12°

23°

Parma

Wcc, botta e risposta tra sindacati e Comune

Wcc, botta e risposta tra sindacati e Comune
Ricevi gratis le news
0

 Sul Wcc si registra un'ulteriore polemica tra sindacati e Comune.  Secondo Cgil, Cils e Uil  il rischio di non realizzare più la strutture cela una situazione grave: « in attesa di costruire il Wcc, non si sono messe a norma le case protette dell’Asp che già ospitano gli anziani della città».  L'assessore al Welfare Lorenzo Lasagna difende  il progetto («I suoi contenuti sono innovativi»), ma  se «dovesse risultare privo di adeguate coperture siamo pronti ad avanzare progetti alternativi equivalenti».

Cgil, Cisl e Uil all'attacco
«Forse la "cittadella" della terza età di via Budellungo non si farà. I timori espressi da tempo     - scrivono Cgil, Cisl e Uil territoriali -  sembrano prendere corpo di ora in ora, avallati dalle dichiarazioni del sindaco sulla mancanza delle risorse necessarie e sulla crisi immobiliare (come se ci fossero dubbi in proposito), tanto da rendere più concreta da parte dell’amministrazione l’ipotesi di rivalutare la proposta dell’opposizione. Stop all’idea del progetto di finanza, dunque, visto che non vi sono acquirenti interessati al patrimonio Asp, un patrimonio da 36 milioni di euro che sarebbero dovuti servire a finanziare, attraverso società partecipate del Comune, la costruzione del Welfare Community Center». 
Secondo i sindacati «oggi l’amministrazione sembra non voler più correre il rischio di “svendere”  quel patrimonio, rischio che in più occasioni i sindacati avevano segnalato ricevendo secche e sdegnate smentite a mezzo stampa. Evidentemente non si trattava di valutazioni così peregrine, ma nel surreale universo della Parma “modo di vivere”, fatto di annunci mirabolanti e società di scopo create dall’oggi al domani come scatole cinesi per aggirare il patto di stabilità e mascherare le enormi difficoltà delle languenti casse comunali, chi ci farà caso? Il problema, tuttavia, è ben più grave. Perché non solo mancano i soldi per realizzare il Wcc, ma soprattutto, nonostante sia già stato avviato, sulla base della legge regionale, il processo di accreditamento dei servizi socio-assisstenziali, il Comune di Parma non si è attrezzato per rendere efficienti sotto questo aspetto le strutture già esistenti dell’Azienda di servizi alla persona. In sostanza, in attesa di costruire il Wcc, non si sono messe a norma le case protette dell’Asp che già ospitano gli anziani della città, alcune delle quali presentano problemi strutturali e gestionali che rischiano di far perdere alla città preziosi posti letto, oltre che di penalizzare il personale che vi opera. Naturalmente, non senza ulteriori aggravi di spesa. Non si vorrebbe che anche questa volta a pagarne le conseguenza siano i più indifesi e incolpevoli, ovvero gli anziani, le loro famiglie, e, in ultima analisi, noi tutti. I sindacati confederali non si sono mai sottratti a nessuna iniziativa proposta da questa amministrazione comunale che fosse volta alla ricerca di soluzioni adeguate ai problemi da tempo prospettati ; per la loro urgente soluzione oggi ritengono sia giunto il tempo per l’apertura di un tavolo di confronto a tutto campo ove sapranno dare il loro fattivo contributo».
La replica di Lasagna
«Al di là di alcuni passaggi inutilmente allarmistici, e delle immancabili coloriture politiche (le stesse che hanno ispirato la manifestazione andata deserta contro il sindaco Vignali), la lettera diffusa dai Sindacati sul Wcc ha il merito di segnalare la disponibilità al dialogo da parte di Cgil, Cisl e Uil»: così  l’assessore al Welfare, Lorenzo Lasagna, risponde ai sindacati. 
«La nostra città ha diritto a progetti moderni e di eccellenza nei servizi agli anziani, un terreno su cui l’amministrazione comunale non intende fare passi indietro - prosegue l’assessore -. E’ il caso di distinguere i contenuti del progetto dal suo aspetto finanziario. I contenuti del Wcc, un intervento molto avanzato di quartiere a misura di famiglia e di anziano, sono assolutamente innovativi e capaci di guardare alle esperienze più moderne del Nord Europa. Questi contenuti non sono oggi in discussione. Dal punto di vista finanziario, invece, la realizzabilità del progetto è come noto subordinata alla vendita di alcuni immobili di Asp. Oggi, come sappiamo, il mercato degli immobili è bloccato e noi non abbiamo nessuna intenzione di svendere». «Nei prossimi giorni – conclude - ci sarà possibile valutare in dettaglio la copertura finanziaria del progetto Welfare Community Center all’indomani della ricapitalizzazione di Stt. Se il progetto Wcc dovesse risultare privo di adeguate coperture siamo pronti ad avanzare progetti alternativi aventi le medesime caratteristiche: aumento dei posti disponibili, modernità delle strutture, sostenibilità economica della gestione. Nell’elaborare tali progetti sarà naturalmente nostra cura ricercare il più ampio consenso e favorire il più ampio confronto possibile - come del resto è sempre accaduto - e ciò anche attraverso l’apertura di un tavolo con le organizzazioni sindacali».  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tagliati gli alberi, protestano i residenti

Sul Lungoparma

Tagliati gli alberi, protestano i residenti

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti: «Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere e gentiluomo

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

SIRIA

Raqqa è stata liberata Il video

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»