10°

20°

Parma

Comitato civico Farini: "La movida viola i nostri diritti"

Comitato civico Farini: "La movida viola i nostri diritti"
Ricevi gratis le news
20

Comunicato stampa

Dopo le recenti notizie di stampa circa il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica contro il Piano di Zona e il relativo Regolamento Dehors , il Comitato civico Farini, che coordina i   singoli cittadini ricorrenti,  intende fare alcune considerazioni.

In primo luogo dobbiamo precisare che il nostro ricorso non è il primo presentato per Via Farini, ma è stato preceduto da analogo ricorso al Presidente della Repubblica, proposto da altri cittadini, con istanza di sospensiva dei provvedimenti impugnati che sarà esaminata prossimamente dal T.A.R.  di Parma.
In secondo luogo vogliamo sottolineare che il ricorso al Presidente Napolitano, aldilà dell'altisonanza del nome, è un ricorso amministrativo che potremmo definire più tranquillo di un comune ricorso al T.A.R., tantopiù se, come nel nostro caso, non si chiede la sospensiva dei provvedimenti impugnati.
Dobbiamo aggiungere che nel ricorso, ovviamente, non si fanno “richieste” al Comune di provvedimenti di favore, ma si domanda al Giudice amministrativo di valutare se determinati provvedimenti già adottati dallo stesso Comune violano diritti soggettivi o interessi legittimi dei singoli cittadini.
E' bene allora ricordare che questo ricorso viene dopo ripetuti verifiche effettuate dall' A.R.P.A. di gravi sforamenti dei limiti massimi d'inquinamento acustico in zona Farini,  e più di un anno di incontri con Sindaco e Assessori per sensibilizzare l'Amministrazione sul fatto che da troppi anni la 'movida' di Via Farini, come fenomeno notturno di aggregazione che si protrae spesso fino alle 3 di notte, vìola i diritti elementari dei residenti.

Come abbiamo più volte detto, consentire che si producano in ore notturne 75/80 decibel sotto le finestre delle abitazioni significa infatti avallare un illecito penale (disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone - art. 659 c.p.), un illecito civile (lesione del diritto al sonno e alla salute - art. 32 Cost.) e infine un illecito amministrativo (violazione del piano di zonizzazione acustica del Comune di Parma del 2005).
Al di là delle generiche promesse, il Comune di Parma in concreto ha solo  anticipato di mezz'ora la chiusura dei locali di Via Farini, prevista attualmente alle 1.30 il venerdì e il sabato e alle 12.30 gli infrasettimanali: ci sembra molto poco, sopratutto considerando che, per la normativa nazionale e il Piano di zonizzazione acustica dello stesso Comune di Parma, la fascia di rispetto del riposo dei residenti, col il limite max. di 55 decibel, dovrebbe iniziare alle 10 di sera.
Ci sembra anche ingiusto e discriminatorio che si mantengano questi orari quando, ad esempio, per la nuova Ghiaia si stabilisce che i locali dovranno chiudere tutti i giorni entro la mezzanotte.
Ma soprattutto ci sembra grave che nel Piano di Zona impugnato, sostanzialmente si preveda la possibilità di occupare con tavolini e sedie Strada Farini per quasi tutta la sua lunghezza, espressamente dichiarando che  “la disciplina regolamentare sui “dehors” è finalizzata ad un utilizzo razionale del suolo pubblico per ulteriori spazi di ristoro all’aperto (tavolini, sedie, pedane, strutture coperte, ecc.), nonché all’offerta di nuovi servizi per il turismo”, con ciò rivelando la volontà di confermare Via Farini come via della movida, che da noi è e resta prevalentemente una forma di divertimento notturno alternativo alla discoteca.
Ribadiamo infine che tutte le argomentazioni sulla validità della movida per la sicurezza delle strade e la rivitalizzazione del centrostorico sono e restano pretestuose.

Cosa dire infatti di tutte le altre strade di Parma, sono forse ostaggio della criminalità più efferata? Se così fosse la movida dovrebbe essere permanente e dappertutto, per la gioia di chi vive in Via Montebello, o Via del Popolo, o qualsiasi altra strada della città.
Anche la rivitalizzazione del centro non crediamo possa passare attraverso la movida, ma richiede una seria riflessione sul perché il centro è poco popolato di giorno, mentre viene occupato militarmente da migliaia di ragazzi vocianti la notte, col corollario di relativi accessi in auto, sosta selvaggia, deiezioni e quant'altro.
Qualcuno ha dimenticato che il centro storico dovrebbe essere vitale di giorno, come 'centro commerciale naturale', mentre dovrebbe tornare ad essere un grande quartiere residenziale la notte, come è sempre stato: oggi la situazione è sostanzialmente rovesciata anche grazie a una politica della viabilità che ad una rigida chiusura diurna fa seguire una apertura notturna indiscriminata, ed una politica urbanistica che ha favorito l'espulsione dal centro storico del terziario, in particolare dell'artigianato e delle professioni.

Per queste ragioni i cittadini coordinati dal Comitato civico Farini hanno sentito la necessità di ricorrere al Giudice amministrativo, riservandosi altre possibili iniziative giudiziarie pur nella volontà di proseguire il dialogo con l'Amministrazione, nella speranza di vedere riconosciute concretamente le proprie ragioni.


 p. Comitato civico Farini
     Giovanni Passerini  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    16 Febbraio @ 18.58

    Vedo molti commenti sul problema ma quello che mi fa più tristezza è la diversità di trattamento a seconda se la cosa si svolga o meno in via farini. Io in via farini potrei drogarmi, parcheggiare ovunque, ubriacarmi e magari uccidere qualcuno, fare casino a qualsiasi ora, pisciare sui portoni altrui (si perchè nei locali se voglio pisciare devo consumare e il primo che mi contraddice si qualifichi così un venerdì a caso facciamo la prova), magari fare anche qualche rissa, avere il falso permesso da invalido. Si certo secondo voi lo posso fare perchè ci sono altri problemi più gravi (forse il costo dello spritz?) ed è meglio pensare agli altri problemi. Ok però se ci sono problemi più gravi non lamentatevi se io adotto tutti questi comportamenti sotto casa vostra e magari ferisco, sotto l'effetto di sostanze stupefacenti od alcol, voi o qualche vostro parente, c'è di peggio al mondo. Non lamentatevi per il mio spacciatore magrebino, non capisco la differenza tra il grosso spacciatore di alto borgo e quello africano, spiegatemela voi. A scanso di equivoci preciso che sono un ragazzo giovane, non mi drogo, bevo il giusto per piacere e non per farmi vedere ubriaco, frequento via farini ogni venerdì sera ma non faccio casino, non urino in giro e rispetto tutti quindo non datemi del vecchio o della persona che non sa niente perchè non è così, sono solo uno che vuole continuare a vivere la movida come lo vogliono i residenti con rispetto reciproco.

    Rispondi

  • Lorenzo

    16 Febbraio @ 16.10

    Vorrei che tutti quelli che prendono in giro i residenti di via Farini avessero LORO sotto casa tutto il casino della movida... ma però solo quando fossero stanchi e volessero dormire! Possibilmente tutti i santi giorni! Poi, quando fossero esasperati per la mancanza di sonno, ne potremmo riparlare!

    Rispondi

  • NA

    16 Febbraio @ 13.26

    brava bibi hai scoperto l'acqua calda,peccato che a Parma zone dove non vi siano abitazioni sono rare e anche dove sono poche ,vedi ex salamini , creerebbe porblemi. Basta aboliamo il divertimento,l'unico settore che registra ancora degli incassi. mio facciopromotore di un comitato contro tutti i comitati.

    Rispondi

  • Viola

    16 Febbraio @ 12.18

    Che barba! E chi la vuol cotta e chi la vuol cruda. Cari residenti, con il valore che hanno acquisito le vostre abitazioni, perchè non le vendete e vi comprate una tranquilla casetta in campagna? Forse perchè c'è meno sicurezza che abitare dove circola molta gente? Poi cosa c'entra l'espulsione dell'artigianato e delle professioni? Questo è un fenomeno generale dovuto alla politica scellerata di vari governi precedenti , complici i sindacati, che non hanno incentivato l'assunzione di apprendisti.

    Rispondi

  • laura

    16 Febbraio @ 11.28

    Ma perchè gli abitanti di Via Farini non mettono alle finestre dei vetri quadrupli antirumore?????? funzionano!!!!! lasciateci vivere il centro storico abbiamo tutti il diritto di viverlo esattamente come voi!!!!!!!! Io spero che il Presidente della Repubblica dia l'importanza che merita questa cosa cioè nessuna !!!!! Abbiamo problemi enormi da affrontare e si pensa alla movida???? Ho l'ufficio in Via farini e vi assicuro che con dei buoni vetri alla sera non si sente nulla, NON ESASPERATE IL PROSSIMO!!!!!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrata la pizzeria «Arte&Gusto»

VIA EMILIA EST

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrata la pizzeria «Arte&Gusto»

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

RUGBY

Minozzi e Giammarioli, «gemelli» azzurri

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro