Parma

Dimissioni dei revisori, Pagliari chiede spiegazioni al sindaco. Broglia: "Nessuna finanza creativa"

Dimissioni dei revisori, Pagliari chiede spiegazioni al sindaco. Broglia: "Nessuna finanza creativa"
Ricevi gratis le news
0

Non si placa il dibattito politico sullo stato dei conti del Comune e sulle dimissioni rassegnate dal Collegio dei revisori. Giorgio Pagliari (Pd) vuole che il sindaco "risponda alle gravissime accuse" dei revisori, prima di pensare di sostituirli. Il Pd annuncia che voterà contro la proposta di sostituire il collegio dimissionario. Pagliari accusa inoltre l'Amministrazione di "finanza creativa" e paventa la volontà di vendere le azioni Iren. L'assessore al Bilancio Gianluca Broglia smentisce tale ipotesi e respinge al mittente l'accusa di fare "finanza creativa".

IL PD INVOCA DAL SINDACO UNA SERIE DI SPIEGAZIONI SUI PROBLEMI SOLLEVATI DAI REVISORI. Il capogruppo del Partito democratico in Consiglio comunale, Giorgio Pagliari, torna a criticare l'Amministrazione sui conti e sulle dimissioni del Collegio dei revisori. Ecco il testo del comunicato:

La lettera di dimissioni è un pesante “j'accuse” rivolto, pur se con toni e contenuti professionali, al Sindaco, alla Giunta e al Direttore Generale.
Da un lato, con il riferimento alla lettera 29.10.2010 n. 233859 del Direttore Generale, il Collegio annota: «Metteva in evidenza ciò che, al Collegio, pare la volontà di porre limitazioni all'esercizio delle funzioni dell'Organo di revisione»; dall'altro, il Collegio medesimo sottolinea «le intervenute difficoltà al normale esercizio delle funzioni dell'organo di revisione». Il che è come dire che ci sono stati tentativi di interferenza e atteggiamenti ostativi.
Il Sindaco, quindi, prima di pensare alla sostituzione (cui lo scrivente Gruppo si opporrà), dovrà rispondere con chiarezza a queste accuse, gravissime, ricordandosi che il Collegio è un organo del Consiglio comunale e non della Giunta.
Non meno grave è il problema di fondo: la drammatica situazione di STT Holding S.p.A. (e, con essa, del sistema delle “partecipate” e del Comune stesso).
A questo riguardo, è evidente che la rocambolesca “proposta di delibera” rifiutata dal Collegio dei Revisori è l'ennesimo tentativo di negare questa condizione, affidandosi ancora una volta alla «finanza creativa», salvo poi scaricare la colpa sulle opposizioni, arrivando persino all'assurdo di affermare che queste ultime, ove  dovessero opporsi, metterebbero il patrimonio comunale (magari ipotecato?) in mano alla speculazione: è come accusare i soccorritori e i loro cani antivalanga, accorsi sul posto, di aver causato la valanga!?!? Anticipiamo un'obiezione di merito, visto che si parla delle azioni IREN: il patto parasociale 28 aprile 2010 contiene la riserva di «disciplinare taluni limiti alla circolazione delle azioni oggetto dello stesso Patto FSU - Soci ex Enìa». Non è che, alla fine, si scoprirà che le azioni non sono cedibili senza il consenso di IREN e che questa è indisponibile a darlo, stante la situazione di STT Holding S.p.A.?
Ritornando alla questione principale, leggiamo che la «causa di tutti i mali» viene additata nella SPIP, con il riferimento alla quale ritorna, nemmeno troppo implicitamente, il balletto delle responsabilità in ordine alla creazione del debito tra questa Amministrazione e la precedente.
A questo ultimo riguardo, è stato più volte ribadito che, in questa querelle “familiare”, non intendiamo mettere il dito. Ribadiamo doverosamente, però, che il Candidato Sindaco del Centrosinistra fu insultato, nel 2007, quando denunziò un buco di bilancio di circa 17 milioni di euro: non è che, anche in questo caso, finirà per valere il detto «la verità viene sempre a galla»? Con tutto questo, non ci si può esimere dal sottolineare e denunziare il dato di sintesi: il Centrodestra sta portando Parma alla bancarotta.
Quanto alla situazione della SPIP, all'inizio di questo mandato, le Opposizioni hanno provocato un dibattito, facendo emergere circostanze gravissime.
Non è successo nulla!
Questo può significare, vista la mancanza di iniziative della Magistratura contabile e di quella ordinaria, che non si sono riscontrate responsabilità giuridicamente rilevanti, ma l'inerzia del Sindaco è apparsa politicamente irresponsabile allora e appare più che mai colpevole oggi, nel momento in cui si pretende di indicare la SPIP come causa principale della condizione di STT Holding S.p.a.
Un'ultima annotazione.
Abbiamo dato atto al nuovo Presidente di STT Holding S.p.A. del suo curriculum professionale di tutto rispetto, pensando di salutare l'avvento di un Tecnico. Le dichiarazioni di oggi lasciano intravvedere una qualche invasione del campo politico. Ci dispiacerebbe di dover constatare un nostro errore e di non poter contare su una conduzione tecnica. Nella confusione, che pare caratterizzare sempre di più l'azione dell'Amministrazione di Parma, infatti, un referente tecnico di livello è indispensabile per evitare i danni crescenti e per arginare quello che politicamente appare come lo strapotere del Direttore generale.
Le dimissioni del Collegio dei Revisori lo dimostrano.

LA RISPOSTA DELL'ASSESSORE BROGLIA: «NESSUNA FINANZA CREATIVA». «Questa Amministrazione non sta portando avanti operazioni di finanza creativa. Al contrario, sta cercando di rafforzare patrimonialmente le proprie società partecipate, consapevole del loro ruolo fondamentale nella realizzazione dei progetti e delle opere strategiche». Lo afferma l'assessore al Bilancio, Gianluca Broglia, in risposta alle critiche mosse dal capogruppo del Pd, Giorgio Pagliari.

«Contrariamente a quanto sostenuto dal consigliere - fa presente Broglia - i rapporti fra l'Amministrazione e i revisori dei conti sono sempre stati improntati alla massima fiducia e al rispetto reciproco. Da parte mia escludo nel modo più categorico ogni tentativo di esercitare pressioni sul loro operato».
«Pagliari dice di volersi opporre alla nomina di un nuovo collegio dei revisori - prosegue Broglia - ma francamente faccio molta fatica a pensare come il Comune possa andare avanti senza un organo di revisione. Ricordo infatti che sono stati i revisori stessi a dimettersi ed è quindi necessario nominare i sostituti. Non corrisponde assolutamente al vero sostenere che i revisori hanno rifiutato la proposta di delibera sulle partecipate, proprio perché su tale proposta non dovevano esprimere alcun parere, e che definire rocambolesca è semplicemente ridicolo».
«Ricorrere a termini come finanza creativa, situazione drammatica e bancarotta, serve soltanto a creare facili allarmismi, che non servono certamente a chiarire lo stato dei fatti», afferma ancora l'assessore.

In riferimento alle azioni Iren l'assessore Broglia precisa che «la delibera non prevede assolutamente la vendita delle azioni, come invece vorrebbe far sospettare il consigliere Pagliari. Anzi, annulla la vendita prevista nel bilancio preventivo 2011 per conferirle al contrario (e non cederle) a STT e a Parma infrastrutture, società interamente di proprietà del Comune di Parma. Al riguardo, il presidente di Stt, Varazzani, ha già confermato che non si procederà alla cessione delle stesse, e che verranno utilizzate esclusivamente per un rafforzamento patrimoniale delle società».
«Riguardo alle criticità che interessano Spip - aggiunge Broglia - è ormai chiaro a tutti che queste sono originate dalla crisi del mercato immobiliare, come lo stesso Pagliari dovrebbe ben sapere visto che se ne è dibattuto numerose volte, crisi che ha determinato una significativa flessione del prezzo dei terreni che la società intende cedere e che riguarda non solo le società pubbliche ma anche quelle private». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS