-4°

Parma

"Balbo t'è pasè l'Atlantic mo miga la Perma": scritta cancellata

"Balbo t'è pasè l'Atlantic mo miga la Perma": scritta cancellata
Ricevi gratis le news
43

Signor direttore, sono una studentessa universitaria che ogni giorno, per recarsi a lezione, passa con l’autobus in viale Mariotti, costeggiando il torrente Parma. Spesso mi capita di guardare fuori dal finestrino verso la Parma e di cercare con gli occhi una scritta storica, motivo d’orgoglio per molti parmigiani: “Balbo t’è pas’è l’Atlantic mo miga la Perma”. Forse non tutti sanno che questa frase venne scritta nel 1922 da un partigiano per deridere il fascista Balbo, autore di una famosa trasvolata dell’Oceano Atlantico, ma incapace di attraversare il ben più piccolo torrente cittadino per passare «de d’là dall’acqua», nell’Oltretorrente difeso dalle barricate degli Arditi del Popolo e dei civili.
L’altro giorno, nel mio quotidiano tragitto, ho notato con tristezza e rabbia che la scritta è stata cancellata, coperta da vernice insieme alle altre scritte vicine.  E’ triste vedere cancellato un pezzo di storia e di memoria collettiva, una scritta simbolo della Resistenza e dell’anima antifascista, ieri come oggi, di Parma.
E’ triste pensare che molti giovani non potranno più vedere questa scritta e interrogarsi sul suo significato. Come disse Sciascia, «il nostro è un Paese senza memoria e verità, ed io per questo cerco di non dimenticare».

Cara Irene, lei ha ragione. Quella scritta mi è sempre piaciuta. C'è l'ironia dei parmigiani e il loro eroismo. Rifacciamola.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Irene 2

    27 Dicembre @ 13.33

    Noto purtroppo quanta superficialità vi sia in molti dei vostri commenti nel capire il senso reale della lettera!Innanzitutto sarebbe bene sottolineare che spesso questa pagina di storia non viene nemmeno sfiorata nei programmi di scuola per mancanza di tempo, dunque è già tanto che una ragazza della mia età conosca l\'episodio, pur facendo confusione fra le date (errore da sottolineare, ma senza l\'aggressività e il perbenismo da molti mostrato). Inoltre la parola \"partigiano\" da lei utilizzata penso vada proprio letta in senso lato, come \"eroe\", non certo come spia della sua ignoranza! Infine non credo che Irene volesse far emergere risentimenti in merito al \"sporcare i muri\", non era certo questo il punto principale della lettera!Personalmente ho avuto la fortuna di approfondire quesa pagina di orgoglio parmigiano nell\'ambito di un laboratorio POMERIDIANO a scuola e Irene ha interpretato il mio stesso pensiero e rammarico nel vedere la scritta cancellata-che fosse del 2010 o degli anni \'60- e sostituita da un \"giulia ti amo\"! E\' inutile fare i moralisti e parlare di muri rovinati da scritte, quando il muro in questione resta comunque imbrattato!Non importa il come e il dove sia scritta, se su muro o su targhetta, l\'importante è che rimanga traccia visibile del nostro glorioso passato in modo che esso sia esempio e punto di partenza per canbiare la realtà, purtroppo tragica, di oggi! Ed è partendo da una targhetta o da una scritta che si arriva ad aprire un libro, non certo il contrario!

    Rispondi

  • Francesca

    27 Dicembre @ 09.19

    Questa ragazza è sicuramente una delle poche che ancora ricorda,che ancora è legata al patriottismo parmigiano e che guarda al futuro traendo sempre ispirazione e spunto dal passato (ovviamente dalle cose positive,come può essere una scritta che fa sfoggio dell'eroismo e del coraggio parmigiano). Questo mette in evidenza il suo articolo: una spiccata intelligenza e una sensibilità profonda. Quindi per favore,guardate al di là di un errore di data che mi sembra superfluo e irrilevante a confronto di tutto il resto e soprattutto mi sembra molto stupido farlo notare con aggressività e cattiveria. Rilassatevi e siate meno frustati se riuscite!

    Rispondi

  • Irene

    26 Dicembre @ 23.31

    Sono la ragazza che ha scritto la lettera. Mi dispiace per gli errori storici commessi che riconosco grazie alle vostre precisazioni..resta il fatto che le barricate risalgono realmente al '22.. So bene che parlare di partigiani nel 22 è prematuro,visto che la resistenza si sviluppò dopo l’8 settembre del 1943,ma il termine “partigiano” voleva essere da me usato in senso lato come sinonimo di resistente,antifascista,EROE,se preferite,perchè in quella circostanza l'Oltretorrente resistette e lottò a tutti gli effetti contro il Fascismo La scritta venne scritta dopo e riconosco ora l'errore di aver accostato l'evento barricate all'evento scritta..un errore di datazione che non cancella l'intento della mia piccola lettera: ricordare una pagina importante della storia di Parma che forse non tutti conoscono e salvaguardare la memoria storica. Mi dispiace per gli attacchi ricevuti e mi dispiace ricevere dell’ignorante,ma lo accetto riconoscendo l’errore di datazione. Voglio però assicurare a chi mi ha insultato di aver studiato questa parte di storia e di averla studiata bene,a livello scolastico e per interesse personale. Certo,non sono una storica,ma una modesta cittadina che ha solo voluto esprimere la sua indignazione. Il mio intervento era ben lungi dall’invocare atti vandalici come qualche signore superficiale ha pensato, sarei contentissima se apparisse una bella targa al posto della scritta. Mi dispiace leggere commenti cattivi di gente che non ha capito il senso della mia lettera,che offende per sminuire le mie parole. I fatti che ho scritto sono realmente accaduti,non sono favole,e a questo proposito consiglio a tutti di leggere “Oltretorrente” di Cacucci,un bellissimo libro. Noto dai vostri commenti a quanta gente faccia ancora paura la storia e quanto si cerchi di infangarla e dimenticarla. La mia lettera era proprio rivolta a voi. A chi invece mi ha capita dico che continuerò a inviare lettere affinché la scritta torni alla luce. Ho scritto anche all’ANPI e spero che la città riceva una risposta concreta. Viva l’antifascismo. Ce n’è ancora tanto bisogno.

    Rispondi

  • franco

    26 Dicembre @ 10.26

    la maggior parte di parmigiani <quasi tutti celebrolesi >di storia non sanno niente e gli interessa solo che il parma vinca e che facciano dei nuovi centri commerciali e che qualche finanziaria gli dia qualche soldo che restitueranno per 20 anni seno gli rimane che fare marchette..ahahahahahahahah

    Rispondi

  • Edward Bunker

    25 Dicembre @ 23.57

    Come mai c'è tutta questa intolleranza nei confronti dell' IRENE,errare è umano,criticare in questo modo mi sembra indelicato. Beati voi maestri di storia e di vita Parmigiana che non sbagliate mai. Rilassatevi e divertitevi festeggiando il Santo Natale. IRENE CORRI FIERA E VIVI FELICE,fregatene dei commenti degli altri. BUONE FESTE A TUTTI.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Tom Petty

Tom Petty

MUSICA

Tom Petty è morto per overdose accidentale

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Cremonese-Parma 0-0: anche Lizhang allo stadio. Gagliolo rischia l'autogol!

DIRETTA

Cremonese-Parma 0-0: anche Lizhang allo stadio. Gagliolo rischia l'autogol!

Nella ripresa subito un'occasione per Di Gaudio

DIARIO DELLA TRASFERTA

"Tutti a Cremona!": quasi 2mila tifosi da Parma Foto Video

Uno dei pullman ha qualche problema al motore in autostrada ma riesce a raggiungere lo stadio di Cremona. Molti tifosi in auto

FURTI

Ladro in fuga si lancia da una finestra al quarto piano: ferito e... arrestato Foto

Di chi sono tutti questi oggetti rubati?

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

via d'azeglio

Prima minaccia i clienti, poi lancia bottiglie contro le vetrine: inseguito e bloccato

5commenti

incidente

Frontale nella notte al Botteghino: due feriti

WEEKEND

Teatro, escursioni e lo spettacolo dei fuoristrada: l'agenda 

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

1commento

mobilità

Maxi zone a velocità limitata nel Cittadella e nel Montanara Video

2commenti

droga

Arrestato mentre spaccia in viale dei Mille. Con 17 dosi pronte nelle siepi

politica

Pizzarotti: "Nel M5s restano solo gli yes man. Con me usata la linea sovietica"

7commenti

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

FURTI

In "gita" per rubare giubbotti: fermati in due, uno è minorenne

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

GAZZAREPORTER

"Il Cortile del Guazzatoio è ancora un parcheggio"

1commento

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La strana democrazia delle parlamentarie

di Francesco Bandini

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Aggredito sul bus da un gruppo di adolescenti, ne accoltella uno

2commenti

Elezioni

La Bonino: "Deciso l'apparentamento con il Pd"

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

società

Droga, prostituzione, sigarette: gli italiani spendono 19 miliardi annui in attività illegali

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"