Parma

Parma Infanzia si "sdoppia"

Ricevi gratis le news
0

 Laura Ugolotti

La delibera dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici è del 26 gennaio 2011, ma fino ad oggi non se ne era saputo nulla. 
Sono stati i consiglieri del Pd a rintracciare online il documento che mette sotto accusa la delibera del luglio 2009 con cui il Comune ha prorogato la convenzione con ParmaInfanzia dal 2014 al 2042.
Motivo? Realizzazione e gestione di due nuove strutture pubbliche per l’infanzia.
La decisione non era piaciuta al Pd, che un anno fa ha presentato un esposto all’autorità, dando il via all’istruttoria.
All’ente di controllo il Comune ha già presentato le controdeduzioni; non esaurienti, a quanto pare, visto che a febbraio l’autorità ha ribadito le perplessità sul contratto e ora il Comune ha 30 giorni per comunicare le sue intenzioni.
«L’affidamento della gestione di asili nido ulteriori - recita infatti il documento - è in contrasto con le attuali disposizioni normative e con i prevalenti orientamenti della giurisprudenza in materia di affidamenti alle società miste».
La proroga, insomma, «non s’ha da fare»; non senza una nuova gara almeno.
«La collaborazione con il privato è fondamentale - spiegano Giorgio Pagliari e Carla Mantelli -, ma per un privato di qualità serve un pubblico forte, se no si rischia un sempre minor controllo da parte del Comune e il monopolio di un unico fornitore, alla faccia della pluralità della concorrenza e delle dinamiche di mercato».
Il problema per il Pd non sono i fornitori (il riferimento è a Proges, che detiene il 51% di ParmaInfanzia), ma le scelte dell’amministrazione, «sempre al limite delle regole - chiarisce Pagliari - e che spesso, le regole, finiscono con l’oltrepassarle».
«Ci accuseranno come sempre di fare terrorismo psicologico - anticipa Marco Ablondi -, ma si tratta di atti ufficiali e il Comune deve risponderne».
Intanto, nell’ultimo Consiglio comunale è stata anticipata l’intenzione di creare una nuova società che si occupi dei servizi per l’infanzia; una sorta di «ParmaInfanzia2», che sarà discussa in commissione il prossimo 30 marzo.
Il dubbio per Pagliari «è che questa decisione sia in qualche modo legata alla comunicazione dell’autorità, e comunque va contro le ipotesi di razionalizzazione delle partecipate di cui parla l’amministrazione».
La replica
«Avevamo già posto rimedio prima dei rilievi dell’Autorità. Verrà costituita una nuova società pubblico-privata, sull’esperienza di Parma infanzia, perché il Comune di Parma nei servizi educativi intende continuare a creare nuovi posti e garantire qualità». 
Sono le parole dell’assessore comunale ai Servizi educativi, Giovanni Paolo Bernini, che replica all’opposizione e ai rilievi che l’Autorità di vigilanza dei Servizi pubblici hanno mosso al Comune per la realizzazione di due nuovi asili da parte di Parma Infanzia: «La nuova fase che ho individuato insieme al sindaco, alla Giunta e agli uffici - spiega Bernini - è quella di una società che rilanci il rapporto con i privati sull’ottima esperienza di Parma infanzia. Ricordiamoci che con le ristrettezze delle finanze pubbliche è impensabile creare nuovi posti negli asili e nelle scuole materne di qualità senza l’apporto del privato no profit. La delibera di indirizzo è già passata in Giunta e verrà affrontata nella seduta congiunta con le Commissioni competenti».
Quindi Bernini parla dei rilievi dell’Autorità: «In una situazione di cambiamento della normativa probabilmente qualche anno fa è stata fatta una forzatura. Ma io ho incontrato a Roma presidente e vertici dell’Autorità i quali mi hanno chiesto soprattutto quali sono le prospettive future dell’Amministrazione in materia di servizi educativi, avendo riscontrato nel passato vizi ma nessun rilievo penale o contabile». «Per questo non ci saranno conseguenze per il Comune» - assicura l’assessore.
«La reazione dell’Autorità al nostro incontro mi incoraggia ad andare avanti. Ora dovremo mandare a Roma una relazione su questo progetto per avere il via libera formale. Anche perché questa nuova fase non sarà seguita e controllata solo dal Comune, ma voglio che il percorso di formazione di questa nuova società sia seguito pure dall’Autorità stessa».
Quindi Bernini chiarisce un punto della conferenza dell’opposizione: «Il termine di scadenza del contratto di servizio con Parma Infanzia è e rimane invariato al 2014».  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Guerre stellari tra solennità e disco music

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

BASSA

Pedone investito da un'auto a San Secondo: è grave

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

BASSA

Alluvione: anche la Procura di Parma apre un fascicolo Video

Domenica mattina dovrebbe essere riaperto il ponte della piazza di Colorno

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

5commenti

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

1commento

MANTOVA

Bimbi uccisi: indagato anche il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta la squadra

SOCIETA'

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260