Parma

La prima vittoria di Maria Antonietta "nonna coraggio"

La prima vittoria di Maria Antonietta "nonna coraggio"
Ricevi gratis le news
1

Caterina Zanirato
E' il terzo Natale che Maria Antonietta Lenti non vede i suoi nipotini, trascinati in Tunisia senza possibilità di ritornare in Italia. Ma quest’anno, sotto l’albero, per «nonna coraggio» c'è stata almeno una bella sorpresa: il tribunale dei minori di Bologna ha tolto la patria potestà ai genitori dei piccoli, ritenuti non idonei al loro ruolo formativo.
Un passaggio necessario per cercare di ripotarli in Italia, dove oltre alla nonna risiedono anche i genitori naturali, che hanno avuto però vari problemi con la giustizia. Anche se la strada per il rimpatrio è ancora lunga. La storia di Maria Antonietta e dei suoi nipotini è molto complessa.
Tutto è iniziato 3 anni fa, a gennaio 2008, quando la madre dei due bambini ha deciso di portarli in Tunisia per visitare la famiglia paterna, nonostante i due non formassero più una coppia. Una volta portati in Tunisia, però, i piccoli sono rimasti con gli zii di Tunisi: la madre è ritornata in Italia, dove è stata detenuta per qualche tempo, e anche il padre, tunisino, è tornato a Parma, anche lui entrando e uscendo dalle carceri italiani per vari reati legati allo spaccio.
In tutto questo, a rimetterci sono stati i bambini: cresciuti insieme alla nonna per i primi anni della loro vita, ora sono costretti a vivere a Tunisi insieme a dei parenti paterni. «Il più grande ha 7 anni e la più piccola 5, sto cercando di fare tutto per loro, per poter garantire loro un futuro - spiega nonna coraggio, che da tre anni non ha mai abbandonato la battaglia per il loro rimpatrio -. Finalmente, dopo circa un anno, il tribunale dei minori ha tolto la patria potestà ai loro genitori decretando il collocamento presso la nonna materna nel caso di un ritorno in Italia. Ma in Italia, purtroppo, nessuno li vuole portare. La potestà ora è affidata al giudice tutelare, ma Maria Antonietta sta facendo il possibile per ottenerla: «Al momento purtroppo non posso fare nulla se non aspettare - spiega -. Non posso andarmeli a riprendere, devo aspettare che lo facciano le istituzioni. Con i miei avvocati, Debora Bosi e Claudio De Filippi, abbiamo preso contatti con il Ministero: è una strada lunga, ma punto all’affidamento esclusivo. Non mi sono mai fermata, non mi fermerò certo ora».
A preoccupare Maria Antonietta è soprattutto l’atteggiamento del padre: «Se fosse in Tunisia con loro direi che è un suo diritto crescerli - spiega -. Invece vive in Italia, a Parma lo si vede sempre in giro, entra e esce dal carcere, prende in giro le nostre istituzioni. E vuole far crescere i figli in povertà. La fortuna è che ora, senza patria potestà, è clandestino: la prossima che combinerà sarà rimpatriato. E se vuole tornare in Italia dovrà per forza portare qui i due bambini».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • veronica

    03 Febbraio @ 16.12

    IO CREDO CHE IL CORAGGIO SAREBBE SE QUESTA DONNA AIUTASI LA SUA FIGLIA E MARITO DELLA FIGLIA A STARE INSIEME AI SUOI NIPOTINI..... NON A PORTARE VIA QUESTI BAMBINI CHE HANNO BISOGNO DELLA LORA MADRE E PADRE INDEPENDENTE DA DOVE SI TROVANO!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS