Parma

E i ladri rimangono a piedi

E i ladri rimangono a piedi
Ricevi gratis le news
1

Più che furti, mettevano a segno veri e propri traslochi. I ladri d’acciaio agivano armati di furgone e pedana per trasportare più agilmente barili zeppi di trucioli in bronzo e il prezioso metallo inossidabile. Ma nel bel mezzo di una delle scorribande fra i magazzini di quartiere Spip sono rimasti a piedi. Benché i malviventi, dopo peripezie quasi fantozziane, siano riusciti a fuggire, i carabinieri hanno trovato un furgone zeppo di rotoli in acciaio inox per un valore che si aggira tra i 25 e i 30 mila euro.
Gran parte della refurtiva, che pesa complessivamente 40 quintali circa, proviene dalla torneria meccanica «Cosmi» di via Nobel, ma vi sono anche diversi pezzi di proprietà di altre imprese. «Galeotto» è stato il quattro ruote, rigorosamente rubato, rimasto in panne subito dopo il blitz messo a segno nei magazzini della torneria meccanica depredata la notte scorsa. Un colpo che, se andato a buon fine, sarebbe costato caro ai fratelli Giuseppe ed Eros Cosmi, titolari dell’impresa, che hanno trovato il loro magazzino svuotato per la quarta volta. Sono stati loro a dare l’allarme alle forze dell’ordine. I malviventi hanno utilizzato lo stesso modus operandi impiegato nei blitz precedenti. Per penetrare all’interno della torneria, si sono infatti intrufolati nel cortile adiacente all’azienda che ospita un altro magazzino industriale. Hanno quindi smontato parte della cancellate che separa le due imprese poi, con l’aiuto della pedana, hanno fatto scivolare i barili sul furgone. Come da copione si sono dati alla fuga in tutta fretta ma a circa 600 metri di distanza dalla «Cosmi» qualcosa è andato storto. Il furgone è rimasto in panne in via Natta e la banda, costituita da almeno tre individui, ha tentato di rubare un altro furgone ritrovato nei pressi di uno dei capannoni industriali.
Peccato che qualcuno si sia accorto dell’accaduto e abbia immediatamente dato l’allarme. I ladri, presi in contropiede, sono riusciti a fuggire a bordo di una terza auto, anch’essa risultata rubata, ma almeno hanno dovuto rinunciare al malloppo abbandonato nel primo furgone. Giuseppe Cosmi si è detto particolarmente soddisfatto per l’intervento dei carabinieri ma non nasconde un pizzico d’amarezza: «Il quartiere Spip è finito nel mirino dei malviventi già da molto tempo». «Non sappiamo più cosa inventarci - si sfoga l’uomo - siamo abbandonati a noi stessi. A poco è valsa l’installazione delle telecamere di videosorveglianza e, tantomeno, la presenza della vigilanza privata che effettua servizi di controllo ogni sera». «Inoltre chi si accanisce sa il fatto suo - continua Cosmi - e non è escluso che agisca per conto di qualcuno. Negli ultimi anni, il valore dell'acciaio è salito notevolmente e questo ha incrementato la diffusione di fenomeni simili, per questo credo sia necessario mantenere alta l’allerta». c.p.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Marco F.

    25 Luglio @ 19.21

    Vi è andata bene!. Molto probabilmente il Furgone rubato dai Ladri, fortunatamente non aveva il Motore Red Bull Renault. Un saluto!.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS