12°

dopo la chiusura

OpenShop24 di via Bixio: il proprietario fa causa al Comune

Protesta in via Bixio: «Schiamazzi e risse davanti all'Openshop24»
Ricevi gratis le news
16

Ha un nuovo capitolo la vicenda dell'OpenShop24 di via Bixio. Il Comune aveva deciso il provvedimento di chiusura dopo le tante proteste dei residenti per risse e schiamazzi dei clienti e dopo le segnalazioni della Questura. 

Ma il proprietario non ci sta e ha deciso di fare causa al Comune. A darne notizia è la consigliera comunale di Effetto Parma Nadia Buetto, in un post in cui interviene sui limiti tra volontà politica e praticabilità dei risultati effettivi. "E l'ultimo esempio dell'OpenShop24  può far capire quanto sia minato il terreno sul quale un'amministrazione si muove".

"Spesso in Consiglio comunale ci sentiamo rinfacciare "eh ma se ci fosse la volontà politica" .. - scrive Buetto - Una bella frase, comoda e pronta all'uso soprattutto quando si è in opposizione, difficile e non sempre praticabile quando si governa, perchè tra il dire e il fare ci sta in mezzo la legge e i diritti grantiti. Ci sarebbe piaciuto spegnere l'inceneritore, ci piacerebbe risolvere la questione sicurezza, vorremmo eliminare lo slot machine ecc ecc ecc. se bastasse la volontà tutto sarebbe già risolto, ma nessuno può sottrarsi alla legge, nessuno, nemmeno chi sostiene il contrario. Ci sono però dei campi dove un'amministrazione può veramente fare la differenza, azioni concrete , atti amministrativi che contraddistinguono ed evidenziano la volontà politica. Per esempio la raccolta differenziata spinta, porta a porta con tariffazione puntuale ha permesso di affamare un inceneritore (volontà politica) che non abbiamo potuto spegnere (legge). Nel corso dell'ultima seduta di consiglio siamo stati accusati di essere cementificatori perchè abbiamo deliberato una variante al PUA (Piano Urbanistico Attuativo) circa l'urbanizzazione di un'area derivante da un atto amministrativo del 2009,( la stessa prevede anche un supermercato)., apportando tra l'altro delle migliorie per esempio la regressione da 2.500 a 1.500 mq. Quando questa amministrazione si insediò col primo mandato nel 2012 si ritrovò un PSC che prevedeva 1322 ettari di espansione urbanistica. Di questi tredicimilioni di mq le Giunte precedenti ne hanno attuato il 70%. Noi stiamo gestendo 350 osservazioni ad un nuovo PSC che prevede una retrocessione di 4.3 milioni a destinazione agricola".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • cobra

    22 Dicembre @ 11.51

    Scusate, ma il Comune prima concede il permesso per quell'attività commerciale, poi la fa chiudere. Mi sembra un comportamento schizofrenico. Lo sanno tutti che la maggior parte di quei negozi, vengono aperti da "imprenditori" che approfittano di zone degradate e purtroppo, tanto mal frequentate, per avere incassi sicuri. Lo sanno gli stessi proprietari, ne conosco un paio, che addirittura quando vanno a svuotare le macchinette hanno la scorta e lo fanno solo nelle ore centrali della giornata. Pensarci prima no?!

    Rispondi

  • burdlazz

    22 Dicembre @ 01.23

    Mi ricorda il caso delle panchine tolte per evitare i bivacchi davanti alla stazione. Si chiudono i locali perché mal frequentati. A questo punto togliamo gli alberi da viale dei Mille Spacciatori perché molti "cicloamatori" vi celano droga. Abbattiamo la Pilotta, ricettacolo di schifezze varie, transenniamo via Trento e via San Leonardo perché anch'esse mal frequentate. Chiudiamo il Parco Ducale. Mi pare si vogliano dare risposte inadeguate e sbagliate a problemi veri. Non si chiudono le autostrade per evitare incidenti stradali.

    Rispondi

  • Tristar

    21 Dicembre @ 18.42

    Logico, non spetta al titolare occuparsi della sicurezza e del decoro di Piazzale Corridoni.

    Rispondi

  • Patrizia Adorni

    21 Dicembre @ 16.20

    li avete votati voi questi qua...

    Rispondi

  • leoprimo

    21 Dicembre @ 15.51

    Cara, mi permetta il cara, signora Buetto, le promesse elettorali VANNO sempre mantenute se ci si vuol chiamare politici seri. Della denuncia del proprietario dell' open shop, sarà sufficiente incaricare un avvocato appena capace e portare le testimonianze filmate in possesso delle forze dell'ordine, per dimostrare il malaffare che prosperava nei pressi e all'interno dell'esercizio commerciale. Esser politici seri e capaci significa assumersi anche qualche responsabilità non piangersi addosso in virtù di una scelta. Bene ha fatto il Comune a chiudere l'esercizio di via Bixio, e bene fa a resistere alla denuncia del titolare. Agisca pure nelle sedi competenti, vedremo quale Giudice gli darà ragione alla luce delle prove che il Comune potrà portare. Potrebbe anche accadere che la Giunta perda la causa ma agli occhi dei cittadini avrà indubbiamente guadagnato in fiducia, e della fiducia nei politici ce ne è veramente bisogno.

    Rispondi

    • silviococconi

      21 Dicembre @ 16.14

      Bene ha fatto il proprietario perché un Comune incapace non può fare il forte coi deboli e l'agnellino coi forti: sig. Leo Primo mi piacerebbe che ci fosse Lei nella condizione del proprietario e soprattutto mi piacerebbe che lo pagasse solo Lei l'avvocato del Comune che perderà la causa ed i soldi dei cittadini incolpevoli delle scelte di un Sindaco e di una Giunta incapaci ed inetti!

      Rispondi

      • Biffo

        21 Dicembre @ 18.16

        Povero proprietario, non è capace, vero, di mantenere una clientela nei limiti dell'educazione? Tutti gli altri suoi colleghi, che fanno, sopportano ed alimentano risse e schiamazzi?

        Rispondi

      • leoprimo

        21 Dicembre @ 18.10

        Silviococconi, mi permetta di dissentire il Comune una volta tanto ha fatto il suo dovere: è al corrente dei filmati in possesso delle forze dell'ordine.? Filmati ripresi da chi vive e lavora in via Bixio; il proprietario è stato chiamato in causa molto prima che il provvedimento fosse emanato ed egli non è la vittima che lei vuol dipingere ma ha approfittato della situazione di degrado. Le sue certezze sull'esito della causa lasciano trasparire acredine e malessere è proprio non mi spiego che ci azzeccano in questo caso

        Rispondi

        • Betti

          21 Dicembre @ 18.45

          Il Comune ha il dovere di garantire sicurezza alla cittadinanza non facendo chiudere le attiìvità commerciali, ma investendo sulla sicurezza, L'open shop non ha responsabilità nei confronti dei suoi clienti.Il degrado non è certo da imputare a un titolare di un Open Shop e tutta quei soggetti poco graditi che bazzicavano in Piazzale Corridoni, adesso andranno da un'altra parte, non sono certo spariti.

          Rispondi

        • leoprimo

          21 Dicembre @ 22.37

          Giustissimo infatti lo ha fatto chiudere su sollecitazione della Questura e degli altri organi competenti. E basta difendere l' indifendibile pur di accusare il Comune!!! Una volta che ci azzecca!!! Altrimenti difendiamo anche chi affitta gli appartamenti a un soggetto per poi prendere in nero i soldi da otto o nove ospiti tanto mica può guardare in quanti ci dormono

          Rispondi

        • Betti

          21 Dicembre @ 23.06

          cosa c'entrano gli affitti in nero con il commercio legale di caffé e bibite? La questura arresti i clienti dell'Open shop se commettono reati

          Rispondi

      • 21 Dicembre @ 17.10

        (dalla redazione) E' così sicuro che la causa verrà persa?

        Rispondi

        • gherlan

          21 Dicembre @ 18.24

          di sicuro c'è solo la morte, gazzetta... comunque, se non sicuro, è quantomeno molto probabile, nonché molto giusto, visto che il negozio non può essere responsabile di chi lo frequenta (soprattutto di chi sta "nei pressi" per citare leoprimo) se dentro non vi è un commesso che possa, almeno in teoria, allontanare gli indesiderati; comunque, se per lontana ipotesi il comune dovesse vincere la causa, mi auspico per coerenza l'immediata chiusura del negozio per lavare i cani che funziona, almeno stando alla martellante pubblicità, 24h al giorno (non credo che ci sia veramente qualcuno che ha urgenza, alle 3 di notte, di levare le pulci al suo 4 zampe)

          Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Romanzo famigliare supera i 5 milioni di spettatori è campione di ascolti in tv

TELEVISIONE

Romanzo famigliare supera i 5 milioni di spettatori è campione di ascolti in tv

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Un ferito gravissimo fra i binari in stazione: indagini in corso

PARMA

Un ferito gravissimo fra i binari in stazione: indagini in corso

Il personale del 118 e la polizia ferroviaria sono intervenuti nel primo pomeriggio

1commento

inchiesta

Pizzarotti: "Alluvione 2014, chiuse le indagini"

roccabianca

Schianto tra due auto e un camion sul Ponte Verdi: muore un 60enne

Ferito un 43enne parmigiano. E torna la protesta per un tratto "ad alto rischio"

2commenti

serie B

Parmamercato: Faggiano scatenato...a tutto campo

Colorno-Cremona

I carabinieri vanno a casa per arrestarlo per truffa, ma trovano una "sorpresa"

1commento

sondaggio

Ecco la vostra Top 11 di serie B (Girone d'andata)

5 stelle

Parlamentarie: i nomi dei 28 parmigiani in corsa. E le esclusioni che fanno discutere

3commenti

Anniversario

Filippo Ricotti, un anno dopo. La mamma: "Massese, nessuno fa nulla"

Lettera della madre del 17enne travolto e ucciso sulla Massese un anno fa a Cascinapiano

1commento

tg parma

Donna denuncia taxista: si lavora per un accordo Video

4commenti

PARMA

Scuole elementari: due casi di scabbia al Maria Luigia

1commento

Confconsumatori

Telegramma in ritardo, donna saltò concorso: Poste condannate 

Poste Italiane condannate per “perdita di chance”

CONDANNA

Si avventa contro la fidanzata e le fa sbattere la testa contro la portiera dell'auto

2commenti

LUTTO

E' morto Luigi Renzi, popolare ex gestore del bar Capriccio

SANITA'

Influenza: a Vaio super lavoro per Pronto Soccorso e Medicina

L’emergenza è al picco in questi giorni

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

6commenti

Salsomaggiore

Addio al prof Vighi, una vita per lo sport

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

3commenti

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

di Daniele Rubini*

1commento

ITALIA/MONDO

ECONOMIA

Il bitcoin precipita sotto i 10.000 dollari , -50% dal record

GIALLO

Omicidio a Mantova: 57enne accoltellato lungo una pista ciclabile

SPORT

tg parma

Parma, tutto su Ciciretti. Piacciono Fossati e Morleo. Gazzola titolare

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

SOCIETA'

IL CASO

Il ministero della Salute: "Nessun insetto autorizzato nei menu"

1commento

gusto light

La ricetta "green" - Riso venere con porri e curry

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

DETROIT

Le novità del Salone: è sfida tra pick-up Gallery