21°

Parma

Anna, 20 anni in polizia penitenziaria: "Ma adesso non arrivo a fine mese"

Anna, 20 anni in polizia penitenziaria: "Ma adesso non arrivo a fine mese"
Ricevi gratis le news
13

Laura Frugoni

«Io non voglio togliere niente a nessuno, ma se nessuno ci dà una mano non so proprio come andrà a finire». Storia di Anna e Angelo (nomi di fantasia), compagni di vita da qualche anno e adesso uniti pure in povertà e nella malattia. A lui hanno diagnosticato da poco un tumore cattivo, la prossima settimana comincerà il calvario delle chemio e intanto si riempie di farmaci per tenerlo a bada. Le braccia scheletriche appoggiate al tavolo da pranzo, Angelo parla a tratti con lo sguardo che non manda mai una luce, perché al quarto piano di questa casa popolare di luce non se ne vede uno spiraglio.

Anna va per i 62 anni ed è stata assistente capo di polizia penitenziaria: 21 anni di servizio tra le prigioni di Piacenza e Parma (anche nella sezione sottoposta al 41 bis). Adesso è in pensione («avrei anche potuto continuare, ma non riuscivo più a fare i turni di notte») e di pensione prende 850 euro, che diventano 600 per alcune «pendenze» da pagare ogni mese. Angelo ha 58 anni e non prende un euro: «Per accudire i miei, che poi sono morti, ho dovuto smettere di lavorare. Poi mi sono ammalato anch'io». Alla pensione mancano ancora sette anni: un'eternità, se sei messo così. Dallo scorso luglio Anna ha smesso di pagare le 180 euro di canone mensile: è andata all'Acer a spiegare le sue difficoltà, quei 180 euro lei non riusciva proprio a tirarli fuori. Con marzo saranno dieci mesi di affitto arretrato da pagare, ma intanto la situazione si fa sempre più nera: servono i soldi per i farmaci di Angelo, servirebbe qualcosa di decente da mangiare.   (...)

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • alessandra

    04 Marzo @ 10.54

    Quanta gente bisognosa c'è? è giusto aiutare tutti, certo. Ma è anche necessario darsi da fare quando è il momento. Ha lavorato "solo" 20 anni, non 40! provate a chiedere qualcosa ai numerosi colleghi prima di giudicare che sia più o meno compassionevole. Perchè non ha fatto le notti come gli altri? non conosciamo il suo passato e le sue scelte, ma sappiamo che è dura per tutti...

    Rispondi

  • NA

    04 Marzo @ 10.29

    è un sitema che non regge più,un qualsia lavoratore con uno stipendio modesto non arriva a fine mese, dall'bolizione dell'equo canone gli affitti sono quadruplicati, tra qualche anno anche chi adesso sta' bene avra da tirare la cinghia. non solo parma si deve muovere ma tutto il sistema.

    Rispondi

  • angela

    04 Marzo @ 02.30

    @Max - @ Gigi - personalmente ritengo i vostri commenti incommentabili. Rete diritti in casa è il punto di riferimento per chi si trova in estrema difficoltà e non è ascoltato dalle autorità preposte, in primis i servizi sociali. La propaganda sbandierata dalle nostre istituzioni è solo aria fritta perchè in realtà le famiglie che si rivolgono ai servizi sociali sono lasciate allo sbando in quanto mancano i fondi e mancano le case. Dove vanno famiglie intere e singoli? IN STRADA! Parmigiani, italiani e di qualunque etnia senza nessuna distinzione. Rete diritti in casa è la voce di chi, per le istituzioni locali, non ha diritto ad aiuti - assistenza - ad una casa - alla dignità. Le famiglie sfrattate sono costrette a vivere in strada, con patologie gravi, inabilità e figli minori senza che servizi sociali muovano un dito. Informatevi e aprite gli occhi su questa realtà!

    Rispondi

    • pier luigi

      04 Marzo @ 10.29

      Ho chiesto soltanto una cosa: lei ha venti anni di lavoro (che chiamerei usurante) e ha diritto ad una pensione adeguata, il compagno ha 58 anni, non ha mai lavorato? ha lavorato in proprio? Capisco che la malattia abbia contribuito a rovinare la vita di queste persone, e cinicamente, per fortuna non ci sono figli!. Sapendo i sacrifici che abbiamo fatto e che migliaia di famiglie compioni per tirare avanti, una volta stabilito che questa situazione esiste e che esistono situazioni in cui vengono aiutate famiglie in base alle norme vigenti, non capisco perchè questa sfugga da ogni aiuto. Forse è una situazione derivante da divorzio? quindi non è una coppia 'regolare'? e allora il 'giornalista' completi la notizia, perchè in questo caso è la 'famosa legge sociale' che fà acqua da tutte le parti, manca degli ammortizzatori sociali è stata fatta imbrogliando gli italiani!

      Rispondi

  • Errico

    03 Marzo @ 22.07

    Salve..fermo restando che concordo con il primo cmmento sul fatto che forse pochi contributi portino ad una pensione minima...Vorrei chiarire due aspetti della vicenda presa in considerazione..la prima e che vorrei vedere qualcun altro a fare quale tipo di mestiere a contatto con delinquenti, tra cui si legge anche i boss del 41 bis, mentre il secondo aspetto da analizzare e che cmq ci si trova davanti ad una famiglia bisognosa, peraltro colpita dalla sfortuna di una terribile malattia che porta via cmq dei soldi dalle tasche per affrontare le dovute cure...Salve...

    Rispondi

  • max

    03 Marzo @ 21.01

    Una persona non si puo' lamentare della pensione bassa dopo solo 20 anni di contributi, quando tutti quelli che conosco devono lavorarne almeno 41 per aver diritto a qualcosa. Saranno anche sfortunati, ma spesso le fortune uno se le deve andare a cercare, non arrivano da sole!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza

PGN FESTE

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi

6commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

1commento

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

1commento

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

3commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

4commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

1commento

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

Parma Marathon

Raccolta fondi per la famiglia del runner morto

Un'iniziativa per i familiari di Luigi Liuzzi

AIDEPI

Paolo Barilla: "Industria bistrattata per debolezza politica"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

MODENA

Otto anni all'aggressore del primario Tondi

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

Tg Parma

Affare Parma - Desports: la Cina apre gli investimenti esteri Video

PARMA

Tra i premiati Sport Civiltà nomi noti e giovani promesse Video

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

MOTORI

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compattodi Seat in 5 mosse Foto

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»