Parma

La strage della dinamite in padella

La strage della dinamite in padella
Ricevi gratis le news
2

 Altro che esperti artificieri, altro che protocolli di sicurezza. Era il 1878, e un'esplosione provocata dall'imperizia causò una strage sullo Stradone. A ricostruire la sciagura è stato Danilo Coppe. Il parmigiano esperto in demolizioni chirurgiche con gli esplosivi e presidente dell'Istituto ricerche esplosivistiche s'è trasformato in detective, per un caso di 133 anni fa. Un viaggio nel tempo partito con la fotocopia di una pagina di un vecchio libro di cronache parmigiane regalato da un amico.  «Nel breve testo uno storico, Giovanni Copertini, romanza un gravissimo episodio risalente al 21 febbraio 1878. A corredo del racconto, la riproduzione di un quadro di Enrico Sartori. L’evento ha riguardato l’esplosione di una carica di dinamite nello Stradone nel tentativo di abbattere un gigantesco ippocastano». C'era di mezzo la dinamite: Coppe non poteva non interessarsene. Nella  didascalia il quadro risultava essere  di Arturo Scotti. «Sono riuscito a rintracciare il figlio Eugenio, che gentilissimamente mi ha permesso di fotografare l’opera, aggiungendo il particolare saputo dal padre, ossia che Sartori fu testimone dell’evento. La Gazzetta di Parma mi ha cortesemente consentito di consultare i microfilm delle copie dell’epoca. Dal 22 febbraio 1878 e per almeno sette-otto giorni dopo, il quotidiano ha scritto dell’evento e delle conseguenze che “immersero la cittadinanza nella più profonda costernazione”». La dinamite era stata brevettata nel 1867, e un certo tenente Vittorio Bonsignore del 7° Cavalleria Milano,  ottenne dal Comune il permesso di sperimentarne l’efficacia  abbattendo un albero lungo lo Stradone.   «Un giovedì  - racconta Coppe -  l’ufficiale si presentò al “sovraintendente municipale per lo Stradone”, tale Bocchialini, chiedendo  di entrare nel suo alloggio per scongelare la dinamite che, date le temperature ben al di sotto dello 0, si era cristallizzata. Al (giusto) diniego del Bocchialini, l’ufficiale s'era fatto prestare una padella per realizzare lui stesso, all’esterno, la delicata pratica». Con l’ufficiale c'erano alcuni soldati e il  furiere Giuseppe Nicolotto, che  cercò di dissuaderlo. Ma ormai, anche per non tirarsi indietro di fronte alla folla che gli si era formata attorno, Bonsignore  proseguì nell'opera di scongelamento, fino all'esplosione accidentale. L’incidente, racconta la Gazzetta di allora, «provocò un vero pandemonio, con la diffusione, intorno alla fossa, di frattaglie umane, arti, vestiti insanguinati, mentre... altri si sbandavano, fuggendo per varie direzioni, e tutti emettendo urli, lagni, grida da destar raccapriccio». Il bilancio definitivo, tre giorni dopo, fu di otto morti e un'ottantina di feriti, anche gravi. «Subito iniziò l'italico rimpallo di responsabilità, fra Municipio, Esercito e Questura su chi dovesse gestire l’operazione. Ci fu un'immediata donazione del Governo nazionale di 300 lire per le prime emergenze. Poi fu sottoscritta una raccolta di fondi per le vittime, censita proprio dalla Gazzetta di Parma, che fruttò in una settimana, ben 2.668 lire. L'inchiesta confermò l’irresponsabile e negligente comportamento del tenente che, essendo morto, chiuse la vicenda e la sua vita in modo inglorioso. La dinamite era nitroglicerina stabilizzata dal cotone. Esposta a lungo alle basse temperature tendeva a congelare, ricristallizzando, fuori dal cotone, la nitroglicerina allo stato puro. A quel punto, qualunque sollecitazione meccanica o termica poteva determinare la prematura detonazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    08 Febbraio @ 18.15

    Signor, o signora, "Gio" , sullo Stradone c' è una lapide a ricordo di quella tragedia , e, alla Villetta , all' inizio del viale principale, sulla destra, c' è un monumento funebre alle vittime.

    Rispondi

  • Gio

    08 Febbraio @ 08.30

    Incredibile.Questa non la sapevo proprio.Un tragico accadimento a Parma nel 1878 ! Bella ricerca storica.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

calcio

Il Parma s'accontenta

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

LENTIGIONE

Tentano di forzare posto di blocco: denunciati un giovane di Sissa Trecasali e un africano

Il giovane parmense guidava in stato d'ebbrezza e ha cercato di evitare i controlli della Municipale

2commenti

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande