21°

Parma

Boschi, mezzo secolo in Pubblica

Boschi, mezzo secolo in Pubblica
Ricevi gratis le news
1

 Giancarlo Zanacca

Una vita dedicata alla famiglia, al lavoro e al volontariato, che lo ha visto in prima linea per oltre mezzo secolo: è morto a 78 anni Gino Boschi. Originario della «Parma vecchia» aveva vissuto gli anni della giovinezza nel quartiere di via Saffi, dove il padre Antonio svolgeva l’attività di falegname. A quel periodo risalgono le amicizie con i compagni di borgo Torto. Dal 1957 era entrato come volontario nell’Assistenza pubblica, un impegno al quale non era mai venuto meno nel corso di oltre 50 anni di volontariato. 
Un curriculum, il suo, costellato da tanti riconoscimenti. Fu nominato caposquadra il 19 gennaio del 1978. Nel 1976 gli fu conferito il diploma al merito, nel 1984 il diploma con medaglia d’oro. Nel 1992 il presidente della Repubblica gli conferì l’onorificenza di cavaliere al merito della Repubblica Italiana proprio per l’impegno profuso a favore del prossimo nell’ambito del servizio di volontariato svolto alla Pubblica. Nel 2008 ricevette il diploma con medaglia d’oro per i 50 anni di servizio. 
Il coordinatore generale della Pubblica di Parma, Gianpaolo Cadei, lo ricorda come un «volontario molto attivo e amato da compagni di squadra. La Pubblica era una cosa che aveva nel sangue. Anche suo fratello Renato - prematuramente scomparso all’età di 43 anni - fu milite della Pubblica, entrato dopo un anno che era entrato Gino. Una famiglia di dipendenti delle poste. Gino e il fratello Renato facevano i portalettere, anche suo figlio Fabrizio ha deciso di proseguire sulla stessa strada». 
Il comandante del corpo militi volontari, Andrea Camin, aggiunge: «Era una persona un po' d’altri tempi, seria, molto attiva e con un carattere molto affabile. La Pubblica, in particolare la squadra del venerdì notte, sentirà molto la sua mancanza. Qualche anno fa era stato colpito da una grave malattia ma appena si era ristabilito aveva ripreso a fare regolarmente il proprio turno di servizio con l’entusiasmo e l’impegno che hanno contraddistinto i suoi quasi 54 anni di volontariato». 
Agli inizi degli anni Novanta, Gino Boschi si era trasferito da Parma a Madregolo con la famiglia dove viveva con la moglie Bice, il figlio Fabrizio, la nuora Alessandra ed il nipote Iacopo. Era un uomo forte, lo ricordano alcuni madregolesi, che aveva affrontato la malattia con coraggio e determinazione. «Una persona gentile, disponibile». 
Qualche giorno fa si era recato in visita al santuario della Madonna di Fontanellato: poco dopo essere rientrato a casa è stato colpito da un malore. Inutile, purtroppo, il trasporto in ospedale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • paola zaccardi

    08 Febbraio @ 20.03

    ti ricordero sempre con tanto affetto tua cugina paola

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

12commenti

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

CALCIO

Domani si gioca Foggia-Parma, oggi le visite per Ceravolo Video

E' già tempo di nuove sfide per i crociati

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro