Parma

Detenuto si toglie la vita nel magazzino del carcere: è il 12° in Italia da inizio 2011

Detenuto si toglie la vita nel magazzino del carcere: è il 12° in Italia da inizio 2011
Ricevi gratis le news
4

ANSA - Un detenuto albanese di 25 anni si è ucciso venerdì scorso nel carcere di Parma. Il giovane si è impiccato nel magazzino del penitenziario, dove lavorava. La notizia è stata diffusa da Orizzonti, il periodico della casa di reclusione di Padova, e confermata da Gianluca Giliberti, segretario regionale aggiunto della Federazione nazionale sicurezza della Cisl.

«Non mi pare avesse particolari disagi che facessero immaginare un gesto così - ha commentato Giliberti -. Forse aveva problemi familiari». Il sindacalista ha inoltre ricordato che nel penitenziario di Parma il sovraffollamento è comunque sotto controllo, con «due detenuti per cella anziché tre o quattro». Per Orizzonti news, quello di venerdì è il dodicesimo detenuto suicida in Italia dall’inizio dell’anno.

Sempre secondo Orizzonti il giovane si sarebbe impiccato ad uno scaffale, dopo essersi chiuso a chiave nell’Ufficio Casellario, nel quale lavorava come magazziniere. Il ragazzo, ritenuto «un affidabile tanto da assegnarlo ad una mansione che gli consentiva relativa libertà di movimento all’interno del carcere» aveva però saputo da poco, tramite la sorella, delle gravi condizioni di salute del padre, residente in Albania, caduto in coma a seguito di un incidente. «La decisione di farla finita potrebbe essere maturata proprio per il senso di impotenza e la forzata lontananza dal genitore gravemente ammalato».

«Questo non lo sapremo mai - conclude la nota -. Invece come abbia potuto disporre delle chiavi del Casellario è un quesito al quale dovrà dare risposta l’inchiesta avviata dalla magistratura. Per regolamento, infatti, i detenuti non possono entrare in possesso di chiavi, a tutela della sicurezza dell’intera comunità penitenziaria». 

Per il segretario del sindacato Sappe Giovanni Battista Durante, «il suicidio del giovane albanese avvenuto nel carcere di Parma conferma che ormai la situazione è diventata ingestibile e che l'Amministrazione penitenziaria non riesce ad intervenire in nessun modo per scongiurare simili eventi». Al momento, spiega, nel carcere di Parma ci sono tre sezioni detentive chiuse per carenza di personale. «Ci vorrebbero almeno 50 agenti in più per farle funzionare».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • pzs

    17 Marzo @ 17.26

    hold smettila di dire cavolate!!!!!!!! dovresti solo vergognarti!!!!!!!

    Rispondi

  • UIL PA PARMA

    17 Marzo @ 12.45

    per hold...........descrivi così bene l'ambiente carcerario che sembra ci sei stato dentro, o che comunque hai avuto a che fare - ovviamente non in quello di Parma....... non ricercate la colpa del cattivo funzionamento nel personale dell'Amministrazione Penitenziaria ma bensì nelle leggi dello Stato che dicono tutto e il contrario di tutto......i continui tagli alla spesa pubblica e quindi anche all'istituzione carcere, contribuiscono al cattivo funzionamento.........per quanto riguarda la polizia penitenziaria...essa garantisce sicurezza e non sta al servizio dell'utenza detenuta inteso come cameriere....Contribuisce altresì fattivamente alla rieducazione dei detenuti mediante osservazione e quant'altro previsto dalla legge .....infine tutti dovrebbero sapere quante persone detenute quotidianamente vengono salvate in Italia grazie all'attenzione della polizia penitenziaria, pertanto chi non sa - non parli - si astenga Per quanto riguarda il mantenimento in carcere, dubito che il 90% degli indigenti o finti indigenti paghi le spese allo Stato......... invece io sono d'accordo per l'obbligatorietà del rimborso spese - anche mediante lavori socialmente utili, come la pulizia delle strade e quant'altro, come succede in molti paesi europei........Infine Carissimo Hold, perché non propone una Legge affinchè il rapporto detenuto - operatore penitenziario sia 1/1 h24? chiamala pure legge fantascienza .......l'istituzione carcere garantirà un servizio migliore....... cordiali saluti uil parma

    Rispondi

  • mjolnir

    17 Marzo @ 08.07

    Non servono 50 agenti in più. E sufficiente spedire alle rispettive patrie galere i detenuti stranieri in Italia senza nessun titolo. Così sono vicini alle loro famiglie, mangiano i loro piatti preferiti, e scontano a spese del proprio paese la loro detenzione. Salvando così capra, cavoli, barca e barcaiolo.

    Rispondi

  • hold

    16 Marzo @ 19.47

    le carceri sono ormai allo sbando, non esiste nessuna regola i detenuti sono tenuti peggio di tutti gli animali che fanno vedere ogni sera su striscia la notizia, e questo a prescindere dal reato. Non esiste più il rispetto di nessuna normativa edilizia, eppure sono territorio italiano. le celle sono inadeguate , lo sporco regna sovrano, le docce non funzionano, il cibo è immangiabile e comunque viene addebitato al detenuto come se fosse un ristorante, i detenuti per soppravvivere hanno solo una possibilità, quella che i famigliari glli depositino i soldi per fare la spesa e per cucinarsi da soli su un fornelletto da campeggio. nessuna norma viene rispettate in carcere. le celle non rispettano la normativa del dimensionamento minimo, i materassi sono spugne che vengono cambiate forse ogni 2 anni dopo che su di esse ci sono passate decine se non centinaia di persone. l' illuminazione all' interno della cella è scarsa e si perde la vista , per non parlare della possibilità di ricambio d' aria in celle che sono sovraffollate e dove tutti fumeno. e in questo inferno , ma potrei continuare per ore , c'è ancora chi si stupisce che la gente si suicida????????????? vorrei rammentare che fino al processo esiste la presunzione di innocenza per il detenuto, ma quasi tutti pensano che visto che sei in carcere sei un deliquente e quindi devi soffrire. non dice prorio questo la legge , ma questa è un altra storia. si parla solo di aumentare gli agenti ma non si parla mai di quello che fanno tutto il giorno, quando fanno finta di non vedere e di non sentire il disagio dei detenuti, vergogna ............

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

Via Ugolotti: i compleanni del Bang

PGN FESTE

Via Ugolotti: i compleanni del Bang Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

In manette la banda delle spaccate: 2 giovani arrestati dai carabinieri

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

7commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Neve: centinaia di turisti bloccati in Val Senales, situazione critica in Alto Adige

VENEZIA

Conto da 1.100 euro: i turisti giapponesi denunciano alla Finanza

SPORT

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

SOCIETA'

GIOCATTOLI

I mitici mattoncini Lego compiono 60 anni Video

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova