10°

22°

Parma

L'incubo di un deejay: "Perseguitato per 9 anni"

L'incubo di un deejay: "Perseguitato per 9 anni"
Ricevi gratis le news
8

 

 

 

Mara Varoli

Perseguitato da un'ascoltatrice della radio in cui lavora. Un sms e poi le prime minacce, migliaia di mail, i pedinamenti. E così,  venerdì in tribunale a Carrara una romena senza fissa dimora è stata condannata a tre mesi di reclusione, pena sospesa, per aver molestato un noto deejay della nostra città: Federico Portale.  Ma l'incubo non è finito, la romena continua tuttora a molestare Portale, che presto sarà chiamato a fare una nuova denuncia, questa volta per stalking. 

«La storia è un po' lunga - racconta Federico, deejay di Radio Malvisi e del Cosmopolitan di via Veroni -. Tutto è cominciato nove anni fa. Una donna romena, con la quale non ho mai avuto niente a che fare, nemmeno un caffé al bar, ha cominciato a mandarmi messaggi sul telefonino della radio. All'inizio, era una delle tante ascoltatrici, finché gli sms sono arrivati ad essere centinaia nell'arco di una settimana: messaggi in cui lei raccontava un po' di tutto, con frasi spesso incomprensibili». Una storia davvero incredibile, che a poco a poco si è trasformata in un incubo: «Nel 2003 lavoravo al Tek di Traversetolo. E una sera mi è capitata davanti alla consolle - non dimentica Federico -. Era arrivata in discoteca in bicicletta da un paesino del Reggiano. Quella sera ha aspettato che io terminassi di lavorare per fare due chiacchiere con me. E così è stato, in piedi, mezz'ora non di più,  davanti all'uscita del locale: ancora non immaginavo che cosa sarebbe accaduto. La situazione è presto precipitata: insieme ai messaggi, anche migliaia di mail. Anche i miei colleghi della radio hanno provato a calmarla, ma lei se ne fregava e continuava a scrivermi».

Federico abita tra Parma e Marina di Carrara con la famiglia e non avrebbe mai pensato che quella romena arrivasse a tanto: «Ha scoperto facilmente l'indirizzo di casa a Marina di Carrara - prosegue il noto deejay -: mi ha stanato, come si dice nei casi di stalking. Da quel momento è stato veramente un incubo: suonava il mio campanello di notte e  mi lasciava centinaia di biglietti sull'automobile. Scriveva che mi spiava dal giardino e che conosceva ogni mia mossa. Così ho chiamato la polizia: lei è scappata, ma poi è tornata. E così innumerevoli volte». Era il 2005. Federico Portale si rivolge ai carabinieri di Marina di Carrara. La donna viene chiamata: «Prontamente si è giustificata dicendo che voleva scrivere un libro su di me - ricorda Federico -. Poi però ha ricominciato: diceva di essere la donna della mia vita e non capiva il mio rifiuto. Così ha iniziato persino a insultare mia moglie e a minacciarmi: mi scriveva che sarei bruciato dentro casa. Inoltre, raccoglieva le foto di mio figlio su facebook, me le inviava, insieme a immagini di altri miei parenti per sottolinearmi che facevano parte del nostro, mio e suo, album di famiglia. E' lì che ho fatto la prima denuncia per molestie e lei ha avuto un decreto penale dal tribunale di Massa. Nonostante questo, continuava a scrivermi e a seguirmi». Parte una seconda denuncia. Portale viene così chiamato dalla polizia postale di Parma: «Ho raccontato nuovamente la storia all'ispettore - sottolinea - e grazie alle due denunce precedenti siamo arrivati alla causa di venerdì al tribunale di Carrara. Nel frattempo ho venduto la casa di Marina e ho fatto occultare il nuovo indirizzo, perché nonostante la condanna lei non smette di scrivermi. Per cui ora, sono costretto a fare una nuova denuncia per stalking. Putroppo, dovevo subito capire, nove anni fa, che c'era qualcosa di anormale in quel comportamento. D'altronde, all'inizio era un'ascoltatrice, come tante».

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    14 Marzo @ 16.55

    @rebelde - Quante stupidate in un colpo solo ! Per restare alle principali: 1) forse per te 2) se c'è una condanna non è una balla 3) siamo uin gruppo che ha una sua radio, quindi non abbiamo nessun interesse a fare pubblicità ad altre radio 4) vedi 2 5) sms e mail possono già da sole integrare le molestie: si studi giuruisprudenza oppure non parli di cose che non sa 6) se vuole raccontare il suo caso ( ese anche qui verificheremo che non è una balla, proprio come per il dee jay), ben volentieri: scriva a lettere@gazzettadiparma.net . Grazie

    Rispondi

  • rebelde

    14 Marzo @ 16.18

    1) notizia assurda, futile ed inutle 2) plausibile balla tanto per scrivere qualcosa 3) plausibile balla tanto per fare pubblicità a radio malvisi e a portale 4) non esite un plausibile movente, quindi è una balla 5) non esiste nemmeno la molestia visto che si tratta di sms e mail (anche se plurimi) in conclusione, è assurdo che la gazzetta dia spazio ad una notizia di tale inesistente peso cronisitco! Ci sono centiania di casi ben più gravi che la gente comune tutti i giorni costantemente deve subire ma alla fine non si lavora a radio malvisi e non si fa il dj in quella radio! ps: anche io sono perseguitato da anni dalla rai che pretende il pagamento del canone pur non avendo la tv! come la mettiamo? scriviamo il mio caso?

    Rispondi

  • andrea casoli

    14 Marzo @ 12.04

    ahah a parte che concordo pienamente col discorso di vercingetorige...e poi scusate se il ragazzo in questione non dava confidenza fin da subito a una sconosciuta non sarebbe arrivato a questo punto...non è che magari c'è stato qualcosina tra loro...???

    Rispondi

  • Alessandra

    13 Marzo @ 19.48

    La vicenda mi fa ricordare (con alcune varianti) la trama del film "Play Misty for me" del 1971, diretto e interpretato da Clint Eastwood. Anche per il deejay Clint, all'inizio, lei era solo un'ascoltatrice come tante...

    Rispondi

  • Francesco

    13 Marzo @ 17.38

    Adesso, mica per essere cattivo, ma la molestatrice l' ha visto, prima di molestarlo ?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

55 offerte di lavoro

LAVORO

55 nuove offerte

Lealtrenotizie

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

2commenti

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

5commenti

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

SALUTE

Dire addio ai malanni di stagione seguendo semplici suggerimenti

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

9commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

1commento

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

SOCIETA'

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»