Parma

Abbandono di rifiuti: multe fino a 6 mila euro

Abbandono di rifiuti: multe fino a 6 mila euro
Ricevi gratis le news
16

Francesco Bandini

Sono circa 250 ogni anno i par­migiani che vengono multati per abbandono di rifiuti. E se finora gli «incivili» della spazzatura hanno dovuto pagare relativa­mente poco, dal 25 dicembre le sanzioni aumenteranno note­volmente. Per effetto del decreto legislativo 205/2010, le multe per i trasgressori andranno da un minimo di 300 a un massimo di 3 mila euro, che raddoppiano nel caso in cui i rifiuti siano pe­ricolosi, quindi fino a 6 mila euro (prima si andava da 25 a 150 e da 105 a 620 per quelli pericolosi).

La nuova norma recepisce la direttiva europea 2008/98/Ce e sarà immediatamente operativa in tutt'Italia, quindi anche nella nostra città. Che da tempo, come ricorda l'assessore all'Ambiente Cristina Sassi, è impegnata sul fronte della lotta all'abbandono dei rifiuti. In seno alla polizia municipale, infatti, esiste un nu­cleo di vigilanza ambientale, composto da tre agenti che fra i propri compiti hanno anche quello di intervenire in caso di abbandono di rifiuti, in partico­lare per individuare e sanziona­re gli autori e far rimuovere la spazzatura abbandonata...

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • MAX

    21 Dicembre @ 15.43

    uuuuuuuuu che esagerazione!!!! certo al multa ci vuole ma sino a quella cifra? e poi chi o che cosa stabilisce la cifra? viene stabilita a discapito di come la vede e pensa il vigile che ti multa? a seconda di quali presunti parametri il vigile stabilirebbe la quantita di denaro nella multa???? perchè allora ci vuole anche una bella tabella che tutti quanti dovremmo avere in visione per essere consci di quale multa prenderemmo se, ad esempio, lasciamo a fianco del bidone un sacchetto o un mobile o un elettrodomestico o un'auto o un rimorchio o una bettoniera o una scavatrice o goldrake!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • federico

    21 Dicembre @ 15.40

    bravo Maurizio!!!! non hai capito nulla del provvedimento. A dire il vero non lo capisco nemmeno io: cioè il butto una lavatrice giù dalla panoramica Riano Cozzano come segnala Giorgio e per far si che la norma funzioni mi devo filmare col videofonino e mettere tutto su iutiub. Ma come si fa a "pluccarli" quelli che lasciano il rudo in giro ??? Norma assolutamante inutile.

    Rispondi

  • Luca

    21 Dicembre @ 14.36

    scusate ma stiamo scherzando? Punti di raccolta, fila? Ma sapete che a parma non c'è solo la crocetta? VIA TOSCANA, MOLETOLO... Quanti ne volete di più? Costano parecchio nel loro mantenimento, altre città neanche li hanno... La fila? per pagare al mediaworld il super LCD LED da 60" la fila la si fa volentieri, per preservare l'ambiente no? Io mi dico: meno male che c'è la fila, almeno vuol dire che la gente le usa! E per la multa, agli italiani purtroppo se non tocchi il portafoglio non ti danno retta. Siamo un popolo di falliti, perchè abbiamo la testa da falliti... E l'Italia va male perchè la classe politica è lo specchio del popolo, sia esso di destra o di sinistra... Tutti caproni uguali ed opportunisti...

    Rispondi

  • Paolo Reggiani

    21 Dicembre @ 12.18

    La Barilla è, finora, l’unica azienda che indica sui contenitori dei suoi prodotti dove debbano essere smaltiti: vivissimi e sinceri complimenti. Ma perché è l’unica? Se tutti facessero così le cose andrebbero meglio. E poi perché ogni comune fa a modo suo? Lo stesso rifiuto ha destinazioni diverse a seconda del comune. Se questi sono i vantaggi del tanto decantato federalismo stiamo proprio freschi: avremo migliaia di piccole repubbliche con le loro farneticazioni autonomiste e deliri normativi. Ringraziamo la Lega del regalo che ci sta dando. E poi perché nessuno, ma proprio nessuno, interviene sulla produzione dei rifiuti, sulla montagna di roba inutile che siamo costretti a portare in casa per il solo fatto di acquistare qualcosa, dal rotocalco, al salame: carte, incarti, vaschette, involucri: un tempo non c’erano ed i rifiuti erano mille volte di meno. Oggi poi non si ripara più nulla e via a sostituire ed a creare nuovi rifiuti: anche questo dettaglio è stato dimenticato dagli ineffabili amministratori che però sono abilissimi a puntare il dito contro i cittadini, cioè quelli che loro dovrebbero tutelare emanando norme comprensibili a tutti, uguali per tutti (da Bolzano a Lampedusa, per dare criteri univoci) e soprattutto semplici da applicare. Tanto risolvono tutto con un buon salasso di euro perché siamo tutti ricconi! E la crisi? Quella c’è quando devono dare i servizi pagati con le tasse, tra le più alte del mondo e tutte concentrate nei redditi minori. Ricordarsi di tutto questo alle prossime elezioni sarebbe una buona idea.

    Rispondi

  • Franco

    21 Dicembre @ 11.46

    Io non riesco a capire ... ok a molta gente manca la coscienza ecologica ma questa cosa della multa mi pare proprio una vessazione ed è esagerata. Prima di multare le persone con queste cifre assurde e ingiustificabili occorre moltiplicare i punti di raccolta dei rifiuti ingombranti in modo che una persona per liberarsi di qualche oggetto non debba passare un pomeriggio alla crocetta con personale oltermodo indisponente. A mio avviso per far fare un balzo avanti alla raccolta differenziata occorre obbligare i produttori a mettere in circolazione imballi biodegradabili e di facile disassemblaggio ... ma per fare questo occorre legiferare ... costruttori e politici vanno a braccetto, quindi prima di vedere un bel salto ecologico in avanti passerà ancora del tempo. E intanto si rifanno su di noi con queste vessazioni.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video

emergenza

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

ospedale

Arresto cardiaco durante l’ora di ginnastica: 15enne salvato al Maggiore

1commento

maltempo

Emergenza elettricità: tante frazioni isolate nel parmense

1commento

ferrovia

Enza esondato: chiuse le linee Parma-Brescia e Parma-Suzzara

1commento

PIENA

Enza, a Casaltone il peggio è passato. "Ma restate lontano dagli argini" Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

4commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

17commenti

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

AVEVA 46 ANNI

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

austria

Esplosione impianto di gas: interrotto il flusso tra Russia e Italia. Calenda: "Oggi stato d'emergenza"

sudafrica

Rissa in carcere, ferito Pistorius

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

fidenza

Coduro, 25 mici a rischio sfratto

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole