11°

17°

Parma

Comune, Iacovini resta fino a settembre

Comune, Iacovini resta fino a settembre
Ricevi gratis le news
1

Carlo Iacovini manterrà il proprio incarico di direttore marketing del Comune di Parma. Non più con un contratto a tempo indeterminato ma con un contratto a termine (fino a fine settembre), e non più a tempo pieno ma con un part-time. A stabilirlo - dopo aver avuto la disponibilità di Iacovini in questo senso - è una delibera di giunta approvata ieri mattina. In questo modo vengono di fatto posticipate le dimissioni che il dirigente - già capo dello staff del sindaco fino al 2008 e prima ancora direttore di Infomobility - aveva rassegnato nel gennaio scorso. Alla base della scelta del Comune di chiedere a Iacovini di rimanere ancora alcuni mesi al proprio posto c'è la necessità che vengano portati a termine diversi progetti ai quali il dirigente stava lavorando da tempo e ritenuti strategici dal Comune; ma anche la difficoltà di procedere, in questa fase, a rimpiazzare il direttore marketing dimissionario, anche per motivi di natura amministrativa e per i tempi lunghi che l'indizione di un bando richiederebbe.
La delibera di giunta con cui si prolunga l'incarico di Iacovini è però stata approvata non senza qualche malumore da parte di alcuni assessori. Tanto che la seduta di  giovedì, in cui si sarebbe dovuta votare la delibera, è stata sospesa in quanto alcuni assessori hanno chiesto che il sindaco (in quel momento assente) fornisse chiarimenti. Chiarimenti giunti nel corso della seduta di ieri mattina, in cui la delibera è stata alla fine approvata. A quanto pare, i distinguo non erano dovuti al merito della questione (ovvero la scelta di prorogare l'incarico di Iacovini e le motivazioni per cui ciò si è reso necessario), quanto piuttosto al metodo scelto. In particolare, qualcuno avrebbe lamentato la carenza di confronto per arrivare a questa decisione. Così come malumori non erano mancati all'epoca delle dimissioni di Iacovini, in gennaio, quando la notizia che il dirigente aveva deciso di lasciare era arrivata prima alla stampa che in giunta.
Due mesi fa le dimissioni del dirigente erano state motivate con la necessità di tornare a lavorare a tempo pieno nel settore della mobilità sostenibile - da cui Iacovini proveniva - e in particolare al progetto Zec (Zero emission city) relativo alle auto elettriche. Una separazione «consensuale», dunque, maturata di comune accordo fra il dirigente e l'Amministrazione. In realtà Iacovini in questi due mesi ha continuato a svolgere il proprio incarico, visto che il suo contratto prevedeva due mesi di preavviso prima di lasciare il posto in caso di dimissioni. Qualche giorno fa è arrivata la richiesta scritta del sindaco di rimanere ancora per alcuni mesi. «Vignali - spiega lo stesso Iacovini - mi ha chiesto se fossi disponibile a portare a termine alcuni progetti avviati, strategici per l'Amministrazione, come il progetto Green city, il progetto “Parma, un modo di vivere” e lo stesso progetto Zec, che altrimenti avrebbero rischiato di rimanere incompiuti. A fronte di questa richiesta, siccome ci eravamo lasciati non in modo conflittuale ma all'insegna della collaborazione, in una logica di spirito di servizio ho dato la mia disponibilità per un incarico part-time». Quindi niente revoca delle dimissioni, o, meglio, niente revoca definitiva, ma soltanto temporanea: le dimissioni vengono infatti posticipate a fine settembre, grazie alla trasformazione del contratto in part-time (18 ore settimanali ripartire su tre giorni). Un passaggio che, come viene evidenziato nella stessa delibera di giunta, «permette una diminuzione di spesa per l'Amministrazione, in quanto il compenso pattuito sarà proporzionalmente rapportato alla trasformazione, e precisamente ridotto del 50%».
«Da parte mia - ribadisce Iacovini - non c'è alcun ripensamento, solo che la situazione richiede ancora un po' di tempo per concludere ciò che è stato iniziato. E a fronte di una richiesta del sindaco in questo senso, io ho dato la mia disponibilità». Quanto ai malumori manifestati da qualcuno in giunta, taglia corto: «I miei referenti sono il sindaco e il direttore generale, non è mio compito interagire con la giunta».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • NA

    24 Giugno @ 11.03

    aveva già nasato lo straccio...........

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va