-3°

Parma

Gestione dei rifiuti: Allegri e De Angelis chiedono che decada il contratto con Iren

Ricevi gratis le news
6

Nuova tappa della battaglia degli avvocati Arrigo Allegri e Pietro De Angelis per ottenere che tutto il servizio rifiuti di Parma venga messo a gara, contestando l’affidamento diretto a Iren anche della realizzazione dell’inceneritore, che - sostengono - mai è stata corredata da studio di fattibilità e con un conto economico sempre definito approssimativo.

Dopo aver ottenuto nei mesi scorsi una procedura d’infrazione dalla Commissione europea nei confronti di Iren e aver presentato esposti alla Procura di Parma e alla sezione regionale della Corte dei Conti, questa volta la loro accusa punta il dito sui contratti tra Enia-Iren e la pubblica amministrazione: pochi giorni fa si sono infatti rivolti all’Autorità nazionale di vigilanza sui contratti pubblici per lavori, servizi e forniture, chiedendo la decadenza del contratto di gestione rifiuti, che «secondo noi - precisa l'avvocato Allegri - sarebbe dovuto scadere a fine 2010».

Non è in regola, secondo i due avvocati, tutta la partita di contratti per la gestione dei rifiuti che si sono susseguiti nella trasformazione societaria fino alla multiutility Iren.

Non tornano i conti, aggiungono i due legali, del quadro economico dell’inceneritore, in particolare una voce da
41 milioni, circa il 25% di una spesa complessiva documentata solo in parte: «Ancora Iren non ci ha fornito il piano economico-finanziario», spiega De Angelis. I due avvocati hanno comunque potuto esaminare alcuni documenti e «traspare – sostengono - una situazione sconcertante con aumenti di costi assolutamente ingiustificati. Iren parla di un aumento da 175 a 193 milioni - precisa De Angelis - motivato da migliorie, richieste autorizzative e altro che però ci risulta fossero già incluse in una base iniziale da 153 milioni. E nessuno vuole spiegare quella voce da 41 milioni per "imprevisti e oneri su base d’asta ribassata" e "riclassifica oneri finanziari e mano d’opera". Indicazioni troppo generiche - accusa De Angelis - all’insegna della poca trasparenza».

In attesa del responso della magistratura e dell’Autorità di vigilanza sui contratti, l’avvocato Allegri rilancia la necessità della gara d’appalto per il termovalorizzatore, sottolineando che si farebbe ancora in tempo: «I lavori non sono in uno stadio avanzato da compromettere l’intero progetto, si indica la gara d’appalto e si facciano i contratti in regola».

LA RISPOSTA DI IREN: "PAI, COSTI GIA' PRESENTATI E AGGIORNATI". «Forse sarà sfuggito agli avvocati Allegri e De Angelis che i costi di investimento del Pai di Parma sono stati pubblicamente presentati da Iren Ambiente già dal 2008 e l’ultima volta lo scorso novembre». Così Iren Spa replica, attraverso una nota, all’ultima battaglia dei due avvocati di Parma per ottenere che tutto il servizio rifiuti di Parma venga messo a gara, compresa la realizzazione e gestione del termovalorizzatore.
Il vicepresidente di Iren e capogruppo del Pdl in Regione, Luigi Giuseppe Villani, sottolinea che «gli avvocati Allegri e De Angelis continuano, inoltre, ad insistere sulla correttezza delle procedure di affidamento del servizio di gestione dei rifiuti che sono però frutto delle leggi nazionali a cui fanno riferimento tutte le aziende del nostro settore».
Iren ha diffuso così le proprie stime sui costi: «Il 18 luglio 2008, prima del rilascio dell’Autorizzazione Integrata Ambientale, Iren Ambiente (allora Enia) aveva inviato alla Provincia di Parma una stima dei costi di investimento, conseguente al recepimento delle prescrizioni espresse dalla Conferenza dei servizi. La stima indicava un importo di 180.000.0000 di euro. A seguito delle ulteriori prescrizioni dell’Autorizzazione Integrata Ambientale e dello sviluppo delle attività negli ultimi due anni, sono intervenute alcune variazioni sulla stima dei lavori che hanno portato, alla data attuale, il nuovo quadro degli investimenti a 193.589.000. Gli elementi di maggior rilievo nell’aggiornamento dei costi di investimento riguardano: inserimento nel computo dell’elemento tecnologico "generatori di acqua surriscaldata" in precedenza non previsto (valutato in circa 1.350.000); aumento dei costi di circa 3.700.000 per l’acquisto dei terreni a seguito della conclusione dell’arbitrato con i proprietari dei terreni; adeguamento alle nuove normative per le costruzioni in zona sismica e recepimento delle prescrizioni autorizzative per circa 6.500.000».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mirco

    08 Aprile @ 01.45

    Sig. Vercinge...: sa cosa c'è di differenza tra i controlli che vengono fatti sul Prosciutto di Parma e quelli che verranno fatti sull'inceneritore? Che quelli sui Prosciutti sono fatti da organi indipendenti (Istituto Parma Qualità) che nulla ha a che fare con il Consorzio del Prosciiutto di Parma quindi difficilmente influenzabile. I controlli sull'Inceneritore verranno fatti da IREN, Comune, Provincia, Arpa. Non le sembrano le grandi sorelle? Chissà che dati ci faranno avere...guardi sono quasi pronto per metterci su i miei gioelli Non le sembra che ci sia qualcosa che strusi?

    Rispondi

  • Francesco

    07 Aprile @ 19.39

    CIOE' , SECONDO LEI, SIGNOR O SIGNORA, YATTA, per impedire la costruzione del "termovalorizzatore" (gli avvocati lo chiamano così), si sostiene che, a condizione di indire una gara d' appalto, lo si può fare. DUE VITTORIE COSI' , SIGNOR, O SIGNORA, YATTA , E SIAMO ( O SIETE ) ROVINATI ! UN "PARSUT" L' E' UN "PARSUT" , MA , SE SI VUOLE FARLO PASSARE PER UNA SPECIALITA' "DOP" , NON SI PUO' FARLO CON COSCE CHE VENGONO DALL' UNGHERIA , DI MAIALI ALLEVATI NON SI SA COME, ALTRIMENTI DIVENTA "FOOD VALLEY" ANCHE CATANZARO ! SIGNOR , O SIGNORA, YATTA , CAL REVA J' OC LU', QUAND' AL MAGNA DAL PARSUT E IG DISON CH' L' E' "AD PERMA" !

    Rispondi

  • simone

    06 Aprile @ 09.35

    @Vercingetorige , un avvocato non può star li a parlare di moralità, salute, prevenzione. mette il dito dove solo li gli amministratori "sentono" e i tribunali dovrebbero intervenire. (anche se il dito ce lo mettono loro a noi) almeno per stopparlo, in modo che non possano più dire: è tutto ok, ormai non possiamo toranre indietro, se dovessi decidere ora non lo rifaremmo... e cazzate simili. Se qualcuno, come dice, volesse fermarlo, sti avvocati gli danno la possibilità di farlo, ma tant'è. e poi, quanto sei strumentalizzabile, VATTI A RIVEDERE REPORT dove si parla di corruzione del verde con Enia , con intervista alla SASSI (anche se la gazzetta ha preferito mettere l'accento sull'articolo di report che parla di comuni virtuosi e prosciutti) è per quello che è finita la speranza di un'amministrazione (e dei media) dalla parte del cittadino. Su là un parsut l'è un parsut... REVA J 'OC

    Rispondi

  • franco

    05 Aprile @ 20.56

    Vedendo la VIDEOINTERVISTA , si capisce bene che comune e provincia ci sono dentro fino al collo. La procura non pensa di guardarci dentro ? FALCO.

    Rispondi

  • Francesco

    05 Aprile @ 19.25

    ANDATE A LEGGERE L' ARTICOLO INTITOLATO " PROSCIUTTI VENDUTI IN MODO IRREGOLARE : I CARABINIERI DEL NAC FANNO UNA MULTA DA 360000 EURO". E' PER QUELLO CHE E' FINITA LA "FOOD VALLEY" , NON PER L' INCENERITORE.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La festa di Natale del Bar Gianni

DADAUMPA

La festa di Natale del Bar Gianni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande sfida degli anolini

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

di Chichibìo

9commenti

Lealtrenotizie

“A Parma 18 milioni di euro per i progetti del Bando Periferie”

COMUNE

A Parma 18 milioni di euro per riqualificare le periferie. Ecco i sei progetti

La firma a Roma con Gentiloni. Soddisfatti il sindaco Pizzarotti e l'assessore Alinovi

4commenti

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

ANTEPRIMA GAZZETTA

I punti critici della Massese. La situazione una settimana dopo la morte di Giulia

tg parma

Via Spezia: rapina con coltello al centro scommesse

Un bottino di circa 1.500 euro

PARMENSE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: arrivano 55 milioni di euro

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

1commento

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

parmacotto

Bimbi, tutti a "scuola di cotto" Fotogallery

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

AGROINDUSTRIA

Accordo "salva granai" tra 100 pastifici, 85 molini e oltre 1 milione di imprese agricole

Resta fuori in polemica Coldiretti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

genova

Aggredisce una donna per rapinarla, "arrestato" dai boyscout

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Voci di dimissioni per Gattuso, il Milan smentisce

SOCIETA'

Libano

L'assassino della diplomatica inglese è un autista di Uber

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento