-2°

Parma

E i ladri rimangono a piedi

E i ladri rimangono a piedi
Ricevi gratis le news
1

Più che furti, mettevano a segno veri e propri traslochi. I ladri d’acciaio agivano armati di furgone e pedana per trasportare più agilmente barili zeppi di trucioli in bronzo e il prezioso metallo inossidabile. Ma nel bel mezzo di una delle scorribande fra i magazzini di quartiere Spip sono rimasti a piedi. Benché i malviventi, dopo peripezie quasi fantozziane, siano riusciti a fuggire, i carabinieri hanno trovato un furgone zeppo di rotoli in acciaio inox per un valore che si aggira tra i 25 e i 30 mila euro.
Gran parte della refurtiva, che pesa complessivamente 40 quintali circa, proviene dalla torneria meccanica «Cosmi» di via Nobel, ma vi sono anche diversi pezzi di proprietà di altre imprese. «Galeotto» è stato il quattro ruote, rigorosamente rubato, rimasto in panne subito dopo il blitz messo a segno nei magazzini della torneria meccanica depredata la notte scorsa. Un colpo che, se andato a buon fine, sarebbe costato caro ai fratelli Giuseppe ed Eros Cosmi, titolari dell’impresa, che hanno trovato il loro magazzino svuotato per la quarta volta. Sono stati loro a dare l’allarme alle forze dell’ordine. I malviventi hanno utilizzato lo stesso modus operandi impiegato nei blitz precedenti. Per penetrare all’interno della torneria, si sono infatti intrufolati nel cortile adiacente all’azienda che ospita un altro magazzino industriale. Hanno quindi smontato parte della cancellate che separa le due imprese poi, con l’aiuto della pedana, hanno fatto scivolare i barili sul furgone. Come da copione si sono dati alla fuga in tutta fretta ma a circa 600 metri di distanza dalla «Cosmi» qualcosa è andato storto. Il furgone è rimasto in panne in via Natta e la banda, costituita da almeno tre individui, ha tentato di rubare un altro furgone ritrovato nei pressi di uno dei capannoni industriali.
Peccato che qualcuno si sia accorto dell’accaduto e abbia immediatamente dato l’allarme. I ladri, presi in contropiede, sono riusciti a fuggire a bordo di una terza auto, anch’essa risultata rubata, ma almeno hanno dovuto rinunciare al malloppo abbandonato nel primo furgone. Giuseppe Cosmi si è detto particolarmente soddisfatto per l’intervento dei carabinieri ma non nasconde un pizzico d’amarezza: «Il quartiere Spip è finito nel mirino dei malviventi già da molto tempo». «Non sappiamo più cosa inventarci - si sfoga l’uomo - siamo abbandonati a noi stessi. A poco è valsa l’installazione delle telecamere di videosorveglianza e, tantomeno, la presenza della vigilanza privata che effettua servizi di controllo ogni sera». «Inoltre chi si accanisce sa il fatto suo - continua Cosmi - e non è escluso che agisca per conto di qualcuno. Negli ultimi anni, il valore dell'acciaio è salito notevolmente e questo ha incrementato la diffusione di fenomeni simili, per questo credo sia necessario mantenere alta l’allerta». c.p.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Marco F.

    25 Luglio @ 19.21

    Vi è andata bene!. Molto probabilmente il Furgone rubato dai Ladri, fortunatamente non aveva il Motore Red Bull Renault. Un saluto!.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

1commento

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

TV PARMA

Parma calcio, stasera a Bar Sport parla la società: in studio Malmesi

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

1commento

Iren

Parma-Venezia al Tardini, esposizione contenitori rifiuti sabato entro le 9: le vie coinvolte

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

1commento

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa