Parma

Inseguito dai carabinieri si scontra con un'auto: arrestato giovane tunisino, aveva 8,5 chili di droga

Inseguito dai carabinieri si scontra con un'auto: arrestato giovane tunisino, aveva 8,5 chili di droga
Ricevi gratis le news
25

E' finita all'incrocio tra via Mantova e via Ardigò, alla base del cavalcavia sulla ferrovia, la lunga fuga di una Volkswagen Scirocco nera con targa tedesca. E' finita poco prima delle 22, in uno scontro frontale con una Citroën C2 che usciva dalla stretta via cieca che porta agli Orti sociali. Da lì, gli occupanti hanno proseguito la loro corsa a piedi, lungo via Ardigò, tallonati dai carabinieri in borghese del Reparto operativo di via delle Fonderie. Massimo il riserbo sull'operazione. Tanto che ieri sera ancora non era stato rivelato  come fosse andata a finire, cioè se le persone (due, sembra) a bordo della Scirocco siano state acciuffate oppure no.   
Sirene spiegate, sgommate, sorpassi azzardati e controsterzi sull'asfalto bagnato. Per un po' è andata avanti così, con i carabinieri impegnati a tallonare la Scirocco, compatta e potente, per le strade della città. E' sconosciuto anche il motivo per il quale i militari le  stessero dando la   caccia.
Dopo lo scontro, la scena ben poco aveva in comune con la stragrande maggioranza degli incidenti. Anziché automobilisti contrapposti a disputarsi le ragioni della strada o - come vorrebbero le regole della civiltà - intenti a compilare il modulo della constatazione amichevole, in strada c'erano solo la coppia scesa dalla Citroën (nessuno ha riportato lesioni serie) e una pattuglia di carabinieri, alla quale in seguito se n'è aggiunta una dell'Infortunistica della Polizia municipale. Gli occupanti della Scirocco, evidentemente, erano alle prese con ben altri problemi.

L'AGGIORNAMENTO DI OGGI - E' stato arrestato un tunisino 25enne residente a Parma, che ha cercato di fuggire nonostante fosse ferito dopo lo schianto. Nella sua auto c'erano 8 chili e mezzo di hashish. Il giovane è quindi finito in via Burla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • kiara

    01 Marzo @ 10.09

    si bè certo..hanno arrestato il tunisino con gli 8 chili e rotti in macchina....ma chissà chi glieli ha forniti dove è e chi è .....e quanti ancora ne rifornisce....e soprattutto...la catena dello spaccio è ancora lunga...perchè poi il tunisino quegli 8 chili li divide fra i suoi pusher per la vendita.....e la maggior parte sono ragazzini, anche italiani....che rivendono il "fumo".....a ragazzi/e soprattutto ITALIANI...quindi.......se non ci fossero i tunisini il lavoro sporco lo farebbe qualcun altro..perchè la droga esiste e viene consumata ed è un dato di fatto che non scomparirebbe se anche scomparissero tunisini marocchini e quant altro....si deve cambiare il modo di vedere le cose...non può essere considerato normale fumare le canne....non può essere considerato quotidianità tirare di coca.....non può essere giustificato il fatto che un ragazzino che avrà avuto 16 anni al parco mi chieda: "scusa sai dove sono gli spacciatori"....no questo bisogna cambiare

    Rispondi

    • stefano

      01 Marzo @ 12.29

      Per favore, non ti riguarda..

      Rispondi

  • Marco

    01 Marzo @ 00.50

    Chissà quanti cittadini parmigiani "perbene" rimangono senza roba sta sera! Lo spaccio esiste se c'è il consumo, se la "gente di provincia" si guardasse un'attimo intorno sarebbe meglio.

    Rispondi

  • ciccio

    28 Febbraio @ 20.38

    Allora lascio a voi il confronto con chi la pensa (pensa??) così, di certo non vi invidio...

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    28 Febbraio @ 20.14

    Ciccio, i commenti potranno sembrare barbari, ma non credi che il livello di sopportazione e di compatimento siano arrivato oltre al limite? ma che vuoi ? che i bravi cittadini lavorino non solo per dei politici e magistratura inconcludenti, ma anche per i delinquenti e non possano esprimere almeno a parole la loro indignazione?? o dobbiamo scendere in piazza come nel nord africa?

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    28 Febbraio @ 20.11

    Un "buon giornale", soprattutto in una comunità di provincia, a mio avviso deve anche cercare di dare un contributo alla crescita della comunità di cui fa parte. Non vogliamo certo trasformarci in giudici o sacerdoti o insegnanti, ma nel nostro piccolo ci sembra giusto dare dei "segnali", a chi dimentica le regole più elementari dell'educazione e soprattutto del rispetto dell'interlocutore, anche quando la pensa diversamente. Poi, chiaramente, ogni scelta è opinabile, ed è giusto che voi ci mandiate le vostre critiche e le vostre proposte. Ma questa è una piccola battaglia in cui crediamo: e quindi andremo avanti così. (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS