22°

Parma

Termovalorizzatore: esperti a confronto

Ricevi gratis le news
26

La seduta congiunta delle commissioni V, Sanità, Servizi sociali e Sicurezza sociale, e VI, Lavori Pubblici, Ambiente, Interventi su viabilità e traffico, si riunirà il 23 marzo e parlerà di termovalorizzatore. La richiesta è partita dal sindaco e risponde ad una proposta del Comitato Gestione Corretta Rifiuti di Parma. L’appuntamento costituisce l'occasione per aggiornare, all'interno dell'istituzioni cittadine, le informazioni in possesso della scienza riguardo agli aspetti sanitari ed ambientali relativi al termovalorizzatore in costruzione ad opera di Iren in località Ugozzolo.

Per questo saranno sentiti otto esperti anche portatori di diverse tesi. Quattro sono indicati dal comitato Gcr, Ernesto Burgio, coordinatore Comitato Scientifico Isde, Marco Caldiroli, dell’Asl Provincia Milano 1, Giuseppe Miserotti, presidente Ordine dei Medici di Piacenza e Paola Zambon, responsabile registro tumori Veneto. Due sono inviati dall'Istituto Superiore di Sanità: Gaetano Settimo e Giovanni Marsili, e altri due dalla Regione Emilia-Romagna e operano all'interno del progetto Moniter (il progetto regionale per il monitoraggio degli inceneritori per lo smaltimento dei rifiuti in Emilia-Romagna).

Al termine delle relazioni si aprirà la discussione riservata ai consiglieri comunali membri delle due commissioni e agli altri che vorranno intervenire, ai rappresentanti dell'Amministrazione comunale e alle altre istituzioni invitate o che vorranno partecipare.
Proprio per questo sono formalmente invitati anche Iren spa, la Provincia, l'Arpa, l'Ausl di Parma e l'Ordine dei Medici di Parma.
“Da parte dei presidenti delle commissioni sarà garantita la massima imparzialità e neutralità nello svolgimento dei lavori per consentire una riflessione pacata ed oggettiva su una questione molto complessa e con diverse sfaccettature” assicura Giuseppe Pantano.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • simone

    15 Marzo @ 14.38

    Caro GB credo più nella sua buona fede che in molte altre quindi cercherò di fare un passo verso di lei perché sembra un discorso tra sordi .Anche per dimostrare quanto sia utile e possibile un dialogo sincero e non prevenuto. ma che non sia una perdita di tempo perché ne abbiamo più poco. 1) si, quello era proprio sarcasmo, credo siate molto più pronti e scattanti a rimbambire i parmigiani (molto pronti e ricettivi) con il calcio, mi piacerebbe vedere lo stesso piglio e spazio dedicato a temi meno "circensi". 2) Io parlo proprio di disinformazione e i media non possono aspettare che sia la gente a dimostrare interesse; dove può un povero cristo (magari non avvezzo a internet) cercare le informazioni se non tramite i media locali? io credo che voi siate parte della causa di questo ritardo sul tema e non un effetto. 3) e 4) TRMOVAL non è sbagliato, non dovrebbe proprio esistere; è un neologismo creato apposta per imbrogliare,e continuando ad usarlo lo si fa nell'intento di imbrogliare. come posso spiegarlo ancora? In pubblicità "potrebbe" definirsi Pubblicità ingannevole. chiaro il concetto? L'europa ha definito questa parola Pubblicità ingannevole. Se lo ricordi. Se la usa IREN lo posso capire, ma ne voi ne le'amministrazione dovreste permettervi di usarlo così a piene mani. Dov'è l'etica? Ammetto che mi aspettavo ancor più disparità, in parte mi sono ricreduto ma , a differenza di lei, credo parta proprio da qui il problema, fare credere che questo sistema serva a "generare energia" mentre in la sua funzione è "bruciare i rifiuti". 5) ritardo della città. ci sono cose che il cittadino può apprendere solo dai sistemi di informazione, lo ribadisco. E tali sistemi devono essere sul pezzo non aspettare che le notizie arrivino dal cielo. lo guarda mai report?. 6) non credo sia l'articolo a dover essere rintracciabile dall'home page , ma una sezione con scritto DISCUTIAMO DI INCENERITORE con un lungo elenco di news non è così difficile da collocare. è una chiara scelta ,a parer mio, di inibire il confronto che a questo punto, seppur tardivo, non era nei progetti dell'amministrazione, Ve la sentite di implementarlo prima dell'inizio della campagna elettorale? mi dimostri che mi sbaglio.!. Grazie per l'ampio spazio al dibattito (non con sarcasmo stavolta) che come vede non essendo rintracciabile è rimasto questione quasi privata tra me e lei. PS per il suo aneddoto legato al COrnocchio: si da la zappa sui piedi: mi sembra di capire che la parola inceneritore abbia dato già problemi in passato... se ho franteso mi spiace altrimenti .... devo aggiungere altro? Buon lavoro. Y

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    14 Marzo @ 15.30

    Yatta, il confronto franco e diretto lo apprezzo anch'io. Quindi le devo tante risposte: 1) l'ironia l'ho letta nei complimenti che ci rivolgeva in fondo alla mail del 12/3 alle 16,42. O erano sinceri...? 2) La parola censura non è un lapsus: censura e disinformazione sono le due accuse (spesso abbinate) che ci vengono rivolte sul tema, e su entrambe cerco di dare la mia risposta 3) Se il conteggio dei titoli (che ha fatto lei stesso) è 29-25, mi sembra in realtà una conferma che non c'è, da questo punto di vista, alcuna "prevaricazione lessicale": mi avesse detto 40-10 le dovrei dare ragione, ma trarre le sue conclusioni partendo da un 29-25 mi sembra davvero poco coerente e poco obiettivo 4) il paragone con aqqua con due "q" :in quel caso sarebbe un errore, e quindi il titolo dovrei sicuramente farlo diverso da Vignali e Bernazzoli. Nel caso in questione le chiedo: è sbagliata la parola termovalorizzatore ? (Lo chiedo veramente). Se sì, è un conto. Se non lo è, credo che ognuno possa scegliere. Poi, è vero che la scelta non sarà casuale: gli uni tendono a far risaltare un valore positivo, gli altri (quelli che scrivono "inceneritore") danno una connotazione più negativa. La vera scorrettezza, lo ripeto, sarebbe, ad esempio, parlare di comitato anti-termovalorizzatore: qui è giusto rispettare la sigla degli anti-inceneritore. Ma allora (sempre che, ripeto, non si dimostri che quel termine è assolutamente sbagliato) è giusto anche il contrario, quando si parla di documenti o iniziative delle istituzioni. Fra l'altro, per dimostrarle che non ritengo questo del vocabolo il problema principale, io sono di una generazione giornalistica che ha dovuto raccontare l'impianto del Cornocchio. Allora, in effetti, si usava unanimemente la parola "inceneritore", ma non per questo - le assicuro - il dibattito era più facile. Quindi non credo che il problema vero stia qui 5) il ritardo - l'ho detto e lo ripeto - è nostro quanto lo è dell'intera città. Proprio perchè cerchiamo di essere sintonizzati con la città, è evidente che una questione trova spazio anche in conseguenza delle mobilitazioni che nascono dal basso. Faccio un esempio diverso, così forse ci spieghiamo senza l'ennesima polemica: mesi fa è stata spesso in primo piano la questione del piazzale Salvo D'Acquisto, oppure (è cronaca anche di questi giorni) la vicenda CasaPound. Merito di un comitato che si è dato da fare, e magari ci ha criticati a sua volta ma ci ha "costretti" a trattare quel tema. La verità (ma non lo dico io, lo ammettono persone che conosco e stimo e che fanno parte a loro volta del movimento anti-inceneritore) è che ci si è mossi tutti tardi. Mi sta bene prendermi la mia parte, ma solo la mia. Lei magari si è mobilitato già 5 anni fa, e questo le fa onore: ma evidentemente per la maggior parte della città non è stato così. E su questo dovremmo riflettere tutti con più obiettività ed autocritica: non credo che la soluzione sia fare della Gazzetta il capro espiatorio. Io - fra l'altro - sono di quelli che continuano a pensare che in prima linea ci debbano essere i politici, sui temi di una città. 6) E' falso (e mi dispiace che una critica seria e rispettabile come la sua scenda poi a questo livello) dire che questo articolo e questo argomento non abbiano avuto evidenza in home page. Certo, se lei pretende di trovare oggi in home page un articolo del 10 marzo (come lo è questo che stiamo commentando) non accadrà mai. Ma l'annuncio della commissione lo è stato, e ovviamente saranno in home page anche le cronache legate a questa riunione. (G:B.)

    Rispondi

  • simone

    14 Marzo @ 14.28

    G.B non so dove legge l'ironia, perchè a me di ridere non va tanto. Però apprezzo sinceramente il confronto franco e diretto. Cercherò di non annoiare: la ricerca fatta sul vostro sito è la stessa che stavo facendo io. Io però non mi sono limitato a vedere il numero di pagine trovate, ma ho contato i titoli delle notizie (i quali FANNO la notizia) e ho trovato con IINCENERITORE ben 25 TITULI + 2 "anti inceneritore" mentre per TERMOVALORIZZATORE (parola ad uso e consumo di chi ci guadagna,) ben 29 TITULI , come la chiamiamo se non disinformazione?. Il suo lapsus sulla censura è interessante, io ho parlato di DISINFORMAZIONE e mi pare di averne tutte le ragioni. SPero solo che qualche Vgnali Bernazzoli e compagnia bella non voglia farci credere che acqua si può scrivere con 2Q, lo spero sopratutto per voi.. Secondo il suo ragionamento avete usato la parola TERMO quando era l'amministrazione a "fare" la notiza, bene, questo mi conferma quindi una sudditanza psicologica che in molti condividono. (non è ammissibile, cribbio, che in home page nel vostro sito non compaia un solo riferimento a tale dibattito, la chiama INFORMAZIONE? ma è o non è un argomento che segna la cità per alemno i prossimi 20 o 30 anni?). Della sua ammissione di "ritardo" non me ne faccio un bel niente, se l'attenzione dell stampa non è sintonizzata su tali questioni, su cosa lo è? come fanno a farlo i cittadini? ripeto, meno PARMA AC + PARMA . Mi chiedo se questo ritardo che lei stesso riconosce, è stato per pigrizia o cosa. Oppure anche voi siete vittima (e incosapevole strumento) del sofisticato e pianificato sistema di frammentazione del fronte delle opposizione o quanto meno dell frotne di chi ci vuol capire qualcosa di più di un "tranquilli, fanno peggio le vostre grigliate". Se crede che il mio sia una singola voce "prevenuta" credo sia fuori strada, i cittadini è vero che leggono molto le pagine dello sport e quelli li accontate benissimo, ci sono però moltissimi parmigiani che hanno altre priorità. Credo che anche per questa fetta di città passiate, e visto la sua mmissione, DOBBIATE fare molto di più. un articolo di febbraio 2010 riporta «Termovalorizzatore. Serve un confronto pacato e civile» Considerando che relegate anche questo stesso spazio di discussione ai 4 gatti che riescono a rintracciare tramite una ricerca ll'interno del sito, mi fa molto pensare.... e a pensare male si fa peccato ma spesso.... detto questo spero che tutti entrino nel merito del problema, anche se ormai i giochi (sporchi) sono fatti ecco perchè solo ora se ne può parlare..

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    12 Marzo @ 17.26

    Yatta, di solito accetto e apprezzo l'ironia. Ma stavolta, la sua delle ultime due righe sciupa un ragionamento serio che lei fa nella sua mail e che io potrei anche rispettare. Se però la vogliamo buttare sulla banalità, allora alla sua ironia rispondo molto seriamente. Copi questo link: http://www.gazzettadiparma.it/ricerca/ricerca_risultati.php?q=inceneritore&dove=sito&cx=partner-pub-6882244760285643%3Ahww88m-2b3i&ie=ISO-8859-1 - E' un po' lungo e scomodo, ma ho voluto io stesso verificare se davvero - come lei sostiene - censuriamo la parola inceneritore: mi sono uscite 10(!) pagine di risultati. Un po' strano per una "censura", non trova? - E allora mettiamoci d'accordo su un'altra cosa: se usassi la parola termovalorizzatore per una manifestazione di protesta del comitato anti-inceneritore sarebbe certamente sbagliato (e se l'ho fatto in passato allora sì che le posso dare ragione). Ma se parlo di una iniziativa del Comune, come lei stesso dice, è probabile che la convocazione di una riunione contenga invece la parola termovalorizzatore. E quindi è normale che questo esca anche nei titoli - Premesso questo (scusi la lunghezza, ma le critiche mi piacciono solo quando sono coerenti e non prevenute), ho già detto e ripetuto che sulla vicenda inceneritore (contento adesso...?) ci sono stati tanti ritardi, compresi i nostri. E proprio per questo adesso sarebbe meglio concentrarsi sul dibattito serio (come mi aspetto, anch'io con curiosità, da quella riunione con esperti di segno opposto), che non su questioni particolari che comunque non modificano la questione. E che (se nel frattempo lei ha guardato quel link) nemmeno i lettori giudicano sempre con precisione ed obiettività. (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

  • simone

    12 Marzo @ 17.25

    @Vercingetorige "dat da fèr" se sei dotato di internet fai lo sforzo di farti un'opinione (seria) cercandoti le informazioni non dalla gazzeta di parma ne dal sito o volantinaggio dei "talebani" dei NO TERM. Non aspettare sempre "la tetta" o "il biberon" allora fammi un favore, porteli tu questi dati che dovrebbero tranquillizzare, se non fanno male sarà facile reperirli no? trova se no infro contro il loro tornaconto(IREN è quotata in borsa , vuol far soldi come la thissenkrupp, la BP, ENEL leggi nucleare e a proposito sullo spot sul forum nucelare, quello degli scacchi, bloccato dal garante per parzialità, si informi il caro G. B. di come le parole, le sfumature inducono e manipolino le informazionieù.) se trovi un solo articolo che urli la salubrità degli impianti di INC fammelo leggere. Vuoi i dati che cerchi, eccoli (se vuoi confutarli porta altrettanti dati) nel 2007, lo studio “Enhance Health Report”, finanziato dalla Comunità Europea e condotto per l’Italia nel comune di Forlì, dove operano due inceneritori, ha portato a evidenze significative rispetto al sesso femminile: in particolare si è registrato un aumento della mortalità tra il +17% e il +54% per tutti i tumori, proporzionale all’aumento dell’esposizione. fai ricerche su google per INCIDENZA TUMORI - REGISTRO TUMORI - INCENERITORE BRESCIA cerca bene troverai sicuro cose interessanti cerca un aritcolo del Celestino Panizza, medico per l’ambiente di Brescia - certo, è un articolo di parte...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

9commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Economia

Rinnovato il contratto tra Number1 logistics Group e Barilla

"Obiettivi aziendali ma anche condivisione di valori"

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»