporsi alle Amministrazioni pubbliche per poi avere incarichi pubblici!!!! O si inventano continuamente dei Convegni di qualsiasi tipo in cui invitare Sindaci ed Amministratori pubblici. Ma se davvero si limitassero ad insegnare BENE ai propri studenti non sarebbe meglio???

    Rispondi

  • Ago&Filo

    04 Dicembre @ 14.00

    "centro commerciale naturale"?!?!? ma se sono altri 8 i centri commerciali pervisti dal nuovo PSC di Reggio Emilia? Oltre, naturalmente a quelli già esistenti. Come può un comune competere contro simili potenze? Cinema, supermercati, birrerie, aperture prolungate, parcheggio gratuito e sempre disponibile! Altri tentativi erano stati provati (Traversetolo) miseramente falliti. Qualche anno fà, paesi come San Polo, erano poli turistici, in grado di attirare giovani e turisti dalle province limitrofre. Oggi sono solamente paesi "dormitorio", grazie anche alla cementificazione selvaggia, sono riusciti a perdere anche quella pace e tranquillità che li distingueva dalla città (aumento del traffico, inquinamento, atti criminosi).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro