-2°

Parma

Virgi: la scritta cancellata sarà rifatta

Virgi: la scritta cancellata sarà rifatta
Ricevi gratis le news
9

Cinque anni, come per Tommy e per tutte le vittime del 2006, "anno orribile" di Parma. Fra poco ricorrerà un altro triste anniversario: quello della morte di Virgina Fereoli e del taxista Andrea Salvarani, vittime innocenti di una notte di sangue e della mano di Stefano Rossi.

E colpisce che, proprio nei giorni che ancor più ricordano quella tragedia, sia scomparsa dal liceo Ulivi (di cui la ragazza era stata allieva), la dolce e toccante scritta che la ricorda: "Ci sono cose che neanche la polvere del tempo può cancellare. Una di queste sei tu, Virgi !".  Una scritta che era comparsa la mattina stessa in cui si diffuse quella tragica notizia, e alla quale si era poi affiancato un "Virgi x sempre".

Ora, come si può vedere nelle ultime immagini della nostra fotogallery, transitando davanti all'Ulivi si nota che la scritta è scomparsa, mentre il muro esterno dello scientifico di viale Maria Luigia ne ospita altre. Ma a quanto pare si tratta di uno sbaglio, commesso da chi - nei giorni scorsi - aveva eseguito, per appalto, la pulizia degli edifici scolastici.  Alcuni insegnanti dell'Ulivi, infatti, si sono già attivati, e presto la scritta che ricorda Virgi (sicuramente il più toccante e "legittimo", fra tutti i graffiti della città) tornerà a ricordare, davanti alla "sua" scuola, la ragazza che nessuno vuole dimenticare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Marcos88

    11 Marzo @ 17.19

    All'epoca dei fatti avevo organizzato insieme agli altri rappresentanti degli studenti delle scuole superiori una manifestazione, sia per ricordare Virgy sia per dire basta alla violenza, per far capire alla città che in quei giorni tanto parlava di violenza dilagante nei giovani, noi volevamo dare un segnale. Durante quella manifestazione furono scritte dalle care amiche quelle poche e belle parole di fronte al liceo Ulivi. Direi a tutti coloro che stanno criticando che quelle parole dovevano restare perchè erano scritte col cuore e con i sentimenti di chi ha perso una persona importante, quelle parole non possono essere sostituite da una fredda lapide che non ha nulla a che vedere con la rabbia e il dolore di quei giorni. Quel graffito rappresenta la memoria, altrimenti avremmo fatto una lapide! Sempre nei cuori di chi ti ha conosciuta.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    11 Marzo @ 11.50

    Visto che Loredana fa una domanda, spero che Loredana non mi rimprovererà se , per risponderle, intervengo anche questa volta. E la risposta è che, sinceramente, non capisco molto il senso della mail. Ovvero: il sito è pieno di commenti senza la nostra risposta, ma è ovvio che se un lettore (come ha fatto Luca) pone un dubbio su una nostra scelta, io ho il diritto (e forse anche il dovere) di dargli una spiegazione. Che non significa "avere ragione", perchè poi Luca o lei o gli altri lettori daranno liberamente il loro giudiziio. Credo che una delle cose belle del web sia proprio la possibilità di dialogo e di spiegazione fra giornalista e lettore. Ma non mi dica che i lettori non hanno libertà di sfogo... E le faccio una promessa: se lei vuole ribattere, le lascio l'ultima parola e prometto che non commenterò la sua nuova mail. (G.B.)

    Rispondi

  • loredana

    11 Marzo @ 11.37

    .. ma cosa serve lasciare libero sfogo ai lettori tramite i commenti, quando Voi della redazione replicate sempre ritenedendo di aver ragione?? Scusate, ma credo sia più opportuno non fornire più l'opzione "inserisci un commento"....

    Rispondi

  • ilguidoz

    11 Marzo @ 09.37

    Ricordare la povera ragazza con un atto vandalico non e' il massimo. Capisco quando i sentimenti emotivi quando e' stato fatto, ma sicuramente una targa sarebbe piu' dignitosa. Quel graffito era certamente pieno di amore, ma non era un opera di Caravaggio. Se una targa se l'e' meritata Mariano Lupo, non vedo perche' Virgi meriti un graffito.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    10 Marzo @ 17.16

    Mettendo insieme i vostri commenti e il nostro primo articolo, possiamo provare una sintesi. 1) Luca, credo sia chiaro che il nostro articolo non tende a legittimare i graffiti. Abbiamo invece voluto sottolineare un particolarissimo caso, che potrebbe prestarsi ad una condivisa eccezione, anche per 2) evitare (come dice Mario, pur con qualche aggettivo di troppo) di "punire" un gesto di ragazzi nato da un sentimento tristemente positivo (non diremmo quindi la stessa cosa per un altro tipo di "normale" graffito). Forse, una buona sintesi, 3) è quella proposta da Cristina, anche per evitare che la scritta possa essere - come è già successo più volte - cancellata o imbrattata. Magari, la soluzione può essere quella di una targa non tradizionale, ma realizzata proprio con una scritta tipo graffito, e magari inserita a fianco dell'ingresso per revitare i rischi di cui si diceva. Però, e qui torno al significato delle mie righe di stamattina, credo sia giusto perpetuare il ricordo di questa ragazza, e credo sia giusto soprattutto trovare il modo di farlo attraverso qualcosa che mantenga il senso della spontanea espressione di quel tragiclo giorno, e che nasca dai ragazzi e non dai più "freddii" adulti. - Non so invece aiutare Vercingetorige sul suo quesito storico: lui sa che sono un cronista parmigiano di lungo corso, ma al 1882...non arrivo. Scherzi a parte, spero che qualche lettore sappia sostituirci nella risposta. (G.B.)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

calcio

Il Parma s'accontenta

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

1commento

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande