-1°

Parma

Pd: "Corretta la scelta del termovalorizzatore"

Pd: "Corretta la scelta del termovalorizzatore"
Ricevi gratis le news
68

La direzione del Pd di Parma approva la scelta del termova­lorizzatore per la gestione del ci­clo integrato dei rifiuti nel medio periodo.

E' la posizione che esce da un documento approvato nei giorni scorsi dalla direzione del partito e consultabile sul sito www.pdparma.it.

«Le scelte compiute nel piano provinciale - si legge nel docu­mento - per la gestione dei rifiuti rappresentano nel contesto at­tuale delle possibili soluzioni, la risposta più adeguata nel breve e medio periodo per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti nell’ambito del territorio pro­vinciale. Prodotti e processi do­vranno essere ripensati in una logica di riduzione del consumo di materie prime e, in prospet­tiva di “rifiuti zero”. Tenendo presente questa prospettiva è co­munque fondamentale prevede­re una disponibilità impiantisti­ca adeguata al fabbisogno ter­ritoriale visto che dai primi anni del 2000 il territorio provinciale si è venuto a trovare privo di im­pianti di smaltimento».

L'articolo completo è sulla Gazzetta di Parma in edicola

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    10 Febbraio @ 17.26

    SNTETIZZANDO AL MASSIMO ..Scelta "logica" quella del PD....essendo Vincenzino Bernazzoli il primo dei colpevoli per questa intelligentissima scelta......Ma cosa c' è sotto, anche se purtroppo siamo in Italia, ormai lo sanno QUASI anche i sassi......

    Rispondi

  • lella

    08 Febbraio @ 10.37

    C'era al Cornocchiop poi hanno costruito intorno abitazioni e questi hanno alzato gli scudi ecc. ecc. Di solito si fà così andiamo ad abitare paghiamo niente le case poi partiamo con le crociate e la fine la vediamo. La GCR circola per Parma vede vicino ma non solo ai cassonetti cosa mettono??? come possiamo educare questi incivili se volgiamo partire veramente con questa differenziata per non avere il termovalorizzatore? Magari possiamo pensare di cominciare a mangiarli i rifiuti.

    Rispondi

  • Francesco

    06 Febbraio @ 12.49

    E POI, SIGNOR, O SIGNORA , "FERRA" , LEI DICE CHE TIPI COME GIAN PAOLO NON SI POSSONO DEFINIRE "CERTA GENTE" ?

    Rispondi

  • marco

    05 Febbraio @ 22.54

    Certamente un inceneritore bene non fà, ma non è nemmeno possibile minimizzare il problema o addirittura far finta che non esista. Nella nostra provincia non esistono siti di smaltimento degni di questo nome.Dopo la sacrosanta chiusura del Cornocchio, pochi si sono posti il problema di dove andavano a finire i "nostri" rifiuti. E' stata corretta gestione quella? Nella nostra provincia lo scorso anno sono stati prodotti 270000 t di rifiuti solidi urbani. Grazie alla differenziata e al trattamento meccanico di preselezione il rifiuto residuo è di 69000 t circa. C'è solo un piccolo problema, parliamo solo di rifiuti urbani e per questo puntualmente monitorati. Dei rifiuti speciali, quelli industriali, nessuno parla. Nel 2000 erano più di 600000 t poi sono scomparsi dai radar. A differenza degli urbani (regolamentati) sono su libero mercato e non si sà dove finiscano. Sono quelli ambiti dalle ecomafie, e gran parte della gestione di RS finisce a finanziare le loro casse. Se vogliamo affrontare il problema responsabilmente dobbiamo occuparci anche di quelli. Oppure si delega ad altri esportando. E' quello che è stato fatto dal 2000 portando quasi tutto in discarica nel reggiano. Il rischio che ora questi portino i loro a parma è serio ( 130000-69000= 61000), ma pretendere che le teste quadre siano così fesse da non farci pagare il nostro scarso senso di responsabilità sarebbe assurdo. La mobilitazione è importante perchè ha acceso i riflettori sul tema. Penso che sia fondamentale che la popolazione abbia gli strumenti per intervenire e non lasciare tutto in mano alle regole di mercato e ai profitti. Con i proventi dell'incenerimento, e dell'energia recuperata dallo stesso e poi rivenduta, potremmo finanziare la ricerca di alternative serie e affidabili. Abbiamo una delle migliori università d'ingegneria, potremmo creare posti di lavoro ed evitare che i nostri giovani siano costretti ad emigrare per poterne avere uno decente. Sono sicuro che così potremmo spegnerli davvero gli inceneritori. Non so come ma questo si sarebbe cambiare rotta concretamente, altrimenti si stimolano solo le paure dei politici di non essere rieletti, indipendentemente che le scelte siano lungimiranti oppure no, perchè un paio di mandati durano al massimo 10 anni e poi chi si è visto si è visto.

    Rispondi

  • Gian Paolo

    05 Febbraio @ 13.59

    Giusto, non documentiamoci sui "siti di propaganda", bravissimo. D'altra parte, il nick la dice lunga su quanto tu sia proiettato nel futuro, chiamandoti come un condottiero di 2000 anni fa. Noi, che vorremmo guardare avanti, sappiamo invece che in tutto il mondo civile si è ormai superato il sistema dell'incenerimento, che è provato essere dannoso per la salute, viste le esalazioni mortifere. Ma disinformiamo pure. D'altra parte, non sei l'unico. 5 Stelle e Comitato Gestione Corretta Rifiuti hanno scelto le trombette, certo. Meglio che i tromboni come te.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5