10°

20°

Parma

Rissa e pugni in via D'Azeglio: già liberi i tre nordafricani

Ricevi gratis le news
1

Rissa, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni: tre poliziotti erano finiti al pronto soccorso, ognuno con una prognosi di tre giorni. E per uno degli imputati (che aveva  inveito con frasi del tipo «polizia e Italia, razzisti di m....») anche l'accusa di vilipendio della Repubblica, delle istituzioni costituzionali e delle Forze Armate.
 L'ordinaria follia alcolica,   andata in scena verso la mezzanotte tra lunedì e martedì tra via D'Azeglio e borgo Bernabei, protagonisti tre tunisini - un 34enne, un 28enne e un 21enne finiti in manette - ha «partorito»  tre patteggiamenti di un anno e mezzo ciascuno. 
Tutti  hanno ottenuto la sospensione condizionale della pena:  scarcerati, sono già liberi. Al 113 erano arrivate telefonate di passanti e abitanti costretti ad assistere a una  rissa  in via D'Azeglio, non lontano dal bar Tapas. L'arrivo di una prima pattuglia delle Volanti in via D'Azeglio aveva provocato il  fuggi-fuggi. Tutti scappati, eccetto i tre poi finiti in manette. Il più giovane, a torso nudo s'era scagliato contro i poliziotti  e con la «pantera» della pattuglia: un paio di colpi ben assestati, e il fanale posteriore destro della «pantera» era andato in frantumi.
Stando alla ricostruzione dell'episodio,  solo con le manette ai polsi si sarebbe dato una calmata. Il secondo tunisino, ventinove anni, era accusato di aver colpito a pugni il parabrezza di un'auto della polizia, prima di sferrarne altri  a un agente. Ne era seguita una colluttazione. Il ventinovenne, a causa delle urla e delle frasi con cui ha inveito contro il nostro Paese e le forze dell'ordine,   è stato l'unico a cui è stato contestato il reato di vilipendio.  Il terzo tunisino, invece, un 34enne regolare in Italia, a un certo punto aveva cercato di scappare fuggendo da via D'Azeglio. Una corsa a perdifiato finita in borgo Bernabei, dove uno dei poliziotti era riuscito a raggiungerlo e a bloccarlo.
 I nordafricani erano stati accompagnati in questura per l'identificazione. I tre erano sono stati arrestati per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, rissa e danneggiamento aggravato. Due erano  stati denunciati per ubriachezza abituale. Ieri il processo per direttissima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Fernando

    31 Marzo @ 16.38

    purtroppo questo è quello che ci meritiamo noi italiani brava gente, risepettosi delle istituzioni e della legge, certe cose sono anche il "frutto" di chi fino ad ora ha governato questa bellissima italia, mi riferisco a tutti quelli che si sono succeduti, di qualsiasi colore. Aggiungo che l'italia è il paese più bello al mondo e noi italiani non lo meritiamo affatto. Spero tanto che qualcuno, non cotardo come me, faccia la voce alta e butti giù tutti i politicanti (no politici) che ci sono in parlamento e che si possa rifare tutto nuovo, altrimenti ci facciamo governare dagli svizzeri o dagli austriaci.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'agenda del weekend di Parma e provincia, e non solo

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spigaroli Murgia a Radio Parma

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Lealtrenotizie

Minacce aggravate

Foto d'archivio da Google Street View

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

7commenti

SERIE B

Il Parma cerca i tre punti al Tardini con l'Entella Diretta dalle 15

PARMA

Fugge e abbandona la borsa con la droga: sequestrati 3 etti di marijuana

Valore sul mercato dello spaccio: circa 3mila euro

PARMA

Ruba 3mila euro: donna delle pulizie incastrata dalle telecamere Video

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

CARABINIERI

Scippa una giovane a Reggio: denunciato 16enne di Parma

Il ragazzino è accusato di furto con destrezza

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

SERIE B

Parma, batti un colpo

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

6commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

PEDRIGNANO

Pitbull assale la padrona e un suo amico

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

GERMANIA

Uomo attacca con un coltello a Monaco: 4 feriti. "Non è terrorismo"

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

SPORT

Moto

Rossi: "Spero in una gara asciutta"

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: