-4°

Parma

Ascensore in stazione: no delle Ferrovie, sarà realizzato a spese del Comune - Ascensore da Zara: ultimatum per essere in regola

Ricevi gratis le news
3

In attesa di riprendere la discussione sul bilancio, il Consiglio comunale si occupa di ascensori. Curiosamente, infatti, questo era il tema di due distinte interrogazioni in apertura di seduta.

L'ascensore in Stazione -  Le Ferrovie hanno detto no. E così, sarà direttamente il Comune ad accollarsi la spesa (90mila euro) per un ascensore al servizio della Stazione temporanea. Una richiesta che veniva riproposta da tempo, e che si sperava venisse condivisa dalle Ferrovie dello Stato. Non è stato così, e allora l'amministrazione ha deciso di procedere comunque. L'impianto dovrebbe essere pronto - ha deto l'assessore Bernini - nel marzo 2011.

L'ascensore di Zara - Il secondo ascensore di cui si è parlato è quello (tuttora non funzionante) del negozio inaugurato nei mesi scorsi in via Cavour. In questo caso è partito un vero e proprio ultimatum: o Zara si metterà in regola rendendo l'impianto funzionante, oppure rischierà la chiusura dell'esercizio, fino appunto al ripristino della situazione prevista dalla legge.

La tettoria al Tardini - Il consiglio ha affrontato anche una interrogazione di Massari sulla collocazione dei disabili allo stadio Tardini. Una collocazione che ora è a norma - ha precisato ancora Bernini -, ma per evitare disagi in caso di pioggia verrà presto allestita una tettoia.

Scintille sul bilancio - Dopo le interrogazini, è ripresa la discussione sul bilancio. E una scintilla si è accesa quando la Biacchi (Altra politica altri valori) ha deciso di rinunciare all'intervento per le troppe assenze sui banchi della giunta e della maggioranza. Anzi, a quel punto l'opposizione ha chiesto la verifica del numero legale: e c'è stata una corsa a "riacciuffare" i consiglieri che non si trovavano in aula. Al momento della conta, il numero si 21 ha comunque consentito la prosecuzione della seduta. Questa la sintesi degli altri interventi:Pierpaolo Scarpino (Partito Democratico):
“In diverse occasioni il bilancio di previsione è stato definito di rigore e di responsabilità. Il sindaco e la giunta hanno preso atto di quello che il gruppo Pd va sostenendo da tempo. Quante volte abbiamo posto il problema della razionalizzazione della spesa e dell’individuazione della priorità. Rinnoviamo ancora una volta l’appello alla chiarezza e alla trasparenza per far conoscere a questo consiglio e alla città lo stato di salute dei conti pubblici”.
 
Sergio Boscarato (Impegno per Parma):
“Per quanto riguarda il settore sicurezza sono state poste nella giusta valutazione gli obiettivi che devono portare avanti le impostazioni degli anni passati. Si è proseguito sulla linea della Carta di Parma, sono previste la videosorveglianza e le colonnine S.O.S, c’è l’integrazione del parco mezzi della Municipale, la formazione del personale, la collaborazione dei volontari della sicurezza. Parliamo di oltre 1 milione di euro. Una cifra importante nel quadro delle disponibilità. Riscontro un bilancio lineare, aderente alla situazione, ispirato alla parsimonia. Per questo esprimo il mio voto favorevole”.
 
Maria Teresa Guarnieri (Altra Politica – Altri Valori)
“Mi pare che ancor prima che un bilancio di responsabilità e rigore, sia un bilancio che, per come viene presentato, soffra di una grande confusione e anche di contraddizioni. Il discorso di uno sviluppo selettivo e di una politica di rigore e responsabilità in linea di principio è assolutamente condivisibile. Devo dire però che in questo bilancio di selettività non trovo pressoché nulla, non abbiamo indicato una priorità d’intervento e non abbiamo provato a indicare da dove iniziare ad applicare le scelte di rigore. Non è affatto un bilancio di responsabilità e rigore. Sono state inserite una serie di entrate funzionali a garantire un pareggio che non è affatto detto che si verifichino”.

Matteo Agoletti (Impegno per Parma)
“Veniamo da un biennio difficile a livello nazionale. Guardando a Parma non si può che promuovere l’operato di chi, anziché sbarrare le porte del Municipio in attesa della fine della tempesta, ha deciso di cavalcare una sorta di onda anomala nella tempesta e di investire sul futuro in servizi e infrastrutture. In questo bilancio aumenta la spesa per la sicurezza ed i servizi alla persona. Per quanto riguarda le famiglie, tramite il quoziente Parma, questa Amministrazione è riuscita a lanciare e declinare in chiave locale il quoziente famigliare. Il pacchetto anticrisi predisposto dal Comune rappresenta poi una vera innovazione, al pari di altri progetti come il Parma social house”.
 
Marco Ablondi (Rifondazione comunista)
“Andiamo avanti con questo bilancio, nonostante le incertezze, per evitare l’esercizio provvisorio, un fatto che in realtà non spaventa molti comuni italiani. Anche l’Anci ha raccomandato i Comuni di andare sul sicuro, ma dato che noi vogliamo essere sempre i primi, andiamo avanti, poi si vedrà cosa accadrà. L’effetto mediatico, che caratterizza anche questo bilancio, sembra essere la parte privilegiata rispetto ai contenuti e sembra offuscare una realtà che viene definita difficile. La filosofia però rimane quella di sempre  dato che non si tiene conto di debiti ingenti, prima negati poi ammessi.  Tuttavia si ostenta una sicurezza che appare irreale.
Non ho mai visto una discussione di bilancio con i banchi della giunta pressoché deserti. Si tratta di un atto di irresponsabilità verso il consiglio e la città”. 
 
Maria Vittoria Valdrè (Impegno per Parma)
“Si nota una maggiore solidità del bilancio rispetto agli anni precedenti. E’ positiva la riduzione delle entrate straordinarie; non bisogna poi dimenticare che la pressione fiscale del nostro Comune è tra le più basse della regione. Importante anche la reale riduzione della spesa. Per la prima volta inoltre scende l’indebitamento. Il quadro complessivo è quindi positivo”.
 
Giovanni Ricci (Impegno per Parma)

“Dai dati del bilancio emerge una particolare attenzione verso i servizi in ambito sociale e per i più deboli. In particolare, le spese per il sociale aumentano di 2 milioni di euro. Non mancano i tagli, inevitabili in un contesto come quello attuale. In sintesi, la situazione di bilancio è equilibrata e garantisce risposte positive”.
 
Esposito Giuseppe Crialesi (Partito Democratico)
“Le cose non stanno nei termini in cui ci volete far credere (riferimento a indebitamento delle società partecipate ndr). Lei signor sindaco deve fare maggiore chiarezza sulla situazione delle società partecipate e su quanto accaduto ad alcuni dirigenti, per rispetto nei confronti dei cittadini. Questa amministrazione ha scelto di confinare gli anziani in un unico luogo, una decisione che non persegue di certo l’obiettivo di migliorare la loro qualità della vita. Bisogna invece sviluppare in tutti i quartieri un welfare di comunità. Il progetto “Salute per Parma” è un elefante che ha partorito un mini topolino. Non ha intaccato le liste di attesa, non è stato un presidio anticrisi ed è stato un flop dal punto di vista economico”. 
 
 
 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • unaqualunque

    11 Dicembre @ 18.47

    da zara non ci sono nemmeno le toilettes

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    10 Dicembre @ 20.01

    Il lettore ha perfettamente ragione: l'articolo non è stato riletto. Adesso spero di avere almeno ripulito la maggior parte degli errori. Grazie per la segnalazione (G.B.)

    Rispondi

  • Leo

    10 Dicembre @ 18.46

    Ci sono più errori di ortografia in questo articolo che in un tema di terza elementare!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tom Petty

Tom Petty

MUSICA

Tom Petty è morto per overdose accidentale

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Danneggiamento in via D'Azeglio

via d'azeglio

Prima minaccia i clienti, poi lancia bottiglie contro le vetrine: inseguito e bloccato

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

incidente

Frontale nella notte al Botteghino: due feriti

WEEKEND

Teatro, escursioni e lo spettacolo dei fuoristrada: l'agenda 

GAZZAREPORTER

"Il Cortile del Guazzatoio è ancora un parcheggio"

mobilità

Maxi zone a velocità limitata nel Cittadella e nel Montanara Video

1commento

SQUADRA MOBILE

Nella borsa aveva un chilo di marijuana: 34enne arrestata

1commento

politica

Pizzarotti: "Nel M5s restano solo gli yes man. Con me usata la linea sovietica"

3commenti

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

FURTI

In "gita" per rubare giubbotti: fermati in due, uno è minorenne

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

TECNOLOGIA

Alla Stazione sperimentale gli alimenti si stampano in 3D

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

Dopo l'alluvione

Argini dell'Enza: lavori per 330mila euro tra Sorbolo e Coenzo

il caso

Episodio di omo-transfobia in via Cavour: insultato un 37enne Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Smartphone al volante? L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

politica

Nessun accordo, è shutdown in Usa: bloccate le attività federali

Francia

La Vedova nera delle Costa azzurra condannata a 22 anni

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

BASSA REGGIANA

Due "super siluri" pescati a Boretto

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"