19°

Parma

GCR: gli autogol del Pd

Ricevi gratis le news
1
Comunicato stampa
 
Seguendo la politica di autogol se ne sono visti tanti, ma quello del Pd di Parma sull’inceneritore li ha superati tutti.
Dopo che da mesi vigeva plumbeo il “silenzio stampa” sull’argomento, senza alcuna motivazione dettata da particolari novità sopraggiunte, la direzione del partito ha diffuso un documento che tra banalità, frasi di circostanza, e manifestazioni di incompetenza, una cosa chiara l’ha detta: Parma deve fare l’inceneritore, non si può fare diversamente. 
La chiarezza è sempre apprezzabile ed in politica è merce rara, anche se in un sol colpo i democratici si sono fumati un sacco di voti, con tutti i media locali che giustamente riconoscevano, tra l’altro con grande visibilità, nel Pd “il partito dell’inceneritore”. 
Causando pure qualche dimissione dal partito.
Stupisce però che nella sbrodolata del documento del Pd non ci sia alcun riferimento ai costi di costruzione dell’inceneritore, che stanno schizzando alle stelle e graveranno sulle tariffe dei cittadini, alla negazione del Piano Economico e Finanziario e all’assurdità dell’amministratore di Iren Andrea Viero che ha avuto la spudoratezza di dire che non ne esiste uno approvato, con tanto di lettera protocollata.
Su tutti questi temi, che sono il cuore del problema, interessi, business di tanti, il silenzio è assoluto ma in compenso il Pd di altre cose ne ha dette, e purtroppo ha raccontato anche delle bugie.
Sostiene che non ci siano alternative all’inceneritore. 
Ecco la prima bugia. L’alternativa c’è ed è già praticata: raccolta differenziata del 75% (dato che neppure gli incenitoristi più disonesti intellettualmente negano possa essere raggiunto); i sacchi del 25% di indifferenziato rimanente vengono aperti e messi su dei nastri trasportatori sui quali manualmente una batteria di operatori differenzia un ulteriore 15% (mi pare una tecnologia piuttosto intuitiva!); estrusione a freddo certificata dall’Università di Padova del rimanente per produrre materiale per l’edilizia. Ma anche se questo ulteriore recupero non ci fosse, il residuo sarebbe già equivalente inferiore alle scorie prodotte dall’inceneritore, che comunque dovranno essere smaltite in una discarica fuori provincia. Quindi, anche se avremo l’inceneritore, è una bugia che la nostra provincia sarebbe autosufficiente, a meno che davvero non pensino di fare una discarica delle ceneri a San Secondo e che le loro smentite siano le solite furbizie.
Il Pd nel suo documento scrive che “il monitoraggio degli impianti funzionanti in regione ha evidenziato dati ampiamente rassicuranti relativi alle loro emissioni”. Il riferimento è al progetto Moniter sugli effetti sulla salute degli inceneritori in Emilia Romagna realizzato dalla Regione e da Arpa, due enti direi non integralisti ed eversivi contro gli inceneritori, anzi. 
Sui risultati di Moniter il Pd non si può permettere di raccontar frottole, perché l’argomento della salute è troppo serio per raccontare menzogne. 
Però, visto che fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio, per scrupolo abbiamo dato una occhiata ai documenti.
Azione che tutti possono fare semplicemente attaccandosi ad un computer e digitando questo indirizzo: http://www.arpa.emr.it/pubblicazioni/moniter/generale_1526.asp 
Gli studi di Moniter sul tema “Inceneritore e salute” sono tre: 
1. “Valutazione epidemiologica degli effetti sanitari - Studio sugli effetti riproduttivi”.
2. “Effetti sulla riproduzione nei soggetti esposti agli inquinanti emessi dagli inceneritori”
3. “Studio di mortalità sulla coorte dei lavoratori”
Nelle conclusioni del primo studio sugli effetti riproduttivi, a pagina 32 si legge che “è rilevato una associazione coerente e statisticamente significativa tra i livelli di esposizioni ad emissioni da inceneritore e nascite pretermine”. Alla stessa conclusione giunge il secondo, a pagina 2, “un trend associato ai livelli di esposizione si evidenzia per i nati pretermine”. 
Non sono conclusioni così rassicuranti come dice il Pd,  e comunque si tratta di studi condotti su un ambito sanitario molto specifico. Le rassicurazioni sui rischi di tumori ai polmoni e al cervello, sui danni alle vie respiratorie, sugli effetti cancerogeni delle nanoparticelle di cui si dibatte in tutto il mondo dove sono?
Ma il Pd di Parma ci ha rassicurato che non ci sono problemi, evidentemente a dargli ragione sarà il terzo studio, ovvero quello sulla mortalità dei lavoratori degli inceneritori.
Nelle conclusioni di pagina 8 leggiamo: “In considerazione dei problemi riscontrati nella ricostruzione accurata dei componenti della coorte dei lavoratori, è stato deciso di sospendere lo studio e di non procedere all'analisi dei dati”.
Quindi, i primi due studi negativi e comunque assolutamente parziali e il terzo, quello sulla mortalità dei lavoratori, sospeso.
Il Pd di Parma ha il coraggio di scrivere che “gli studi hanno evidenziato dati rassicuranti”. 
Davvero non si sa come commentare questo partito e la sua credibilità, o meglio, lo sappiamo benissimo ma è meglio finirla qui.
 
_________________________
 
 
Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma – Via Zaniboni 1 – 43126 Parma
 Skype: gestionecorrettarifiuti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianfranco ferrari

    08 Febbraio @ 19.20

    Le cose non accadono quasi mai per caso, ma chi ha pensato prima di istituire l'IREN (vedere gli stipendi dei dirigenti) e poi di costruire il mega inceneritore è stato probabilmente diabolico. Il pensare una azienda privata che bruci i rifiuti e probabilmente anche quelli di altri per esempio di Napoli, con un giro di danaro immenso. E' stata commessa però una ingenuità imperdonabile, si è partiti dal presupposto che qui vi abiti una popolazione di ignoranti.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

12commenti

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

CALCIO

Domani si gioca Foggia-Parma, oggi le visite per Ceravolo Video

E' già tempo di nuove sfide per i crociati

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

IL CASO

Albero travolge un taxi e due auto in centro a Roma: un ferito Foto

SPORT

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro