16°

Parma

La memoria della città si sposta in via Spezia

La memoria della città si sposta in via Spezia
Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa

La realizzazione della nuova Cittadella degli Archivi, in via La Spezia, inizia a prendere forma. Il primo passo verso la creazione di un polo tecnologicamente all’avanguardia per la consultazione del patrimonio archivistico della città, conservato fino a poche settimane fa all’interno dell’Ospedale Vecchio, è già iniziato con la costruzione dei tre edifici che conserveranno l’intera documentazione dell’Archivio comunale. Nei prossimi mesi nell’area degli ex magazzini comunali troveranno spazio anche le strutture dedicate alle “carte” dell’Archivio di Stato.
 
La sala consultazione e gli uffici per il prestito
Il primo stralcio della Cittadella degli Archivi, inaugurato oggi, è composto dai tre edifici destinati ad accogliere la nuova sede dell’Archivio comunale. Gli utenti potranno accedere dalla palazzina uffici, al cui interno si trovano appunto i locali destinati all’amministrazione e alla gestione dell’archivio, l’area operativa dove avviene l’identificazione, lo stoccaggio e l’estrazione dei documenti che saranno inseriti nel sistema robotizzato, oltre ad una sala di studio  aperta al pubblico per la consultazione e lo studio dei documenti  – dotata di una ventina di posti a sedere – e ad una sala attigua riservata ai tecnici dove saranno consultabili le licenze edilizie e gli strumenti urbanisti. La palazzina, che ha una superficie complessiva di circa 300 metri quadrati, è dotata di servizi igienici sia per il pubblico che per i dipendenti, attrezzati per accogliere i disabili. La sala studio, al momento già operativa, è stata allestita dal personale dell’Archivio comunale, in modo da ridurre i costi del trasferimento dall’Ospedale Vecchio e velocizzare le operazioni. A tal proposito va ricordato che il servizio di consultazione, durante le operazioni di trasferimento della documentazione, è stato chiuso al pubblico solo per tre giorni, mentre ora è pienamente operativo. Il volume di documentazione messo a disposizione dei cittadini e degli studiosi nel corso del 2010 ammonta a 24.500 unità archivistiche.
Dall’ingresso di questa palazzina, l’utente potrà accedere anche ai locali dell’Archivio di Stato, mentre le sale di consultazione dei due archivi sono dotate di un collegamento diretto per rendere più agevole lo scambio di materiale archivistico.
 
Un archivio “lungo” 40 chilometri
L’intero patrimonio documentale dell’Archivio comunale sarà conservato in due edifici. Il primo, diviso su due piani per una superficie complessiva di 880 metri quadrati, è stato realizzato ex novo con tecnologie antisismiche, ed è dotato di 5 chilometri lineari di scaffalature tradizionali (cioè non automatizzate). Al piano terra è stato posizionato un archivio di tipo compattabile, mentre al primo piano sono stati montati scaffali tradizionali. I due piani sono messi in comunicazione da una scala e da un montacarichi per il trasporto dei documenti. La struttura è posizionata di fianco, lato sud, alla palazzina uffici, ed è accessibile soltanto dal personale dell’Archivio.
Il secondo edificio ha una superficie di 1750 metri quadrati e, a differenza del precedente, è stato dotato di un impianto completamente automatizzato per lo stoccaggio e l’estrazione dei contenitori, che sono stati disposti su un sistema di scaffalature lungo 35 chilometro lineari. Per ragioni di sicurezza, la struttura è accessibile solo dai tecnici addetti alla manutenzione dell’impianto automatizzato. Questo edificio, già esistente, è stato oggetto di un’operazione di riqualificazione e restauro, che ha permesso la rimozione della copertura in eternit.
 
 
Il sistema di archiviazione
L’archiviazione avverrà secondo canoni tradizionali sia secondo un sistema robotizzato. I documenti destinati all’archivio meccanizzato sono conservati all’interno di contenitori di plastica che, prima della collocazione definitiva, vengono identificati con un apposito “codice” di riconoscimento in grado di legare il contenuto alla scatola. Tutti i codici vengono memorizzati in una banca dati gestita dal personale dell’Archivio e l’estrazione dei documenti è guidata da un pannello di controllo installato nell’area operativa. Un robot esegue la ricerca, e una volta individuato il contenitore lo depone su un nastro convogliatore che lo porta direttamente all’archivista. Il sistema automatizzato, elaborato dalla società Archivi Robotica di Prato, consente la piena tracciabilità di qualsiasi documento in prestito, riportando il giorno di uscita e il nome della persona che lo ha richiesto.
 
Gli Archivi di Stato
Nell’area di via La Spezia nei prossimi mesi verranno inaugurati anche i tre edifici destinati al patrimonio documentale conservato nell’Archivio di Stato. Il primo edificio ultimato sarà quello posizionato di fianco agli uffici dell’Archivio Storico Comunale, e sarà grande 800 metri quadrati per un totale di 13 chilometri di scaffali. Entro i primi mesi del 2012 dovrebbe essere ultimato l’edificio lungo via La Spezia (mille metri quadrati di superficie per circa 20 chilometri di scaffalature), mentre nel 2013 sarà terminato anche l’ultimo locale, con una superficie di circa 1000 metri quadrati. 
 
DICHIARAZIONI:
 
“Si tratta di un primo tassello di un complesso destinato a diventare la Cittadella degli Archivi - ha spiegato il sindaco Pietro Vignali -. Oggi inauguriamo due edifici, strutture tecnologicamente avanzate, che ospitano l’Archivio comunale, poi procederemo con la realizzazione dell’Archivio storico di Stato, al momento collocato presso l’Ospedale Vecchio. Tutto questo ci consentirà da una parte di realizzare la Cittadella degli Archivi, dall’altra con il trasloco dell’Archivio di Stato l’avvio dei lavori nell’Ospedale Vecchio, intervento cruciale del progetto di riqualificazione dell’Oltretorrente”.
 
“E’ un intervento realizzato egregiamente, con grande dedizione, portato avanti dal personale dell’Archivio del Comune che ha prodotto in tre giorni tutto il trasferimento di questi documenti. E’ il primo stralcio di un progetto molto più ampio che vedrà l’arrivo qui anche dell’Archivio di Stato”, ha aggiunto l’assessore ai Lavori pubblici, Giorgio Aiello.
 
Per l’assessore al Patrimonio, Giuseppe Pellacini “la città si arricchisce di una nuova e importante struttura, realizzata in tempi rapidi e senza disservizi. Il fatto di avere a disposizione un impianto automatizzato consentirà di offrire all’utenza un servizio ancora migliore nell’accesso ai documenti che sono patrimonio della nostra città”.
 
  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cecilia Rodriguez accolta dai fischi in discoteca fa il gesto dell'ombrello

Gf Vip

Fischi per Cecilia Rodriguez, che fa il gesto dell'ombrello

Johnny Halliday, l'addio del suo popolo. Macron: "applaudiamolo"

Spettacolo

Johnny Halliday, l'addio del suo popolo. Macron: "applaudiamolo" Video

Extra Urban Fashion Party al Cubo: ecco chi c'era

FESTE PGN

Extra Urban Fashion Party al Cubo: ecco chi c'era Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Neve nel Parmense: rischio strade ghiacciate. Treni fermi. Bardi e Berceto: domani scuole chiuse

inverno

Neve nel Parmense: rischio strade ghiacciate. Treni fermi. Bardi e Berceto: domani scuole chiuse Video - Foto

1commento

ecco la neve in città

Parma indossa un manto bianco Gallery

gabriella corsaro

Concerto di Natale al presidio Froneri Video

1commento

via fratti

Ruba un cane per mendicare: pochi giorni dopo entra in azione in un distributore

2commenti

antidroga

Marijuana tra i mattoni della Pilotta e nelle siepi di via dei Mille: blitz dei carabinieri

4commenti

classifica

Furti nei negozi? Ancora noi sul podio: la terza merce più rubata è il parmigiano

VIA CAVOUR

Bulletto dà una manata al mago che si esibisce

14commenti

shopping

Mercatino, il Natale arriva in via Garibaldi Gallery

IL CASO

Fa sparire il Van Gogh di un amico, condannato

SOLIDARIETA'

Sempre più poveri: si moltiplica il pranzo di Natale

3commenti

via casa bianca

Trova i ladri in casa: scappano e la spingono fuori

5commenti

ARTE

«Parma Illustrata» è anche una mostra Chi c'era

SALSOMAGGIORE

Nuova vita per il campo da golf

Fontanellato

Nuova «casa» per la torta fritta

3commenti

mafia

La figlia di Riina: "Non era il mostro che vedete voi, in cuor mio certe cose non sono state commesse"

2commenti

weekend

Domenica a Parma e in provincia: l'agenda

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, il difficile comincia adesso

di Paolo Ferrandi

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

GRAN BRETAGNA

Neve, caos a Heathrow. Scuole chiuse e -15°

Pania della croce

Tragedia sulle Apuane, escursionista muore cadendo, ferito il compagno

SPORT

POSTICIPO

Il Milan soffre ma piega il Bologna

SERIE B

Il Palermo stende il Bari 3-0 e prende il volo. Parma secondo La classifica

SOCIETA'

Calcio

Le magie di Zola nel disco del rocker King Krule Video

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

MOTORI

HYPERCAR

McLaren Senna, la supercar definitiva: 800 Cv e 750mila sterline

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS