19°

Parma

Precipita in palestra: ferito un 29enne

Ricevi gratis le news
40

Incidente ieri sera nella palestra di San Pancrazio "Pareti sport center".  Come riporta un' "ultima ora" della Gazzetta di Parma in edicola, un ra­gazzo di 29 anni si stava alle­nando negli spazi di via Magani, quando improvvisamente è sci­volato ed è precipitato da un'al­tezza di circa dieci metri. Imme­diatamente sono stati chiamati i soccorsi e il ragazzo è stato tra­sportato con urgenza al Pronto soccorso.
Le sue condizioni, inizialmente apparse preoccupanti, non sono gravi e il 29enne non risulta essere in pericolo di vita.

Nel pomeriggio l'avvocato Collura ha inviato una richiesta di rettifica all'articolo pubblicato dal nostro quotidiano e ripreso in parte sul sito. Dice il legale:

Si legge testualmente a pagina 15 seconda colonna prima riga: "improvvisamente è scivolato ed è precipitato da una altezza di dieci metri".
In realtà il socio, tesserato dal 2010 alla federazione nazionale arrampicata sportiva Fasi, affiliata al Coni, è caduto da sei e non da dieci metri come erroneamente riportato anche nel titolo dell'articolo, senza precipitare all'improvviso, come scritto anche nel sommario del pezzo in questione, ma in seguito alla presa di coscienza dell'errore commesso. Il ragazzo è salito sulla parete artificiale senza agganciarsi al cavo metallico di sicurezza, denominato toppas, rimasto agganciato peraltro dove lui stesso l'aveva assicurato dopo averlo utilizzato quella stessa sera altre tre volte per compiere altrettante ascese sulla medesima parete. L'intervento dei tre istruttori presenti in sala non appena il ragazzo ha chiesto aiuto è stato immediato e tempestivo. È caduto battendo le gambe e un fianco e riportato la frattura di un femore, di una caviglia e di un polso. È stato assistito da un medico presente in sala dai primi istanti, in attesa dell'arrivo di un'ambulanza. Al momento dell'incidente, avvenuto alle 21.40, all'interno della sala di arrampicata del Pareti Sport Center di via Magani erano presenti oltre ai tre istruttori anche circa 50 altri tesserati Fasi, tutti abituali frequentatori della palestra e come il ragazzo arrampicatori esperti. Al momento del soccorso si è appurato anche che il ragazzo oltre a non essersi assicurato prima della salita indossava delle cuffie auricolari per ascoltare la musica, contravvenendo ad una norma di sicurezza prevista dal regolamento della palestra, regolamento che è stato consegnato a lui come a tutti i tesserati.
Il tesserato conosceva il corretto utilizzo di tutto il materiale e aveva accesso alla struttura perché, come previsto dal regolamento, aveva seguito tutti i corsi previsti, nonché visionato il regolamento che disciplina l'accesso alla palestra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vince

    04 Maggio @ 10.10

    Dove si può trovare una regolamentazione scritta ? Ho fatto una ricerca ma nn ho trovato niente di chiaro. Ad esempio: può una palestra Fasi usufruire di un responsabile\istruttore senza un'abilitazione?

    Rispondi

  • francy

    06 Aprile @ 09.31

    sono pienamente d'accordo con stefano... ci sono moltissime palestre in cui si pratica questo sport in italia, ma gli incidenti come mai succedono tutti lì? e poi come potete paragonare la guida di una macchina con l'arrampicata??? e se fosse vero che il ragazzo è un irresponsabile come mai gli stavano permettendo l'arrampicata per la quinta volta? tesserato coni o meno poteva certamente essere allontanato no? quando si frequenta una palestra si firma sempre un regolamento, ma ciò non toglie che ci debbano essere in loco degli istruttori che hanno il DOVERE di vigilare sull'incolumità dei frequentatori (a tutti i livelli, non solo per gli sport estremi), e che il numero degli istruttori debba essere adeguato al numero degli atleti. Francy

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    04 Aprile @ 10.00

    Come sempre abbiamo aperto anche per questo articolo lo spazio commenti. Dubbi e domande sono legittime: però attenzione prima di attribuire responsabilità da una parte o dall'altra. Questo va lasciato ai giudici: l'argomento è troppo serio per diventare oggetto di un sondaggio popolare. Fate pure le vostre valutazioni, ma non dimenticate quiesto aspetto. Grazie (G.B.)

    Rispondi

  • Stefano

    04 Aprile @ 09.49

    O tutti gli arrampicatori sfortunati frequentano quella palestra oppure qualcosa nei controlli di sicurezza in quella palestra non funziona, per l'anestesista morto un pò di anni fa e il ragazzo 29enne sono evidentemente mancate le minime precauzioni necessarie che la palestra deve prendere come i materassini o impedire di usare le pareti se non è tutto in regola, non basta consegnare un regolamento e dire arrangiatevi, deve essere fatto tutto quello che è necessario a prevenire qualunque errore! Non scherziamo, anche l'arrampicatore più esperto può sbagliare ma se si affida ad un istruttore è lui che deve aiutarlo, controllarlo, insegnargli e trasmettergli le regole.

    Rispondi

    • Eleonora

      06 Aprile @ 10.40

      Come mai nessuno ha controllato che non si era agganciato bene e che indossava delle cuffie con la musica???????? è gravissimo che per uno sport così pericoloso non ci siano controlli in quella palestra dove già quattro anni fa ha perso la vita una persona!

      Rispondi

  • Francesca

    04 Aprile @ 09.40

    Qualunque possa essere stata la distrazione o la disattenzione del ragazzo, dove erano i materassini? E gli istruttori che stavano facendo? I casi sono due o non prestavano la dovuta attenzione che ogni arrampicatore merita oppure il numero degli istruttori non bastava rispetto al numero di atleti. Entrambi i motivi sono gravi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma - Entella 3 - 1: fai le tue pagelle

10' GIORNATA

Parma-Entella 3-1: fai le tue pagelle

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

5commenti

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

30commenti

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

Foto del lettore Andrea

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

1commento

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

FORMULA 1

Hamilton trionfa: le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen sul podio

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro