11°

22°

Parma

Prestito alla Stu Authority, Pagliari e Ablondi scrivono alla Corte dei Conti. La replica di Buzzi: "Delibera mai adottata"

Ricevi gratis le news
12

L'opposizione in Consiglio comunale ha scritto alla Procura della Corte dei Conti per denunciare il prestito 6,5 milioni di euro deliberato dalla giunta comunale a favore della Stu Authority. Secondo Giorgio Pagliari (Pd) e Marco Ablondi (Prc) questo prestito viola le regole del Patto di Stabilità.
Nella lettera inviata alla Procura della Corte dei Conti, i due capigruppo di opposizione in Consiglio comunale criticano il sistema delle società partecipate, il cui indebitamento rischia di passare - scrivono - da 320 a 500 milioni di euro entro la fine del 2011.
Nel pomeriggio il vicesindaco Paolo Buzzi ha ribattuto alla minoranza facendo notare che la delibera su quel prestito non è mai stata adottata, quindi non è divenuta esecutiva. Per Buzzi questo è un "autogol della minoranza".

LA LETTERA DI PAGLIARI E ABLONDI. Scrivono Pagliari e Ablondi al Procuratore della Corte dei Conti dell'Emilia-Romagna:  
"Gli scriventi hanno denunziato la patente illegittimità della deliberazione 26.11.2010 n. 1626/80, con cui la Giunta Municipale ha simulato una “concessione di prestiti” alla S.T.U. Authority S.p.A. per € 6,5 milioni, in palese violazione del patto di stabilità.
Con nota 16.12.2010 prot. 226229 II/11.5, il Collegio dei Revisori dei Conti ha contestato tale operazione, sottolineando testualmente:
“…. la prevista operazione di finanziamento da parte dell’Ente a favore della STU Authority s.p.a. quanto meno se eseguita entro il corrente anno, appare lesiva del rispetto del patto di Stabilità per l’anno 2010. Ciò in quanto, secondo le citate deliberazioni della magistratura contabile, tale erogazione di somme non può essere qualificata come “concessione di credito” e, come tale, essere considerata irrilevante ai fini del patto di stabilità. L’eventuale esecuzione dell’atto deliberato, pertanto, potrebbe determinare il mancato rispetto del saldo di competenza mista prevista dal patto di stabilità per l’anno 2010, con le conseguenti sanzioni previste dalle leggi vigenti”.
Le formalità attuative di detta deliberazione sono state esaurite, nell’ambito comunale, in tre giorni.
Non ci è, invece, noto se si sia proceduto ai successivi adempimenti (e, quindi, alla concreta erogazione) nonostante la richiamata lettera.
La gravissima situazione denunziata non è che uno dei tanti sintomi della insostenibile condizione finanziaria del Comune e delle sue Società partecipate: un sistema, che - con attenzione ad una parte sola delle Società partecipate - ha un indebitamento al 31.12.2009 di € 320 milioni sicuramente destinato a lievitare al 31.12.2011 a circa € 500 milioni e che, con riferimento al bilancio comunale in senso stretto si avvale di mille “cavilli” per negare il disavanzo.
Gli ultimi sono costituiti dal “previsionale” 2011 dichiaratamente fondato non su norme di legge, ma su “progetti di legge” quali quelli sull’allentamento del patto di stabilità e quelle sulla proroga dell’utilizzabilità dei proventi degli oneri di urbanizzazione per il finanziamento della spesa corrente. Il risultato di queste scelte è che il bilancio previsionale 2011, approvato il 13 c.m., ha un sicuro “buco” nelle “entrate” di spesa corrente di circa € 11 milioni.
E’ evidente, politicamente, il tentativo di galleggiare sui debiti, di trasferire - a seconda delle convenienze o delle necessità - dal bilancio comunale alle Società partecipate e viceversa senza nessuna preoccupazione per l’avventura nella quale si trascina la Città.
Come consiglieri comunali, abbiamo denunziato la situazione sin dai primi segnali e assistiamo alla sua degenerazione preoccupati, ma anche con un senso di impotenza perché gli strumenti a nostra disposizione sono armi spuntate".

LA REPLICA DI BUZZI: "DELIBERA MAI ADOTTATA". Attraverso una nota, il vicesindaco Paolo Buzzi replica a quanto sostenuto da Giorgio Pagliari e Marco Ablondi sull'indebitamento del Comune e sul rispetto del patto di stabilità: “C’è un vecchio detto popolare secondo cui la gatta frettolosa fa i gattini ciechi. Tale detto si sposa benissimo con l’iniziativa attraverso la quale i consiglieri Pagliari e Ablondi hanno denunciato, per loro ammissione, alla Procura della Corte dei Conti l’illegittimità della deliberazione di Giunta 1626/80 del 26 novembre 2010, con ciò realizzando l’ennesimo eclatante autogol. Il motivo? Semplicemente perché quella delibera mai è stata assunta dalla Giunta comunale, proprio sulla base del parere contrario dei revisori dei conti".
Aggiunge il vicesindaco Buzzi: "Trattandosi di un’anticipazione di risorse finanziare alla Stu Authority, che successivamente dal 1° gennaio sarebbe ritornata nelle casse del Comune in base a quanto prevede la legge sull’erogazione dei fondi della 164/2004 per l’insediamento dell’Authority, ritenevamo che non si trattasse di una condizione di prestito ma di un'anticipazione. Tuttavia alla luce del parere contrario dei revisori la Giunta ha ritenuto di non adottare la delibera presente nell’ordine del giorno".
"Spiace - conclude Buzzi - che la forsennata ricerca di cavilli e di esposizione mediatica abbia indotto i due consiglieri di opposizione ad un'azione inutile. Bastava prestare più attenzione”.
Dopo aver appurato che questa è finita per errore fra quelle approvate sul sito del Comune di Parma, il vicesindaco Paolo Buzzi conferma come questa “non sia mai stata adottata nonostante il 25 novembre fosse all’interno dell’Ordine del giorno. Quel giorno fu sospesa dietro i rilievi della segreteria comunale, rilievi confermati dai revisori dei conti che hanno di fatto convinto la Giunta a bocciare l’atto. Da domani - conclude il vicesindaco - l’errore sarà rimediato togliendo la delibera fra quelle approvate. Ciò non toglie che i consiglieri di minoranza abbiano ben altri strumenti per appurare l’iter di approvazione delle delibere di Giunta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ippotommaso

    28 Dicembre @ 16.23

    Guardi gianni i suoi interventi si qualificano da soli, il primo che parte ad offendere e diffamare è sempre lei. Il vero cane da guardia è lei, del resto è suo il primo intervento in questo blocco di commenti, sempre all'erta per annusare i possibili 'complotti' anti-Junta. E' lei che urla VERGOGNA, dice che chi non la pensa come lei è inutile e superficiale, parla di "balorde politiche" e sostiene che i "vassalli" del PD sono figlii della polemica. Prima di fare la vittima o meglio il vittimista, pensi bene a quello che scrive lei e non guardi solo le pagliuzze nei commenti altrui. Sto ancora cercando di capire come sono stato "spesi per i cittadini" i soldi della metropolitana, i soldi dei parcheggi sotterranei deliberati, poi sospesi, poi non si sa che fine faranno, i soldi di Alfa, di Spip, di Tep e di STT. Si tratta di decine di milioni di euro, non di bruscolini, ma l'importante è parlare della facciata e nascondere la sostanza.

    Rispondi

  • roberto

    28 Dicembre @ 16.07

    Per completezza di informazione i due "signori" da me menzionati ( T. Mauro e A. Costa) erano stati nominati e difesi a spada tratta dai signori Buzzi e Vignali. "A pensare male si fa peccato ma spesso ci si prende". ( G. Andreotti)

    Rispondi

  • roberto

    28 Dicembre @ 14.24

    Senza alcuna "polemica": essendo stato dipendente Tep ho avuto modo di conoscere gli esponenti nominati dal Comune in questi ultimi anni. Faccio solo due nomi: Tiziano Mauro ed Andrea Costa. A buon intenditor...poche parole.

    Rispondi

  • franco

    28 Dicembre @ 12.08

    PRIMA DEI SALDI DI FINE STAGIONE......E' INIZIATA LA CAMPAGNA ELETTORALEEEEE!!!!!!

    Rispondi

  • Aristotelev

    28 Dicembre @ 10.17

    Be, mi piacerebbe che tra gli splendidi che scrivono qui ce ne fosse uno che per un attimo si dimentica del PD e mi rispondesse: Un comune che spende 500000€ in ufficio stampa e si sbaglia a pubblicare le notizie sul sito del Comune ha qualche problema? Perché se qualsiasi cosa è meglio del PD allora avete ragione... Ma siamo veramente sotto ogni livello di sanità mentale. Inoltre questi continui passaggi di soldi tra comune e società partecipate ricordano vagamente vecchi trucchi tipo Parmalat.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

7commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

5commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: 5 passi nel nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto