21°

Parma

Casa occupata in via Trento. Poi sgombero, strada bloccata e corteo in centro

Casa occupata in via Trento. Poi sgombero, strada bloccata e corteo in centro
Ricevi gratis le news
80

Questa mattina c'è stata una nuova occupazione di un edificio disabitato. L'episodio è avvenuto in  via Trento 65, a pochi metri dalla garitta della Polizia municipale.

L'occupazione è avvenuta poco prima delle 10: l'azione, come già in casi analoghi, è stata coordinata dalla rete "Diritti in casa". E ad occupare i locali sono state sei famiglie, per lo più di immigrati, attualmente senza alcuna sistemazione, con persone anziane e alcuni bambini piccoli

"Un ulteriore segnale - hanno detto i rappresentanti di Diritti in casa - che vogliamo dare alle istituzioni: sono loro che devono intervenire, e invece sono inesistenti"

Sul posto sono presenti le forze dell'ordine.

LA CONDANNA DI FECCI(comunicato stampa) - L’assessore alla Sicurezza Fabio Fecci condanna l’occupazione verificatasi oggi di una casa in via Trento: “La casa è una necessità sociale, una necessità primaria. Soprattutto in questo momento di crisi. Quando però si occupa un alloggio non è più una questione sociale, diventa una questione di ordine pubblico - commenta Fecci -. Questa Amministrazione si sta impegnando molto sulle politiche abitative con progetti di edilizia residenziale pubblica, di edilizia sociale, con alloggi per l’emergenza abitativa e temporanei. Un impegno importante che le viene riconosciuto anche a livello nazionale”.

“Pur comprendendo il momento drammatico vissuto da tante persone a causa della crisi, va ribadito che le regole valgono per tutti e vanno rispettate - prosegue l’assessore -. Non si può accettare il comportamento di chi si pone fuori dalla legalità. Nel momento in cui si occupa una casa si compie un reato e si genera un’ingiustizia. Nel caso di alloggi pubblici l’ingiustizia consiste nel prevaricare le graduatorie pubbliche fatte apposta per tutelare i diritti dei più deboli. Quando si occupano alloggi privati si genera un’ingiustizia verso chi compie sacrifici per comprare una casa. Diritto, questo, che per nessun motivo deve essere sopraffatto”.

LO SGOMBERO E LA PROTESTA - Nel pomeriggio, intorno alle 15 (dopo alcune trattative senza frutto) sono intervenute le forze dell'ordine, attuando lo sgombero. Gli occupanti hanno opposto una resistenza passiva e sono stati trasportati a braccia dai poliziotti.

All'uscita, c'è stata una prima forma di protesta che ha praticamente bloccato, per un po', via Trento. Poi è partito un corteo verso il centro.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • angela

    07 Marzo @ 17.57

    @Gio il 06/03/2011 alle 23:59 - Gio ... mi spiace per i suoi problemi nel comprendere quanto da me scritto nei miei commenti. Io appoggio gli aiuti economici immediati per la famiglia impossibilitata a vivere, contributo mio personale, non ho chiesto nulla nè a Lei nè a nessuno. Per Lei un meritatissimo invito: vola bàs e ciapa dl\\\' aria. Lei e i senza cuore come Lei non tirano fuori 1 euro per aiutare il prossimo nel momento del bisogno e le associazioni di volontariato? Vedete un animale abbandonato e vi schifate invece di fare il vostro dovere civico? E\\\' un problema vostro e della vostra psiche egoistica. Non mio.

    Rispondi

  • Geronimo

    07 Marzo @ 17.10

    Non è direttamente pertinente la notizia ma forse può esserci qualche collegamento, vorrei che qualcuno mi spiegasse meglio la politica abitativa dell’amministrazione comunale. La vendita agli occupanti di appartamenti pubblici sono servite (probabilmente inconsapevolmente) a sanare le situazioni di chi occupava quelle abitazioni non avendone diritto (magari perchè imprenditore, proprietario di locali pubblici) e anche a dare una casa di proprietà a chi non poteva permettersela. La cosa strana è la pubblicità degli alloggi a canone agevolato attuata nel comune di parma perchè io in veste di cittadino penso che si facciano appartamenti a basso costo per chi ha bisogno e che si costruiscano alloggi pubblici ad affitto contenuto ma, cercando casa, ho scoperto che non è proprio così perchè è vero che ci sono sconti sul prezzo per gli appartamenti o villette ma il prezzo reale di mercato è altissimo, assolutamente ingiustificato e inaccessibile per molte situazioni familiari a cui il comune si propone. Alla fine gli appartamenti acquistati con questa agevolazione hanno prezzi tra i più cari del comune di parma e in ogni caso i prezzi più alti di ogni qualsiasi comune in provincia di parma, anche confinante con la città. Dove sta il guadagno? Ha senso costruire appartamenti o villette o case a schiera a canone agevolato per le persone con reddito medio / alto? Non sarebbe meglio costruire appartamenti più economici? Secondo me il guadagno è solo di tipo politico / propagandistico e da parte dei costruttori!

    Rispondi

  • stefano

    07 Marzo @ 13.15

    escludendo voi redazione ,leggendo i commenti di odio ne traspare molto e lo vedete anche voi ,un vecchio prmigian direbbe...un vecchii parmigiano non è siddartha è appunto un vecchio parmigiano..che magari non ha mai messo il becco fuori da casa e l unica cosa che ha fatto è spaccarsi la schiena da quando aveva 12 anni ....

    Rispondi

  • sabcarrera

    07 Marzo @ 10.48

    Le case ci sono da affittare il problema nasce dalle leggi sull'equo canone negli anni settanta. Una generazione che si è permessa un'eccessivo garantismo senza pensare a fare i dovuti sacrifici nella vita. Questo ci ha portato ad una situazione dove iproprietari di casa era restii ad affittare temendo di non vedersi più la loro proprietà. Inoltre è molto comune che un proprietario subisca delle esperienze da orrore con occupanti che distruggana la casa, non paghino l'affitto. Tutto questo con l'avvallo della rete diritto di casa, forse figli dei papà che hanno beneficiato delle leggi equo canone. Ripeto, le case ci sono basta ridurre questo garantismo eccessivo per portarle sul mercato.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    07 Marzo @ 10.36

    @stefano - 1) "avete così tanto odio dentro"... Che cosa sai di me e delle persone che giudichi? Io non mi permetterei mai di farlo con te, senza averti mai conosciuto. Ho solo detto, e lo ripeto, che latua frase era infelice e - se sai la storia - ne riecheggiava altre di tempi altrettanto infelici. Stop. Se mi dici che non era così non ho problemi a prenderne atto e sono contento, più per te che per me. 2) "so cos'è giusto e cos'è sbagliato". Un vecchio parmgiano ti risponderebbe in dialetto: "vola bàs". Non basta una vita a capire che cos'è giusto e che cos'è sbagliato... Io posso ascoltare e rispettare le tue opinioni, e magari posso - questo sì - impararne qualcosa. Ma lascia perdere queste sentenze. 3) te lo ripeto (poi, se ti vuoi vedere il nostro archivio bene, altrimenti se non mi credi pazienza): questo giornale e questo sito avranno diecimila difetti, ma non ci passa nemmeno per la testa di pensare che "tutti i marocchini siano stupratori". Nè, ovviamente, l'abbiamo mai scritto. Chi lo dice, anche se crede di "sapere tutto" dice una sciocchezza e una falsità.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

1commento

PARMA

Scontro auto-scooter a Mariano: un ferito

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

LUTTO

In duomo a Fidenza l'ultimo saluto a Luca Moroni

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 10

FRAZIONE

«Carignano, auto troppo veloci e pochi controlli»

Lesignano

Festa per i 18 anni dei due migranti

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Sparatorie con tre vittime in Maryland e Delaware: arrestato un 37enne

Massa

Lite per un parcheggio: gli spara e lo ferisce al volto

SPORT

CHAMPIONS

La Juve soffre e vince, la Roma strappa il pari in casa del Chelsea

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»