10°

20°

Parma

"Troppi alunni stranieri alle scuole Cocconi e Adorni"

"Troppi alunni stranieri alle scuole Cocconi e Adorni"
Ricevi gratis le news
2

 Enrico Gotti

Botta e risposta sulla percentuale di stranieri nelle classi tra il Coordinamento dei consigli di istituto da una parte e il Comune e il provveditorato dall’altra.
«Ci sono giunte notizie - scrivono i genitori riuniti nel coordinamento - di difficoltà nella formazione delle future classi prime primarie delle scuole Cocconi ed Adorni, per via dell’altissima percentuale di alunni stranieri iscritti e l’alto numero di alunni italiani di stradario che non frequentano queste scuole».
Il problema non dipende soltanto dal numero di immigrati in ogni quartiere, ma dai genitori italiani che scelgono di spostare i loro figli in altre scuole, diverse da quelle dello stradario. Questo comportamento - scrive il Coordinamento dei consigli di istituto - «altera la formazione delle classi e la loro composizione, obbligando in alcune scuole ad avviare classi con percentuali molto alte di alunni stranieri ed in altre a formare classi numericamente eccessive (25 ed oltre), a richiedere la formazione di più classi rispetto a quanto previsto e ad applicare i criteri di selezione e di priorità delle domande». 
Nella lettera, indirizzata al provveditore e all’assessore comunale alla scuola, in cui si chiedono soluzioni al problema, si ricorda la circolare del ministro Gelmini, sul limite del 30% di alunni stranieri per classe, che impone un ulteriore sforzo da parte delle scuole. La questione è «sensibile» e l’attenzione dei genitori sulla presenza degli alunni stranieri è «del tutto condivisibile» - rispondono il provveditore, Armando Acri e l’assessore, Giovanni Paolo Bernini, ma «i dati delle nuove iscrizioni parlano di una realtà diversa, che forse per la prima volta non presenta situazioni critiche come quelle denunciate».
Sui 33 nuovi iscritti alla scuola elementare Cocconi di piazzale Picelli, «solo il 3% è nato all’estero - precisano Comune e ufficio scolastico -: in città, le più alte percentuali di nati all’estero superano in diversi casi il 6%, in alcune situazioni anche l’8%. All’«Adorni» i nati all’estero rappresentano il 5,9% dei nuovi iscritti (34 in tutto). Questi dati sono evidente indice di stabilizzazione e del superamento di una fase puramente emergenziale in cui alunno straniero era sinonimo di non italofono».
 In questi anni, le scuole «Adorni» e «Cocconi» hanno lavorato per recuperare gli alunni italiani. Sono nati progetti musicali, sono nati laboratori di convivenza in cui sono stati coinvolti i genitori, è stata potenziata l’offerta pomeridiana. «E' necessario un costante presidio - scrivono Acri e Bernini - senza il quale i plessi e gli istituti facilmente rischiano di divenire e di essere percepiti come "scuole ghetto", scuole di bassa qualità. È una sfida importante rispetto alla quale volentieri accogliamo suggerimenti e cerchiamo esperienze che possano suggerirci tutti i possibili miglioramenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nocciola

    10 Marzo @ 09.00

    25 alunni in classe sono troppi? E da quando?

    Rispondi

    • nippo

      10 Marzo @ 10.11

      Da sempre!!! Ti invito a venire ad insegnare in una prima media dove, su 26 alunni , ci sono 2 extracomunitari appena arrivati, un dislessico, 3 o 4 alunni con difficoltà serie ( anche se non segnalati) e altri che devi fare i salti mortali per farli arrivare al 6. E i bravi? Quelli si arrangino perchè non siamo ancora Dio in terra, dato che, secondo programma, il metodo d'insegnamento dovrebbe essere individualizzato. cioè ora che ho dato cose diverse per i vari casi è finita l'ora di lezione!!!!

      Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spigaroli Murgia a Radio Parma

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Lealtrenotizie

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

5commenti

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

SERIE B

Parma, batti un colpo

PEDRIGNANO

Pitbull assale la padrona e un suo amico

1commento

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

Si rafforza la possibilità che possano così diventare di proprietà pubblica

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

6commenti

economia

Derivati del pomodoro, cambia l'etichetta: bisognerà indicare l'origine della materia prima

I ministri Martina e Calenda hanno firmato il decreto

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

GERMANIA

Uomo attacca con un coltello a Monaco: 4 feriti

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

SPORT

Moto

Rossi: "Spero in una gara asciutta"

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: