Parma

Vignali a Errani: un limite ai negozi etnici

Vignali a Errani: un limite ai negozi etnici
Ricevi gratis le news
12

I negozi etnici? A Parma cominciano a essere tanti, troppi, e il rischio è che snaturino la fisionomia di interi quartieri della città, con i problemi che ne conseguono in termini di integrazione sociale. È ciò che pensa il sindaco Pietro Vignali, che ha preso carta e penna e ha scritto una lettera al presidente della Regione Vasco Errani, chiedendo che ai Comuni venga riconosciuta la facoltà di programmare sul proprio territorio la distribuzione e la tipologia delle nuove attività commerciali. Un potere che oggi i municipi non hanno, ma che secondo il primo cittadino di Parma dovrebbero avere. Come pure - aggiunge - dovrebbero essere riconosciuti incentivi a favore delle attività commerciali tipiche del territorio: e anche su questo punto Vignali chiede un intervento legislativo mirato da parte della Regione.
«Uno dei fenomeni di maggiore attrazione e vivibilità dei centri storici oggi - osserva il sindaco nella lettera indirizzata a Errani - è rappresentata dalle attività commerciali, sia per i propri cittadini che per i turisti che arrivano in realtà come Parma per vivere e apprezzare valori artistici e culturali, ma anche distintivi di un territorio: le produzioni tipiche e in primis l’enogastronomia».
Vignali lancia quindi la propria proposta in materia di normativa regionale: «Si propone alla Giunta regionale - scrive - di adottare una iniziativa legislativa in materia di commercio, mirata a consentire ai Comuni la potestà di adottare piani di programmazione, in particolari zone della città, che definiscano, senza ledere la concorrenza, limiti numerici e vincoli merceologici agli esercizi di vendita al dettaglio, con particolare riferimento a talune attività gastronomiche di tipo non tradizionale, che stravolgono la consuetudine commerciale di prossimità in alcune aree della città». Il riferimento è ovviamente alle kebaberie e agli altri negozi etnici analoghi.
L'orientamento dell'Amministrazione comunale è chiaro: pur essendo segno di una città moderna e multiculturale, quale si considera oggi Parma, «un’eccessiva concentrazione di attività commerciali etniche - si legge in una nota del Comune - rischia di condizionare fortemente l’offerta e di ghettizzare intere strade cittadine, non solo dal punto di vista commerciale, ma anche sociale. Una loro maggiore distribuzione sul territorio e integrazione, laddove sono già presenti, con altre tipologie di attività che rispecchiano pienamente la tipicità del territorio, porterebbe vantaggi sia per la varietà dell’offerta commerciale che per quanto riguarda la composizione sociale dei quartieri e, di conseguenza, l’integrazione nella nostra comunità dei nuovi cittadini».
Tornando all'aspetto normativo sollevato dal sindaco, Vignali nella lettera a Errani scrive che «la normativa di riferimento per l'Emilia Romagna rimane la legge regionale 14 del 2003, parzialmente emendata dalla legge regionale 6 del 21 maggio 2007, recante disposizioni in materia di distribuzione commerciale. Tale quadro normativo - lamenta il sindaco - non consente ai Comuni alcun potere di reale programmazione riguardo alle attività commerciali».
E a questo proposito l'idea del primo cittadino è quella di seguire l'esempio della Regione Lombardia. Un esempio che Vignali definisce «virtuoso». «La stampa nazionale - osserva - ha dato spazio nei giorni appena trascorsi a una proposta di legge che la Regione Lombardia ha avanzato in questa direzione e che potrebbe essere adottata ad esempio, ed eventualmente migliorata. In quella regione vige la legge regionale 12 del 2005, “Legge per il governo del territorio”, che consente ai Comuni lombardi la facoltà di programmare sul proprio territorio la distribuzione e la tipologia delle nuove attività commerciali. Chiedo pertanto - ribadisce il sindaco di Parma rivolto al presidente Errani - che anche la Regione Emilia Romagna possa introdurre questa discrezionalità da parte dei Comuni e che questo provvedimento sia accompagnato da un’incentivazione per l’apertura di locali che rispettino e anzi promuovano la tipicità di un luogo». Proprio l'apertura di nuovi negozi che si caratterizzino per la tipicità delle merci in vendita, secondo Vignali, può rappresentare «un valore aggiunto per il turismo e anche per la città», e, allo stesso tempo, «impedire la concentrazione di negozi “etnici”, che può stravolgere l’identità di alcuni quartieri cittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • patrizia

    21 Marzo @ 06.31

    mi da più fastidio il crescente numero di banche che fioriscono come funghi da un giorno all'altro. anche i centri commerciali crescono a dismisura.se ci sono molti negozi etnici è perchè a Parma ci sono molte comunità straniere.personalmente non m danno fastidio i negozi etnici, anche perchè non ho l'obbligo di frequentarli.se non mi piacciono non ci vado.

    Rispondi

  • ste

    21 Marzo @ 02.56

    mah..esiste una regola che è la domanda e l'offerta poi ci sono le stratosferiche tasse comunali, poi c'è il fatto che le autorizzazioni commerciali sono libere (legge bolkestein e l'ultima legge del suo capo Silvio..) poi c'è il fatto che fra pochi giorni apre il primo di altri 10 centri commerciali autorizzati proprio dal sindaco..poi...ce la prendiamo anche con gli stranieri che lavorano e si comportano bene con la loro piccola attività autonoma? ma dailà ma co dit?

    Rispondi

  • massimo

    21 Marzo @ 00.50

    Dissento spesso con le idee di Vignali ma questa mi sembra una idea buona. Sono di sinistra anche se non rispetto tutti i cliche...della sinistra per fare il figo come molti..almeno..penso con la mia testa a differenza di molti

    Rispondi

  • Luca Ronzoni

    20 Marzo @ 21.52

    ci risiamo.prima i limiti sulla vendita di alcolici alle kebaberie (ma non ai bar "nostrani" di via farini), ora cerca di moderare l'apertura di negozi "etnici"....a me tutti questi provvedimenti puzzano di razzismo...neanche in una giunta 100% Lega Nord verrebbero prese certe decisioni

    Rispondi

  • mauro

    20 Marzo @ 21.51

    hanno ragione:basta pullover etnici con lana di pecora sarda; basta piadine con prosciutto crudo di gosino padano

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

Orietta Berti in una foto d'archivio

Par condicio

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Intervista

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era

PGN

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani lo speciale "Amico dentista"

INSERTO

In edicola lo speciale "Amico dentista"

Lealtrenotizie

Grazie la collaborazione di un commerciante straniero denunciato ladro d’auto italiano

san leonardo

Commerciante straniero permette di fermare il ladro d’auto italiano

2commenti

OSPEDALE

Day hospital oncologico al Cattani: lavori verso la conclusione. Ecco come sarà: foto

Intervento da 1,3 milioni di euro. Parcheggi riservati ai pazienti in cura

FATTO DEL GIORNO

Giovanni Reverberi, parmigiano prigioniero a Dachau: la sua storia in un libro toccante Video

La nipote di Reverberi, Natalia Conti, è fra coloro che tengono viva la memoria di quanto accadde in quegli anni

VOLANTI

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

14commenti

Palacassa

Concorso per un posto da infermiere: 3mila al Palacassa, candidati anche da Agrigento Foto

L'obiettivo di molti partecipanti è entrare in graduatoria, sperando in una chiamata entro i prossimi tre anni

7commenti

TG PARMA

Le elezioni 2018 costeranno 584mila euro al Comune di Parma Video

Allarme

Ore 7: attimi di paura in via Emilia Est

6commenti

PARMA

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

1commento

modena

'Ndrangheta: fermato il presunto nuovo reggente della cosca emiliana

Carmine Sarcone, provvedimento della Dda e dei Carabinieri

SALUTE

In calo l'incidenza dei tumori a Parma, Piacenza, Reggio e Modena

Presentati i dati dell'Area Vasta Emilia Nord

economia

Rapporto Ismea, Parma nettamente in vetta per l'agroalimentare

DILETTANTI

Clamoroso a Felino: si dimette Pioli

GAZZAREPORTER

Un lettore: "Via Bassano del Grappa buia da più di una settimana" Foto

1commento

Lutto

Millo Caffagnini, una vita intensa con Bardi nel cuore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

salso

Addio alla maestra Angela Bonassera, in cattedra per 35 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'indispensabile ruolo di Silvio l'ineleggibile

di Vittorio Testa

1commento

L'ESPERTO

Un immobile in successione? Si può vendere. Ecco come

ITALIA/MONDO

Salute

Le sigarette elettroniche pericolose per gli adolescenti

ALTO ADIGE

Slavine in Vallelunga: travolta una casa, evacuato anche un albergo Foto

SPORT

Tuffi

Tania Cagnotto è diventata mamma

Tg Parma

Di Cesare: "Con il Novara sarà dura, vengono da una vittoria" Video

2commenti

SOCIETA'

GUSTO

Carbonara: ecco la vera ricetta romana  Video

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

2commenti

MOTORI

novita'

Honda Civic, finalmente il diesel. Il 1.6 spiegato in tre mosse

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video