Parma

Comune, Iacovini resta fino a settembre

Comune, Iacovini resta fino a settembre
Ricevi gratis le news
1

Carlo Iacovini manterrà il proprio incarico di direttore marketing del Comune di Parma. Non più con un contratto a tempo indeterminato ma con un contratto a termine (fino a fine settembre), e non più a tempo pieno ma con un part-time. A stabilirlo - dopo aver avuto la disponibilità di Iacovini in questo senso - è una delibera di giunta approvata ieri mattina. In questo modo vengono di fatto posticipate le dimissioni che il dirigente - già capo dello staff del sindaco fino al 2008 e prima ancora direttore di Infomobility - aveva rassegnato nel gennaio scorso. Alla base della scelta del Comune di chiedere a Iacovini di rimanere ancora alcuni mesi al proprio posto c'è la necessità che vengano portati a termine diversi progetti ai quali il dirigente stava lavorando da tempo e ritenuti strategici dal Comune; ma anche la difficoltà di procedere, in questa fase, a rimpiazzare il direttore marketing dimissionario, anche per motivi di natura amministrativa e per i tempi lunghi che l'indizione di un bando richiederebbe.
La delibera di giunta con cui si prolunga l'incarico di Iacovini è però stata approvata non senza qualche malumore da parte di alcuni assessori. Tanto che la seduta di  giovedì, in cui si sarebbe dovuta votare la delibera, è stata sospesa in quanto alcuni assessori hanno chiesto che il sindaco (in quel momento assente) fornisse chiarimenti. Chiarimenti giunti nel corso della seduta di ieri mattina, in cui la delibera è stata alla fine approvata. A quanto pare, i distinguo non erano dovuti al merito della questione (ovvero la scelta di prorogare l'incarico di Iacovini e le motivazioni per cui ciò si è reso necessario), quanto piuttosto al metodo scelto. In particolare, qualcuno avrebbe lamentato la carenza di confronto per arrivare a questa decisione. Così come malumori non erano mancati all'epoca delle dimissioni di Iacovini, in gennaio, quando la notizia che il dirigente aveva deciso di lasciare era arrivata prima alla stampa che in giunta.
Due mesi fa le dimissioni del dirigente erano state motivate con la necessità di tornare a lavorare a tempo pieno nel settore della mobilità sostenibile - da cui Iacovini proveniva - e in particolare al progetto Zec (Zero emission city) relativo alle auto elettriche. Una separazione «consensuale», dunque, maturata di comune accordo fra il dirigente e l'Amministrazione. In realtà Iacovini in questi due mesi ha continuato a svolgere il proprio incarico, visto che il suo contratto prevedeva due mesi di preavviso prima di lasciare il posto in caso di dimissioni. Qualche giorno fa è arrivata la richiesta scritta del sindaco di rimanere ancora per alcuni mesi. «Vignali - spiega lo stesso Iacovini - mi ha chiesto se fossi disponibile a portare a termine alcuni progetti avviati, strategici per l'Amministrazione, come il progetto Green city, il progetto “Parma, un modo di vivere” e lo stesso progetto Zec, che altrimenti avrebbero rischiato di rimanere incompiuti. A fronte di questa richiesta, siccome ci eravamo lasciati non in modo conflittuale ma all'insegna della collaborazione, in una logica di spirito di servizio ho dato la mia disponibilità per un incarico part-time». Quindi niente revoca delle dimissioni, o, meglio, niente revoca definitiva, ma soltanto temporanea: le dimissioni vengono infatti posticipate a fine settembre, grazie alla trasformazione del contratto in part-time (18 ore settimanali ripartire su tre giorni). Un passaggio che, come viene evidenziato nella stessa delibera di giunta, «permette una diminuzione di spesa per l'Amministrazione, in quanto il compenso pattuito sarà proporzionalmente rapportato alla trasformazione, e precisamente ridotto del 50%».
«Da parte mia - ribadisce Iacovini - non c'è alcun ripensamento, solo che la situazione richiede ancora un po' di tempo per concludere ciò che è stato iniziato. E a fronte di una richiesta del sindaco in questo senso, io ho dato la mia disponibilità». Quanto ai malumori manifestati da qualcuno in giunta, taglia corto: «I miei referenti sono il sindaco e il direttore generale, non è mio compito interagire con la giunta».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • NA

    24 Giugno @ 11.03

    aveva già nasato lo straccio...........

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

allarme maltempo

L'Enza e il Taro fanno paura: vertice notturno. Sorbolo, ponte chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

5commenti

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

MALTEMPO

Ghiaccio (le foto) e black-out, Lucchi: "Berceto in ginocchio" Video: il Baganza fa paura

anteprima Gazzetta

Un altro grave incidente sulla Massese

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

Ladri, rifiuti, droga: non c'è pace. Ma qualcuno "resiste". Parlano i commercianti

4commenti

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

28commenti

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

3commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

3commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

COREA DEL NORD

Pyongyang prepara la guerra batteriologica?

manhattan

Esplosione a New York: "Bombardano il mio Paese (Bangladesh) volevo vendetta" Mappa - Foto - Il momento dell'esplosione

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS