Parma

Monumento a Corridoni: "Restauro in ritardo"

Monumento a Corridoni: "Restauro in ritardo"
Ricevi gratis le news
0

Il restauro, come si legge da un cartello affisso a fianco del monumento, dovevano concludersi il 7 agosto. Invece, i lavori sulla scultura dedicata a Filippo Corridoni posta fra via D'Azeglio e via Bixio, sembrano essere ancora fermi.

LA DENUNCIA - La segnalazione polemica arriva dal circolo culturale "Filippo Corridoni" che ha sede in borgo Santa Chiara. "E’ passato più di un mese da quella data - scrive in un comunicato stampa -, ma il monumento è perennemente circondato da bardature varie, senza che si percepisca alcun avanzamento dei lavori e tanto meno alcuna conclusione". E allega una foto, che pubblichiamo. Al circolo, in particolare, preme che il restauro, iniziato il 26 marzo scorso, sia ultimato in previsione del 90esimo della Vittoria e delle cerimonie in onore dei combattenti della Prima guerra mondiale, quando in città sarà organizzato un convegno dal titolo  “Soldati di Parma nella Grande Guerra" (l'incontro è previsto l'8 novembre).

IL MONUMENTO - La scultura è stata progettata dall'architetto Mario Monguidi e realizzata da Alessandro Marzaroli. Inaugurata nel 1927, è alta oltre quattro metri e poggia su una lapide rettangolare scolpita sui quattro lati con altorilievi simboleggianti la Fede, la Povertà, l'Amore e l'Ardore rivoluzionario. Questa stele a sua volta poggia su un basamento di forma quadrata scolpito con quattro aquile, quattro teste e quattro frasi del Corridoni. L'iscrizione della lapide è di Ildebrando Cocconi.

IL PERSONAGGIO-  Filippo Corridoni (Pausula, 19 agosto 1887 – San Martino del Carso, 23 ottobre 1915) è stato un sindacalista, militare e intellettuale italiano. Le sue prime lotte iniziano nel 1905 a Milano, dove lavora come disegnatore tecnico alla "Miani e Silvestri".  Divenne segratario della sezione giovanile del Partito socialista di Porta Venezia e fondò con Maria Rygier, giovane anarchica, il giornale "Rompete le Righe". Finì anche in carcere. A Parma fu presente nel 1908 per gli scioperi dei braccianti, sotto il nome di Leo Celvisio, a ricordo della rocca di San Leo, fortezza papalina dove venivano rinchiusi soprattutto i detenuti politici 

LA REPLICA DEL COMUNE

 In relazione al monumento dedicato a Corridoni e al cantiere per la ristrutturazione, il Comune di Parma fa sapere come i lavori di restauro previsti in un primo momento, cioè pulizia e risistemazione delle parti corrose, siano stati in realtà superati dall’esigenza di intervenire più drasticamente nel monumento, soprattutto nella parte metallica che sorregge la statua. Infatti la struttura, una volta aperta, ha evidenziato uno stato di degrado della parte interna, che necessita di una importante ristrutturazione.
A quel punto si sono fermati i lavori e, contemporaneamente, è partita la richiesta ad Enea di una verifica strutturale. Verifica già arrivata e che ha confermato la necessità di un intervento e di una ristrutturazione della parte metallica. Il progetto è già stato realizzato, ora il Comune sta cercando un cofinanziamento da parte di uno sponsor privato, vista l’importanza della spesa e dei lavori che possono essere eseguiti da una sola ditta in Italia.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

PIENA

Enza in piena: evacuazioni in corso a Casaltone e Lentigione Foto

emergenza

La Parma esonda a Colorno: acqua nel cortile della Reggia. Evacuata la piazza Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

emergenza

Lentigione finisce sott'acqua: evacuazioni in corso Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

IL CASO

Collecchio dichiara guerra al gioco d'azzardo

LUTTO

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

SEMBRA IERI

Una "pennellata" di teatro con Maurizio Schiaretti (1993)

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

VAPRIO D'ADDA

Sparò e uccise il ladro: "Legittima difesa". Caso archiviato

COREA DEL NORD

Pyongyang prepara la guerra batteriologica?

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS