19°

Parma

Provenzano in carcere a Parma

Provenzano in carcere a Parma
Ricevi gratis le news
26

Il capomafia Bernardo Provenzano è stato trasferito dal carcere di Novara e quello di Parma. Il provvedimento, disposto dalla Corte d’appello di Palermo per permettere cure appropriate al boss, è stato comunicato al suo avvocato Rosalba Di Gregorio.

La corte ha così accolto le richieste del pg che si era pronunciato dopo la diagnosi dell’oncologo Oscar Alabiso, primario di Oncologia a Novara, che aveva riscontrato la presenza di un tumore retrovescicale. Nel carcere di Parma il boss sarà seguito dal vicino istituto di cura che potrà monitorare costantemente la sua salute.
 La perizia sulle condizioni di salute del boss era stata chiesta dal legale di Provenzano, Rosalba Di Gregorio, che, come prevede la legge, per ottenere gli accertamenti ha dovuto fare istanza di scarcerazione del padrino di Corleone. L’istanza di scarcerazione è stata, ovviamente, rigettata dalla corte. 

 Prima di Alabiso, il boss era stato visitato anche dagli specialisti Francesco Maria Avato, Giuseppe Miceli e Francesco Montorsi, nominati dalla corte d’appello di Palermo che processava Provenzano per una tentata estorsione.

 Erano stati gli stessi periti a indicare come necessario il pronunciamento di un oncologo. Per ottenere che qualcuno visitasse il suo cliente, il legale ha atteso oltre un anno. La prima richiesta di perizia, infatti, era stata fatta a giugno 2009. Allora il tribunale del processo Gotha delegò al carcere di Novara gli accertamenti. Per fare alcuni esami, come la Tac, Provenzano sarebbe dovuto uscire dal carcere ma il Dap respinse le richieste del tribunale che poi revocò l’istanza. A marzo 2010 il legale ha reiterato la richiesta di perizia alla corte d’appello e poi, da luglio, sono partiti gli accertamenti.

Per quanto riguarda il carcere di Parma, non è certo la prima volta che ospita un "boss" della mafia siciliana. nel 2007 si alternarono Leoluca Bagarella e Nitto Santapaola. In precedenza erano stati "ospiti" di via Burla Giovanni Brusca e il braccio destro di Totò Riina,  Raffaele Ganci.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    19 Marzo @ 16.18

    Tanti parlano senza sapere, preferiscono cavalcare le leggende metropolitane piuttosto che accettare la realtà e la realtà è diversa da quello che si vuol far credere. Si legge di familiari che arriveranno a spese dello stato, si legge di corsie preferenziali per le visite... tutte balle, per fare visite non sempre hanno corsie preferenziali e i tempi sono il più delle volte lunghi perchè se non è un malore c'è un preciso iter per far richiesta di visite. Punto economico, sono balle che arriveranno i parenti e che lo stato paghi tutto. Capitolo tasse? questa persona è un verme e sconta quello che si merita (personalmente gli auguro lunga vita perchè non è poi così piacevole stare in carcere, stanze 3x2 24 ore al giorno, puoi solo guardare dalla finistra, vedi altre persone solo quando ti portano il cibo e nelle 2 ore mensili in cui hai visita parenti) ma lo stato ha anche guadagnato sequestrando tutto quello che ha potuto... altro discorso poi a chi lo stato con le nuove leggi restituisce il sequestrato

    Rispondi

  • Cristian

    19 Marzo @ 14.31

    e io pago!!

    Rispondi

  • franco

    19 Marzo @ 12.48

    Auguro a tutti Coloro che SI professano Favorevoli ALLE CURE ALLA PERSONA DI CUI all^ ARTICOLO , SIA DI Stare sempre Bene IN SALUTE , SIA , Che I LORO Affetti PIU^ CARI , NON ABBIANO MAI , a soffrire SIA Fisico , SIA , PER tutti i mali che la nostra SocietA^ , Purtroppo Dimostra DI Avere . Cio DETTO , Vorrei sapere da LORO cosa Chiederebbero , NELLA disgraziata Ipotesi , SUCCEDESSE UN CASO , TIPO , Quello CHE , CI TORMENTA PENSO TUTTI : YARA ? GRAZIE , FALCO.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    19 Marzo @ 11.45

    @GIOVANNI R. - Rispondo all'ultimo quesito: se per un giornale di Parma non è una notizia il fatto che nel carcere di Parma ci sia uno dei capi riconosciuti di Cosa nostra, allora in 35 anni di giornalismo non ho capito com'è una notizia ! (G.B.)

    Rispondi

  • Antonio E.Poci

    19 Marzo @ 11.18

    Sono d\'accordo con Davide.E poi stiamo parlando di un vecchio malato.Inoltre non credo che gli sia consentito di \"frequentare\" altri detenuti.Il famoso 41 bis,dunque non puo insegnare niente a nessuno.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma - Entella 3 - 1: fai le tue pagelle

10' GIORNATA

Parma-Entella 3-1: fai le tue pagelle

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

5commenti

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

30commenti

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

Foto del lettore Andrea

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

1commento

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

FORMULA 1

Hamilton trionfa: le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen sul podio

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro